È ufficiale: Rally Italia Sardegna in cerca di data autunnale

In quella che sta diventando una triste corsa a chi riesce a rinviare il proprio rally a dopo l’estate, anche il Rally Italia Sardegna vuole un posto. È ufficiale, la gara sarda valida per il Mondiale Rally, come avevamo purtroppo anticipato, si candida per una data in autunno.

Ad annunciarlo è il general manager della competizione italiana, Antonio Turitto, che dopo tutti gli sforzi organizzativi profusi (per organizzare il RIS si inizia a lavorare due mesi dopo la disputa della gara) è stato costretto ad alzare bandiera bianca e ad annunciare il rinvio.

In evidente accordo con l’organizzazione, Aci Sport, Turitto ha inviato una nota riservata dal titolo “RIS 20, Rinvio” ai suoi collaboratori. “Stiamo lavorando affinché si possa disputare nei mesi autunnali”, scrive il general manager nella nota. Specificando che l’attuale situazione causata dall’epidemia di Covid-19 non consente minimamente di ipotizzare lo svolgimento della gara nel mese di giugno.

Portare in Sardegna il circus iridato sarebbe stato folle. Ma va detto che, in effetti, in Aci Sport la decisione era stata presa già da una decina di giorni. Ora è stata ufficializzata ai collaboratori e presto verrà ufficializzata a tutti. Ovviamente, l’ufficio stampa di una gara deve sottostare al volere dell’organizzazione e del promoter del WRC. Ma non tarderà ad arrivare. Questione di ore.

Il RIS 2020 sarebbe stato un evento di grande aggregazione, che in un momento delicato come questo vuol dire assembramento. La Sardegna non ha grandi strutture ospedaliere e ha pochi posti di terapia intensiva. È stata recentemente invasa da transfughi del nord Italia che hanno scelto la casa sul mare per fare la quarantena, mettendo a rischio la popolazione isolana. Pensare di fare disputare anche la gara a giugno sarebbe stato davvero eccessivo.

Al netto di eventuali modifiche regolamentari, il percorso del RIS20 autunno resterà invariato, spiega Turitto ai collaboratori del Rally Italia Sardegna, che comunque era già a conoscenza della inevitabile decisione, tra l’altro identica a quella che dovranno prendere gli organizzatori portoghesi, che però stanno addirittura valutando l’annullamento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *