Damiano De Tommaso, Roma 2022

ERC 2023 con Roma e le novità di Ungheria e Svezia

Il Promoter svela finalmente le otto gare dell’Europeo 2023, debutta la Svezia e torna l’Ungheria. Delusione per l’addio al Rally delle Azzorre.

Dopo mesi di trattative e di accordi trovati e poi saltati all’ultimo per via delle esose richieste del Promoter WRC, finalmente l’ERC 2023 ha un suo calendario. Un calendario che rispetto al 2022 presenta la new-entry del Royal Rally of Scandinavia e il ritorno del Rally di Ungheria.

Il calendario sarà strutturato anche in questo 2023 su otto eventi è non vedrà al suo interno il Rally delle Azzorre, costretto ad abdicare per una “questione di costi” e di taglio dei tempi di trasferta per i Team. A nulla sono serviti gli enormi sforzi economici degli organizzatori della gara portoghese per ridurre e tagliare i costi della trasferta, il WRC Promoter ha deciso di strutturare (non senza mille difficoltà) un calendario più centralizzato per far si che le spese dei team non esplodano. Altra rinuncia è quella del Rally di Alba, la gara piemontese pareva ormai certa di una slot Europea forte di un contributo di 2,4 milioni di euro da parte della Regione Piemonte.

Ma andiamo a scoprire il calendario 2023, si parte dagli sterrati del Rally Serras de Fafe e Felgueiras. La gara portoghese in programma dal 10 al 12 marzo 2023, ospiterà l’ERC per il terzo anno di fila, nelle due precedenti edizioni le vittorie sono andate a Mikkelsen (2021) e Nil Solans (2022). Dal Portogallo il circus europeo si sposterà alle splendide Isole Canarie per il tradizionale appuntamento del Rally Islas Canarias. La gara con base a Las Palmas de Gran Canaria è uno dei capisaldi dell’ERC, su queste strade lo scorso anno vinse Nil Solans.

Dagli asfalti spagnoli si passa ad un tris di gare su fondo sterrato, accumunate tra loro dalle elevate velocità media. Si parte il 20-21 maggio con il Rajd Polski che in questo 2023 festeggerà le sue settantanove edizioni, lo scorso anno sulle bianche strade di Mikolajki vinse Mikolay Marczky (Skoda Fabia rally2 evo). Dalla Polonia il circus dell’ERC si trasferirà in Lettonia per il Rally Liepaja, in programma dal 17 al 18 giugno.

La passata edizione fu vinta dall’idolo di casa Martins Sesks. Il tris di gare su fondo sterrato si chiude con la new-entry del Royal Rally of Scandinavia in programma dal 7 al 8 luglio a Torsby. La gara dovrebbe ripercorrere le prove speciali, utilizzate dal Mondiale negli anni in cui la gara svedese aveva la sua base a Torsby, quindi si annuncia una gara con medie che potrebbero sfiorare i 110 km/h.

Gran finale con un tris di gare su fondo catramato, si comincia dal nostro Rally di Roma Capitale. La gara capitolina, organizzata dalla vulcanica mente di Max Rendina e del suo team ci riserverà gustose novità anche in questa edizione 2023. La passata edizione della gara griffata Motorsport Italia ha parlato tricolore, grazie al successo di Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone su Skoda Fabia Rally2 evo.

Penultimo atto della stagione sarà il Barum Zlin Czech Rally, programmato dal 18 al 20 agosto sulle difficilissime strade della Repubblica Ceca, mentre l’atto finale sarà nuovamente in Ungheria dal 7 al 8 ottobre.

ERC 2023

  • 11-12/03 – Rally Serras de Fafe e Felgueiras (PRT)
  • 05-06/05 – Rally Islas Canarias (ESP)
  • 20-21/05 – Rally Poland (POL) (J)
  • 17-18/06 – Rally Liepaja (LVA) (J)
  • 07-08/07 – Royal Rally of Scandinavia (SWE) (J)
  • 29-30/07 – Rally di Roma Capitale (ITA) (J)
  • 19-20/08 – Barum Czech Rally Zlín (CZE) (J)
  • 07-08/10 – Rally Hungary (HUN) (J)