Ott Tanak e DirtFish si alleano per i rally in Nord America

DirtFish e Ott Tanak per il WRC in Nord America

Ott Tanak, il campione del mondo rally in carica, ha un nuovo sponsor: DirtFish Rally School. L’accordo per il 2020, porterà il marchio dell’azienda americana impegnata nei rally sul casco di Ott, sulla tuta da gara e sul cappellino. Una collaborazione che indica anche come DirtFish abbia intenzione di far conoscere il fascino dei rally in Nord America, proprio in un momento in cui il promoter del WRC e gli organizzatori del Rally del Canada si stanno ammiccando.

Il proprietario di DirtFish, Steve Rimmer, spiega: “La possibilità di lavorare con un campione del mondo come Ott è stata, semplicemente, un’opportunità troppo grande da lasciarsi sfuggire. Conosciamo Ott da alcuni anni e lavorare al suo fianco è qualcosa di cui siamo molto orgogliosi e altrettanto entusiasti. DirtFish si unisce a lui in un momento stupendo della sua carriera, mentre Tanak prepara la difesa del primo titolo WRC”.

“Dobbiamo essere chiari: questo è molto più di un semplice accordo commerciale. DirtFish ha alcuni grandi progetti legati al World Rally Championship e presto ne saprete e ne vedrete di più. L’intenzione è quella di sensibilizzare su questo incredibile sport e campionato negli Stati Uniti. C’è una grande comunità di rally qui in America e DirtFish svolge un ruolo importante e fondamentale nello sport”, prosegue Steve Rimmer.

“Storicamente, i rally non sono il più importante in America, ma non dobbiamo dimenticare che questo Paese ha organizzato cinque prove del WRC. Ci piacerebbe tornare a quei periodi. Stiamo cercando di lavorare a stretto contatto con il promotore del WRC per far sì di creare una campagna comunicativa con Ott sul WRC in Nord America. A breve, medio e lungo termine…”.

Il pilota di Hyundai Motorsport, Tanak, conferma che non vede l’ora di iniziare un’entusiasmante rapporto con uno dei più grandi marchi di rally del Nord America. “Ho incontrato Steve Rimmer, proprietario dei DirtFish, per la prima volta quando ho guidato una delle sue auto a Goodwood nel 2010. In realtà, Markko Martin guidava la macchina, ma poi Steve mi ha lasciato fare – afferma Tanak -. Steve è una delle persone più entusiaste che abbia mai incontrato in questo sport”.