Il Rally Roma Capitale 2019 è in fase organizzativa

ERC, Rally Roma Capitale: curiosità e dettagli

Ci sono tutti i big dell’European Rally Championship e del Campionato Italiano Rally alla gara organizzata da Motorsport Italia dove si vivranno sfide stellari dal 17 al 21 luglio con i giovani in primo piano. 22 nazioni presenti e 12 case auto rappresentate. Sono solo alcuni dei numeri, imponenti, del 7° Rally di Roma Capitale che metterà la Città Eterna, la Ciociaria e Ostia sotto i riflettori internazionali e che sarà valido per il 5° round dell’European Rally Championship e Campionato Italiano Rally.

I polacchi Lukasz Habaj e Daniel Dymurski su Skoda Fabia R5 arrivano da leader europei in Italia, reduci dal successo portoghese alle Azzorre e con due podi in Spagna e in casa lo scorso 30 giugno, sulla scia c’è l’equipaggio della Citroen C3 R5 formato dai russi Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov vincitori al Rally Poland. Terza posizione in classifica continentale per i giovani britannici Chris Ingram e Ross Whittock anche loro su Skoda Fabia e leader delal classifica ERC 1 Junior, con cui hanno ottenuto il miglior risultato sul podio in Portogallo, su Volswagen Polo R5 dall’Ungheria Norbert Herczig e Ramòn Ferencz, o gli altri protagonisti dell’ERC Junior come i ceki Filip Mares e Jan Hlousek su Skoda continueranno la risalita in classifica assoluta e di ERC 1 Junior.

Ma dalla Lettonia arriva Martins Seks su Skoda e dal Giappone Harai Hiroki su Citroen C3, entrambi a caccia di punti anche per la classifica Junior. Svetta nella scena internazionale il nome dell’italiano Andrea Nucita, il messinese che sulla Fiat Abarth 124 sulla quale è navigato da Bianca Alina Pop, è già in posizione da podio di ERC2 e in lotta per il titolo di RGT.

Tutti presenti i migliori del Campionato Italiano Rally dove svetta il nome dei leader vincitori di gara 1 in Sardegna Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, il trevigiano ed il toscano vincitori dell’edizione 2018 sulla Skoda Fabia R5 schierata dal Team Loran, tallonati dall’equipaggio della Citroen Italiana formato dal friulano Luca Rossetti affiancato dalla veneta Eleonora Mori che sulla C3 R5 vantano ben quattro podi compresa la doppia gara al Rally Italia Sardegna.

All’inseguimento del vertice c’è il romagnolo Simone Campedelli con Tania Canton alle note, i vincitori della targa Florio che a Roma disporranno dell’ultima evoluzione della Ford Fiesta R5 appena preparata da M-Sport. Rilancia la sfida su Skoda Fabia il giovane lombardo Andrea Crugnola affiancato da Pietro Ometto ed attualmente 5° in classifica CIR. Protagonista della nuova esperienza con Hyundai Motorsport Italia il veronese Umberto Scandola che navigato da Guido D’Amore sulla i20R5, è salito sul podio nella gara d’esordio al Rally Italia Sardegna. Da leader al via di Roma l’equipaggio ufficiale Peugeot leader della classifica due ruote motrici formato dal toscano Tommaso Ciuffi e dal piemontese Nicolò Gonella sulla 208 R2.

Il programma del Rally Roma Capitale

VENERDÌ 19 LUGLIO
Si parte Venerdì 19 Luglio con la cerimonia di partenza nel cuore della nostra Capitale, ovvero nello splendido scenario di Castel Sant’Angelo a Roma. Dalla prima bozza di programma, manca la prova spettacolo dell’EUR, ma aspettiamo comunicazioni ufficiali in tal senso.

SABATO 20 LUGLIO
La prima giornata di gara si svolgerà sugli asfalti ciociari con tre prove speciali da ripetere per due volte.

Pico/Greci alle ore 09.33 ed alle ore 15.52
Roccasecca/Colle San Magnoalle ore 10.38 Santopadre/Arpino alle ore 11.18 ed alle ore 17.37

DOMENICA 21 LUGLIO 2019
Nella giornata di Domenica i piloti si daranno battaglia sulle strade dei Monti Prenestini e dell’Alta Valle dell’Aniene, ad eccezione della tecnica speciale di Guarcino, in territorio ciociaro.

La speciale di Monastero è sostituita dalla Affile – Bellegra, tratto di strada già utilizzato in passato dal Rally di Subiaco

Affile/Bellegra alle ore 8.28 ed alle ore 12.36
Rocca di Cave alle ore 09.05 ed alle ore 13.13
Rocca Santo Stefano alle ore 09.22 ed alle ore 13.30
Guarcino alle ore 10.18 ed alle ore 14.26

Larga la rosa dei giovani, tutti presenti a Roma, in corsa per la serie continentale e per il tricolore che sulle vetture due ruote motrici in configurazione R2 avranno occasione di confronto diretto sugli asfalti laziali. Il norvegese Sindre Furuseth, cone tre podi all’attivo comanda la classifica ERC 3 Junior, ma a sole 3 lunghezze è tallonato dallo spagnolo Efren Llarena, che a sua volta vanta la vittoria in Portogallo e il podio in casa, entrambi su Peugeot 208 R2. Molto vicino al vertice anche l’estone Ken Torn su Ford Fiesta R2, vincitore delle ultime due gare, seguito dal portoghese Pedro Antunes su Peugeot, mentre su Opel Addam c’è lo svedese Elias Lundberg.

Il 23enne palermitano Marco Pollara con tre vittorie, comanda saldamente la classifica di Campionato Italiano Rally Junior, dove tutti i protagonisti sono impegnati al volante delle Ford Fiesta R2b. Seconda piazza per il molisano Giuseppe Testa, reduce dal successo sardo in gara 1 e con cui è duello annunciato sulle strade laziali, ma pronto all’affondo ci sono il toscano Mattia Vita, il piacentino Andrea Mazzocchi ed il campano Pasquale Pucella.

Sempre riservato ai giovani il terzo round del monomarca Italiano di casa Peugeot dove con le 208 R2B lotteranno per il vertice il leader lombardo Davide Nicelli seguito da vicino dal piacentino Giorgio Cogni e dal trentino Alessandro Nerobutto

Questa è la sintesi dell’evento ideato dal Campione del Mondo Rally Produzione 2014 Max Rendina che avrà il suo quartier generale a Fiuggi, la partenza da Castel Sant’Angelo nel cuore di Roma, le prove speciali si sviluppano in Ciociaria, due giorni a tutto motore a Ostia con lo show finale della “Arena ACI Roma” doppia sfida in sequenza sulla prova speciale prospiciente il litorale romano.

Saranno 16 le prove speciali per un totale di 203,40 Km cronometrati su un percorso totale di 849,72 Km suddivisi in due tappe. Prima tappa con prove molto guidate ricavate su strade tortuose, seconda tappa dove è la perfezione tecnica a fare la differenza con prove maggiormente scorrevoli.