Max Rendina

Finale CRZ: presentato il Rally del Lazio

Il percorso, studiato nel dettaglio e molto spettacolare, inizierà con lo shakedown a Belmonte Castello venerdì 4 dalle 7:30, mentre la partenza da Corso della Repubblica a Cassino è in programma alle 14:00. Prima giornata con tre prove: “Terelle” da ripetere due volte e la seconda in notturna oltre all’attesa “Pico Show” che prosegue la lunga tradizione del Rally di Pico, arrivato quest’anno alla 44^ edizione.

È stato presentato nella Sala Restagno del Comune di Cassino, il primo Rally del Lazio Cassino-Pico, la Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022 che raccoglie il testimone dopo il successo del Rally Cassino-Pico 2021 sempre organizzato con la regia di M33 e dello staff di Max Rendina.

L’evento entrerà nel vivo venerdì 4 e sabato 5 novembre, con partenza ed arrivo a Cassino ed un percorso disegnato con il coinvolgimento anche dei comuni di Terelle, Pontecorvo, Pignataro Interamna, Cervara, Viticuso e Belmonte Castello. Data l’importante titolazione nazionale, saranno al via piloti dall’importante esperienza pronti a giocarsi la Coppa Italia dopo essersi distinti nelle varie Zone d’Italia durante l’anno, oltre ovviamente ai tanti equipaggi locali.

Il percorso, studiato nel dettaglio e molto spettacolare, inizierà con lo shakedown a Belmonte Castello venerdì 4 dalle 7:30, mentre la partenza da Corso della Repubblica a Cassino è in programma alle 14:00. Prima giornata con tre prove: “Terelle” da ripetere due volte e la seconda in notturna oltre all’attesa “Pico Show” che prosegue la lunga tradizione del Rally di Pico, arrivato quest’anno alla 44^ edizione.

Sabato si ripartirà per altre quattro prove con due giri su “Viticuso” e “Greci-Pico” che nel finale riprenderà la prova picana del venerdì. Arrivo nuovamente in Corso della Repubblica a Cassino dalle 18:15.

Sono tanti i nomi dei piloti di spicco che potranno dire la loro per la classifica, su tutti i protagonisti delle 9 Zone della Coppa Rally di Zona 2022. Le iscrizioni chiuderanno sabato 29 ottobre alle ore 20:00, ma si prospetta una lista partenti in tripla cifra.

Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani (Skoda Fabia Rally2 Evo) sono i favoriti sulla carta per la maggiore conoscenza delle strade laziali e per la vittoria dello scorso anno. Attenzione ad Elwis Chentre e Fabio Grimaldi (Skoda Fabia Rally2 Evo) dato che l’aostano ha conquistato la Coppa Italia lo scorso anno e ci riproverà sicuramente.

La lista è molto lunga, ma tra gli altri vanno citati gli esperti Rusce-Farnocchia (Skoda Fabia Rally2 Evo), Testa-Maini (Skoda Fabia Rally2 Evo) protagonisti quest’anno del Campionato Italiano Rally Asfalto e poi ancora Fiorenti-Pozzi (Skoda Fabia Rally2 Evo), Bravi-Bertoldi (Hyundai i20 N Rally2), Oldrati-De Guio (Skoda Fabia Rally2 Evo) assi della terra che correranno su asfalto per tentare il colpaccio ed i locali D’Alto-Liburdi.

L’evento ha raggiunto solo in un anno uno dei palcoscenici nazionali più prestigiosi, e questo grazie soprattutto alla collaborazione che in virtù della lungimiranza del gruppo di lavoro di Max Rendina, ha unito intenti e propositi di più realtà: il Rally Lirenas e il Rally di Pico, manifestazioni di grande tradizione non solo a livello regionale.

“Abbiamo lavorato con grande impegno per proporre un evento degno di rappresentare la Regione Lazio – ha commentato Max Rendina – e sono sicuro che sarà un weekend di passione, motori e spettacolo. Dal punto di vista prettamente sportivo il confronto sarà incerto ed appassionante, ma devo ringraziare anche tutte le amministrazioni, le Forze dell’Ordine, i nostri partners perché ci hanno consentito di lavorare con attenzione sugli aspetti legati alla promozione del territorio e sull’indotto che questo evento porterà nel Frusinate. Invito tutti a venire a Cassino, a Pico o sul percorso per assistere a questo esordio della Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022 in Lazio”.