Lombardo-Consiglio

Grandi numeri per l’Historic Rally Cefalù: 30 iscritti

Inizia con grandi numeri la storia sportiva del Rally Cefalù Città Turistica e dell’Historic Rally Cefalù, che sabato daranno il via alla stagione rallystica isolana. La cittadina Normanna, infatti, accoglierà ben 81 equipaggi che hanno aderito alla gara organizzata dalla Tempo srl di Eros Di Prima. 51 di questi parteciperanno alla gara riservata alle vetture “moderne”, mentre 30 vetture si presenteranno ai nastri di partenza dell’Historic Rally.

Qualificatissimi entrambi gli elenci, che nelle ultime ore si sono arricchiti di nuovi protagonisti. In prima fila tra le “moderne” le due Skoda Fabia R5 del beniamino locale Marco Runfola, che dividerà con la consorte Corinne Federighi la Skoda R5 della PA Racing con i colori dell’Island Motorsport, e di “Pinopic”, in coppia Miriana Gelasi, con i colori del Casarano Rally Team. Dalla pedana di partenza posta sul Lungomare di Cefalù scenderanno poi in successione le Mitsubishi Lancer Evo IX dei cefaludesi Antonio e Mattia Provenza e dell’ex formulista Giuseppe Termine, in coppia con Musso, mentre col numero 5 scatterà la Renault Clio S1600 di Alessio Profeta, reduce dalla partecipazione alla prima prova del Campionato Italiani Rally disputata al “Ciocco” e qui al debutto col navigatore Montalbano. Completano i primi dieci le Clio di Gianfilippo, del madonita Filippo Vara, la Opel Adam di Farina e le Peugeot 208 di di Cannino e Ancona.

Altrettanto di prestigio il parterre dell’Historic Rally Cefalù che poco prima della chiusura delle iscrizioni è stato completato dalle due Porsche 911 di Mauro Lombardo, coadiuvato dal fido Merendino, e di Angelo Lombardo, reduce dalla brillante vittoria, con Roberto Consiglio al suo fianco, al Rally Vallate Aretine, prima prova del Campionato Italiano Autostoriche. Le due vetture del Team Guagliardo saranno seguite dalla BMW M3 del performante Pierluigi Fullone con Sandro Failla, e dalle altre Porsche 911 di “Gordon”-Cicero, Picciurro-Picciurro, e Orestano-Orestano. Ancora Porsche per Martorana e Mannino, il ritorno dell’Ascona 400 degli Altopiano e la presenza della Opel GT di Francesco Mannino, anch’egli reduce dalla bella prestazione del Valli Aretine, tra le note di una gara che si preannuncia combattuta in tutti i raggruppamenti.

“Abbiamo allestito uno spettacolo di assoluto valore – ha commentato Eros Di Prima, organizzatore dei due Rally – ed abbiamo dovuto superare tutta una serie di imprevisti e difficoltà che sono implicite per una prima edizione. Ringrazio quindi chi ci ha collaborato ed in particolare la locale amministrazione comunale ed il Sindaco Rosario Lapunzina, che ci è stato vicino nella soluzione di alcune problematiche logistiche”.

I due rally scatteranno sabato 19 marzo dal Lungomare Giardina alle ore 18 per tornarvi, domenica, alle 18,15 dopo 273 km di gara. Teatro delle ostilità saranno la “mitica” prova “Ferla” di 6,5 km, che aprirà le ostilità il sabato pomeriggio subito dopo il via e che sarà affrontata solamente una volta, l’altrettanto nota “Cefalù” di 7,900 km e la “Pollina”, di 8,6 km, entrambe da percorrere tre volte nel corso della domenica, per un totale di 56 km di settori cronometrati.

Sabato 19 mattina presso il Sea Palace, che ospiterà anche la Direzione Gara, il via alle operazioni di verifica tecnico e sportiva, seguite dallo shakedown, ovvero il test con vetture in assetto gara che avrà luogo sulla Strada Provinciale 136.

Il Rally Cefalù Città Turistica è iscritto al Calendario Acisport Rally Nazionali, mentre l’Historic Rally Cefalù sarà valido per il Campionato Regionale Rally autostoriche. La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle del protocollo per il contrasto ed il contenimento del virus Covid-19 emanato da Acisport.