Gino - Michi - Foto Rolling Fast

Gino, Hotz e Profeta: spettacolo a Castiglione Torinese

Ad Alessandro Gino e Daniele Michi è bastato far segnare il miglior tempo sulla prima prova speciale della giornata per conquistare la vittoria nella 5° edizione del Rally di Castiglione Torinese, gara promossa dalla Mat Racing e valevole per i Rally Nazionali. L’imprenditore cuneese al via a bordo di una Skoda Fabia, ha sfruttato una scelta particolarmente azzecca degli pneumatici che hanno fatto la differenza sul fondo particolarmente scivoloso delle prime battute di gara.

Il vantaggio accumulato è stato tuttavia assorbito dagli attacchi avversari in modo particolare quelli dello svizzero Gregoire Hotz in gara con Pietro Ravasi sulla Skoda di Balbosca i quali vincendo la terza prova si erano portati molto vicini al capofila. Un finale di gara che, dopo i due successi parziali di Profeta nelle fasi centrali, ha visto Gino e Hotz prendere il via sull’ultima prova divisi da un solo secondo.

Alberto Roveta e David Castiglioni mettevano tutti d’accordo sulla prova finale ma il secondo tempo di Gino permetteva al giovane imprenditore di mantenere il vantaggio suggli svizzeri e conquistare il successo assoluto. Determinanti, specie nelle prime battute le forature che hanno interessato Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba i quali sulla prima prova hanno perso oltre cinque minuti che hanno reso vano il successo sul parziale successivo. Frenati dalle forature anche Giorgioni e Milano, il primo costretto addirittura al ritiro.

La classifica finale vede quindi alle spalle di Alessandro Gino e Daniele Michi gli svizzeri Hotz e Ravasi. Sul terzo gradino del podio i siciliani Alessio Profeta e Sergio Racuia (Skoda Fabia P.A Racing) i quali hanno dimostrato di trovarsi subito a proprio agio sulle difficili strade torinesi Quarto posto finale per Roveta e Castiglioni confermato con il miglior tempo sull’ultima speciale. In quinta posizione assoluta Federico Santini e Gabriele Romei al via sulla Skoda Fabia seguiti nella generale dalla vettura identica di Patrick Gagliasso e Marco Ravera.

Ancora una Skoda al settimo posto, precisamente quella di Ivan Paire e Marco Pollicino davanti alla vettura ceca di Gianluca Verna e Riccard Imerito. Parla siciliano il nono posto finale conquistato da Angelo Lombardo e Rosario Merendino. Chiudono la top ten assoluta Angelo Morino e Valentina Grassone. La graziosa navigatrice torinese conquista il “Memorial Floriana Gobbo” come prima co driver all’arrivo.

Monica Caramellino e Chiara Lavagno vincono il “Memorial Paolo Bava” come primo equipaggio femminile e il premio inversione “Nonno Jerry” per il passaggio più spettacolare a Pavarolo. Il Trofeo “Geppo Corio” è andato ai vincitori della classe N3 Pollino e Sbicego. Marco Varetto ha conquistato il Trofeo Gianmarco Roma come primo pilota castiglionese. Il Trofeo N2 Italia è stato vinto invece da “Cave” e Magnetti. Hanno concluso la gara 80 equipaggi.

In edicola e in digitale

Copertina dicembre 2021