Esclusiva, Teemu Asunmaa: ”Voglia di WRC3 e non solo”

L’Arctic Rally Finland ha incoronato vincitore della categoria WRC3 un forte pilota locale, Teemu Asunmaa. Il classe 1987 in patria ha vinto due titoli nazionali (2019 e 2020), tre coppe SM1/R5 (2017, 2019 e 2020) e due coppe SM2/N4 (2015 e 2016). Ha mosso i primi passi nella stagione 2009 disputando alcune gare locali con una BMW 325i, mentre il primo successo è arrivato l’anno dopo, grazie alla vittoria al Toysa Ralli. Da lì in poi la sua carriera è stata un crescendo di risultati fino ad arrivare alla conquista dei titoli nazionali. Abbiamo incontrato Teemu e con lui abbiamo parlato del recente Arctic e dei progetti futuri di questo 2021.

Parliamo del recente Arctic Rally, gara che in gran parte già conoscevi avendola spesso disputata nella versione nazionale. Alla fine è arrivata una vittoria al tuo debutto nel WRC3. Quanto è stato emozionante?

“Ciao a tutti, è stata una bellissima emozione. E’ stato un fine settimana perfetto, la macchina era assettata perfettamente e rispondeva a tutto ciò che gli chiedevo di fare. L’Arctic è uno dei miei rally preferiti e ho sfruttato al meglio l’esperienza accumulata nelle precedenti edizioni“.

Ti vedremo in altri appuntamenti del WRC3 quest’anno?

“Abbiamo in programma altre uscite nel WRC3. Ti confermo la Finlandia ad agosto, mentre se troviamo budget amplieremo il programma con l’Estonia e altre gare”.

Questo fine settimana andrà in scena l’SM O.K. Auto-Ralli, secondo atto dell’SM Rally, l’obiettivo finale è portare a casa il settimo titolo nazionale?

“Sì, esatto. Questo week-end correremo a Kuovola (sede dell’O.K. Auto-Rally). Al momento siamo al comando della classifica dopo la vittoria nell’Arctic nazionale di gennaio. Le prove di Kuovola sono molto belle. Sono simili a quelle del Neste Finland. Sarebbe bello aggiungere in bacheca un altro titolo dopo quelli conquistati in precedenza”.

Hai anche diversi fans nel nostro Paese, vuoi mandare loro un saluto?

“E’ molto bello sapere che ho dei fans anche in Italia. Mi emoziona molto, vi mando un grande saluto. State al sicuro e speriamo di vederci presto in un rally. Ciao e grazie Italia per questa intervista”.