Francesco Cozzula lotta contro l'Aci per ottenere la licenza

Francesco Cozzula si rivolge al Presidente della Repubblica Mattarella

Indipendentemente dalle porte che Aci Sport continua a chiudere in faccia, per motivi legali e burocratici, Francesco Cozzula non si arrende. Il copilota sardo, in attività per anni e anche con successo, non molla la presa e dopo i comunicati stampa, gli interventi in radio, le richieste di confronto con la direzione generale e delle attività sportive Aci, adesso scrive direttamente al Presidente della Repubblica.

Francesco Cozzula ha inviato una pec a Mattarella chiedendo un altro incontro proprio in occasione della visita che il Presidente farà a Sassari. Mattarella ha più volte diniegato l’incontro con Cozzula per impegni istituzionali. “Egregio Presidente della Repubblica – si legge nella mail – ho appreso che sarà a Sassari il 24 febbraio per l’inaugurazione dell’Anno Accademico dell’università di Sassari”.

“Visto che più volte ha replicato alle mie richieste di incontro di non avere tempo a causa dei numerosi impegni istituzionali, ora che sarà a cinque minuti da casa mia le chiedo se vi è la possibilità di trovare un minuto di tempo per ascoltare la mia storia. Nel corso di questi anni l’ho seguita e ho notato che ha dato numerosi riconoscimenti ai disabili volenterosi, a me serve che mi aiuti a farmi praticare lo sport che più amo, il più alto riconoscimento che ci può essere”.