Extreme E: il team di Rosberg batte quello di Hamilton

Extreme E: il team di Rosberg batte quello di Hamilton

Spettacolo ed emozioni nella prima gara della Extreme E, il nuovo campionato ideato da Alejandro Agag. Ad Al-Ula, in Arabia Saudita, il team di Nico Rosberg si aggiudica la prima corsa della stagione con la coppia formata da Molly Taylor e Johan Kristoffersson, svedese specialista di rallycross. Battuta in finale la scuderia Andretti United Xe (guidata da Michael Andretti insieme al numero della McLaren Zak Brown)con il duo Hansen-Munnings,

Ma per l’ex campione di F1 la soddisfazione maggiore deve essere stata quella di arrivare davanti alla squadra del suo ex compagno e rivale in Mercedes, l’X44 di Lewis Hamilton che aveva dominato le qualifiche, ha chiuso terza, ma grazie al miglior tempo ottenuto al sabato conquista il secondo posto nella classifica generale. A condizionare la prova decisiva sono stati problemi allo sterzo. In quarta posizione troviamo Carlos Sainz, papà del ferrarista, insieme a Laia Sanz.

Un buono inizio per l’unica italiana presente nella competizione, Christine Giampaoli Zonca in equipaggio con l’inglese Oliver Bennet per Hispano-Suiza. Quinto posto dopo l’eliminazione nelle eliminatorie per mano di Andretti. Sesto l’ex iridato 2009 di F1 Jenson Button. Non sono mancati gli incidenti spettacolari, per fortuna senza conseguenze: non è facile controllare i superSuv elettrici da 550 cavalli. La prossima gara sarà il 29-30 maggio in Senegal, sul lago Rosa.

Dopo l’Arabia Saudita, l’Extreme E, che è nato per sensibilizzare i tifosi sulle problematiche ambientali promuovendo la mobilità elettrica, si sposterà in Senegal (29 e 30 maggio), Groenlandia, Amazzonia brasiliana e Terra del Fuoco argentina.

Il debutto della serie non è comunque filato del tutto liscio, con alcuni spettacolari incidente sabato e domenica che hanno sollevato qualche preoccupazione per la sicurezza. “Non avremmo potuto sperare in un inizio migliore – ha comunque detto il promoter Alejandro Agag, che già organizza la Formula E – gli incidenti ci sono stati ma fanno parte delle corse. Anche in Formula E non sono mancati”.