Michele Visentin ha fatto di necessità virtù

Di necessità virtù: intervista con Michele Visentin

Quando la passione per i rally, quella autentica, è in grado di abbattere ogni muro, anche quello che può apparire più invalicabile. La storia di Michele Visentin, un polesano che, al Revival Valpantena, ha trasformato in realtà il sogno di una vita.

“Ho sempre avuto la passione per i rally, fin da quando ero piccolissimo, grazie alla nostra gara di casa, il Rally del Pane, che ha saputo accendere in tanti, come me, quell’amore viscerale ed incondizionato per le competizioni automobilistiche su strada. Il rally passava nel mio piccolo paese, Bellombra ed ho sempre sognato di poter salire su un’auto da rally ma, dopo qualche anno dall’aver raggiunto la maggiore età, ad aprile del 2004, ho avuto un grave incidente motociclistico. Ho riportato l’amputazione della gamba sinistra, lesione totale del plesso bracchiale sinistro (il braccio è attaccato solo per motivi estetici ma senza nessuna funzionalità), bacino fratturato in tre parti e quattro vertebre fratturate”.

Un brutto colpo, in grado di piegare la tenacia di tanti ma non la tua…

“Dopo venti giorni di rianimazione, appena uscito dalla camera intensiva, la prima domanda che mi è stata fatta è stata “cosa vuoi fare appena ti riprenderai?”. La mia risposta è stata una sola: salire su una vettura da rally. Il mio sogno più grande era rimasto lo stesso. Dopo un anno di ospedale, fisioterapia ed altro, tra il 2005 ed il 2006, ero riuscito a salire su una vettura da pista. Un’esperienza sicuramente bellissima ma il mio cuore batteva solo e soltanto per i rally”.

Stai leggendo uno dei pochi contenuti premium disponibili sul nostro sito. Questo succede perché si tratta di uno degli articoli pubblicati sulla rivista in edicola e disponibile anche in digitale dal 5 di ogni mese per 12 mesi all’anno. Se lo hai apprezzato continua la tua lettura sul giornale, oppure scarica la nostra app o accedi da PC, registrati gratuitamente e abbonati. Il tuo sostegno ci aiuta a migliorare giorno dopo giorno il servizio che offriamo a te a tutti i nostri amici lettori.

Cosa sapere sull’abbonamento a RS e oltre

  • Registrarsi per attivare un account è del tutto gratuito
  • Le nostre app sono gratuite, ma dall’app non si può pagare
  • Dopo aver effettuato la registrazione (clicca qui) ci si potrà abbonare pagando da PC
  • Disponibile abbonamento singolo digitale o cartaceo
  • Oppure ci si può abbonare all’online e al carataceo con una super offerta

Opzioni di acquisto

  • Singola copia di RS – 2 euro
  • Abbonamento digitale di 12 numeri (12 mesi) con accesso all’archivio storico – 25 euro
  • Abbonamento Plus digitale rivista cartacea + rivista elettronica di 12 numeri (12 mesi) – 60 euro

Si può scegliere di leggere il giornale sul PC o sullo smartphone e sul tablet o se farsi leggere gli articoli dall’assistente digitale, ascoltandone i contenuti. Si può accedere all’archivio storico di RS e oltre gratuitamente per tutta la durata dell’abbonamento