ERC, Polonia: Gryazin continua indisturbato al comando

Dopo aver fatto segnare il miglior tempo nel corso della super speciale Mikolajki Arena 1, corsasi nella serata di ieri, il russo Nikolay Gryazin nella mattinata di oggi è andato ad aggiudicarsi in successione le prove di Swietajno 1, Olecko 1 e Wieliczki 1 dimostrando di avere al momento un ritmo inavvicinabile, complice anche di una favorevole posizione di partenza, la quale gli sta permettendo di mettere una pesante ipoteca sul primo appuntamento del Campionato Europeo.

Il pilota della Volkswagen Polo ha portato a 35″9 il suo vantaggio nei confronti del connazionale Alexey Lukyanuk, al volante della Citroën C3 Rally2. Il due volte campione europeo, come da lui dichiarato, è ancora alla ricerca del giusto assetto ed inoltre è stato rallentato nel corso della PS2 da un piccolo problema con i tergicristalli. Ovviamente, a meno di clamorosi colpi di scena, il russo della Citroën non sembra al momento in grado di sferrare un attacco alla leadership di Gryazin.

In terza posizione, con un ritardo di 52″2 dalla vetta, troviamo la Skoda Fabia Rally2 Evo di Andreas Mikkelsen. Il vincitore del Polonia 2016 nel corso delle prime due speciali di giornata è stato protagonista di uno splendido duello con l’irlandese Craig Breen per il terzo posto, ma un problema nella PS4 ha fatto perdere più di un minuto al pilota della Hyundai, il quale è precipitato in settima posizione a quasi due minuti dal leader Gryazin. Tornando a Mikkelsen, il pilota della Skoda nelle prove successive più che attaccare il secondo posto di Lukyanuk dovrà guardarsi le spalle dal prepotente ritorno del locale Miko Marczyk (Skoda Fabia), attualmente in quarta posizione a soli 9″6 dal norvegese.

A seguire la Skoda Fabia di Fabian Kreim e la Volkswagen Polo di Wojciech Chuchała. Quest’ultimi sono in piena lotta per la quinta posizione visto che il distacco tra i due è di soli 4″7. La settima posizione, come già detto in precedenza, è ad appannaggio della Hyundai I20 di Craig Breen, mentre l’ottava e la nona posizione sono occupate dalla Citroën C3 di Yoann Bonato e dalla Skoda Fabia di Norbert Herczig. Chiude i primi dieci Nil Solans (Skoda Fabia).

Nell’ERC Junior il comando è nelle mani di Ken Torn, mentre nell’ERC3 Junior e nell’ ERC3 al comando troviamo la Ford Fiesta Rally4 di Sami Pajari. In ERC2 prima posizione per Tibor jun. Érdi con la Mitsubishi Lancer Evo X.

Infine, per quanto riguarda i piloti italiani da segnalare la 15° e 25° posizione assoluta di Umberto Scandola (Hyundai I20) e di Alberto Battistolli (Skoda Fabia). Ottima la gara di Andrea Mabellini, secondo nel Clio Trophy alle spalle dell’argentino Paulo Soria. Gara sfortunata invece per Simone Tempestini e Simone Campedelli, entrambi costretti al ritiro per problemi meccanici.

RS e oltre di giugno: la rivista che parla di te

Copertina RS e oltre giugno 2021