ERC: in 20 in Catalogna, occhi puntati sull’ERC4

Assegnato il titolo ERC a Llarena, gli occhi di tutti saranno puntati sulla sfida a tre per il titolo ERC4 tra lo spagnolo Palomo, il francese Pellier e il nostro “Mabe” con Virginia Lenzi.

Saranno venti gli iscritti al Rally di Spagna-Catalogna, in programma dal 20 al 22 ottobre sulle strade catramate sopra Salou. Un numero tutto sommato accettabile, se si considera il che il titolo assoluto è già assegnato a Efren Llarena e Sara Fernandez e che la gara iberica è stata inserita in calendario dal Promoter per pura disperazione, dopo nove mesi di tentativi andati a vuoto alla ricerca di un evento che potesse sostituire il Rally di Ungheria. Inoltre, i venti equipaggi in gara correranno in coda alla gara WRC con il serio rischio di correre il secondo giro di prove al tramonto oppure di notte.

Presente l’equipaggio neo-campione ERC, che potrebbe salutare il Campionato che l’ha visto maturare da prima tra le due ruote motrici e poi esplodere tra i grandi per passare ad un programma iridato nel 2023. Assieme a loro nel team MRF Tyres ci sarà il connazionale Javier Pardo, che andrà alla ricerca di una vittoria per chiudere la stagione al secondo posto nella classifica generale. A sfidare il duo MRF, un piccolo manipolo di equipaggi su vetture Rally2 (appena 8) capitanati da Yoann Bonato (Citroen C3 Rally2), il francese sulle strade catalane andrà alla ricerca del terzo podio stagionale nell’ERC dopo quelli conquistati alle Canarie e a Roma.

Sempre su una vettura Rally2, tornano in gara Alberto Battistolli e Simone Scattolin. I due alfieri tricolore, reduci da una brutta uscita di strada in Repubblica Ceca, tornano al volante della loro Fabia Rally2 con l’intento di accrescere la loro esperienza sui fondi catramati, chiude la lista delle Rally2 la Fabia dell’ungherese Martin László. Sfida in famiglia Suzuki per il titolo ERC Open tra il pilota di Andorra Joan Vinyes e Alberto Monarri, sempre nella stessa categoria ci sarà anche Xevi Pons, ma lo spagnolo sarà trasparente ai fini del campionato.

Bollente si annuncia la sfida nell’ERC4 con tre equipaggi in lizza per vincere il titolo: numeri alla mano i favori del pronostico sono tutti per il 19enne iberico Oscar Ortiz Palomo che comanda la generale con 14 punti di vantaggio sui nostri Andrea Mabellini e Virginia Lenzi, mentre a venti punti di distanza troviamo il francese Laurent Pellier. Una sfida non solo tra piloti, ma anche tra costruttori visto che lo spagnolo corre con Peugeot, il lombardo con Renault mentre il francese porta in gara una Opel. A difendere i colori Italiani ci sarà anche un altro equipaggio, quello formato Roberto Daprà e Luca Guglielmetti.

Nelle migliori edicole dall’11 ottobre

Copertina ottobre 2022