Scandola-Fappani, Hyundai i20 Rally2

ERC, Scandola-Fappani printi ad una nuova avventura

Umberto Scandola e Danilo Fappani correranno in questo weekend la 34esima edizione del Rally Serras de Fafe e Felgueiras, sesta tappa del Campionato Europeo Rally. L’equipaggio italiano sarà nuovamente al via con la i20 R5 gommata Pirelli Motorsport e gestita dalla S.A. Motorsport. La Hyundai Rally Team Italia, in questo evento in particolare, schiererà un’altra i20 R5. La vettura verrà affidata a Alessandro Taddei e Andrea Gasperi.

L’evento si terrà nei pressi di Fafe, una piccola cittadina a nord-est del Portogallo che si trova nel distretto di Braga. In portogallo sono tanti gli appassionati di rally, tant’è vero chè è presente il “Museu do Rali”. Si tratta di un vero e proprio luogo di culto per i rallisti e i seguaci dei rally, dato che all’interno di questa struttura sono presenti numerose auto, svariati oggetti e un simulatore chiamato “Plataforma Next Level Racing Motion”.

“Proseguo con molto entusiasmo nell’intenso programma di gare che in poche settimane ci vede impegnati con la nostra i20 nell’Europeo e nei campionati italiani Assoluto e Terra”, afferma Scandola. “Correre qui in Portogallo tra tanti appassionati è una grande soddisfazione per tutta la squadra e non vedo l’ora di confrontarmi con i forti equipaggi che troveremo al via. Come tutte le altre gare dell’europeo rally, anche il Rally di Fafe è completamente nuovo per noi. Affronteremo le prove con molta attenzione, specialmente nel primo passaggio, con l’intento di fare esperienza”.

Scandola e Fappani, alla 55esima edizione del Rally delle Azzorre, hanno tagliato il traguardo in sesta posizione. Il 36enne ha segnato per ben quattro volte il quarto tempo assoluto, rispettivamente nella prova speciale numero sei, dieci, undici e tredici. Ora Scandola, grazie ai 16 punti conquistati in Portogallo, si trova in sedicesima posizione assoluta. La Hyundai Rally Team Italia è salita al decimo posto, a sei punti dalla Saintéloc Junior Team. Il rallista veronese è attualmente primo nel Campionato Italiano Rally Terra ad una gara dal termine, grazie a tre vittorie e a due secondi posti.

Il vincitore del Campionato Italiano Rally nel 2013 ha descritto anche quali sono le sue sensazioni in vista del rally che si svolgerà nella parte settentrionale del Portogallo. “C’è da sottolineare che sarà almeno un percorso più simile ai rally di casa nostra e non così veloce e particolare come era stato in Polonia o in Lettonia. Proprio alle Azzorre sono arrivate le prime soddisfazioni e spero di continuare a far bene. Nel frattempo penso alla prova di Lameirinha. Ho visto i filmati del dosso di Pedra Sentada, dove si riversano tanti spettatori per fare il tifo agli equipaggi che saltano con le ruote all’aria per 50 metri. Adrenalina allo stato puro e cercherò di non deluderli”.