Edoardo De Antoni, Toyota

De Antoni cambia auto e sceglie la Renault Clio Rally5

Il Triveneto è pronto a dare il benvenuto alla nuova stagione rallystica e lo farà in grande stile, grazie al ritorno alla luce di una delle gare più amate. Il prossimo fine settimana, in virtù della sinergia tra Motor Group ed Xmotors Team, risorgerà il Rally Colli Trevigiani, fermo con le quattro frecce accese dall’edizione targata 2009.

Tanta l’attesa per l’arrivo del mini Marca, nato dalle ceneri del Montebelluna Rally, ed in un contesto così prestigioso non poteva mancare Collecchio Corse, presente al via dell’evento con base a Cavaso del Tomba con un Edoardo De Antoni ancora alla ricerca della giusta rotta.

Mentre continuano i lavori per la riconferma al via della Toyota GR Yaris Rally Cup, il budget necessario è importante, il pilota di Camposampiero ha deciso di cambiare casacca e sarà della partita, come sempre affiancato da Martina Musiari, su una Renault Clio Rally 5 di Vsport.

“L’esperienza con Toyota è stata bellissima” – racconta De Antoni – “e siamo cresciuti davvero molto, sia io che Martina. Abbiamo ottenuto ottimi risultati e, a parte qualche sfortuna di troppo, ci giocavamo le posizioni di alta classifica. Soddisfazioni uniche. Purtroppo i costi di questo programma sono diventati molto più importanti e ce la stiamo mettendo davvero tutta per poter ripetere questo trofeo prestigioso. Abbiamo cercato intanto di guardarci attorno, di trovare nuovi stimoli e, in attesa di fare un po’ di luce sul nostro destino, abbiamo deciso di provare questa nuova Renault Clio Rally 5. Secondo me ha un grande potenziale anche se sappiamo che non sarà semplice. Arriviamo da un anno intero guidando una vettura a trazione integrale mentre qui torneremo all’anteriore. Già lo scorso anno abbiamo lavorato sulla nostra capacità di adattamento e vedremo, il prossimo fine settimana, se avremo seminato nel modo giusto.”

L’edizione numero diciotto del Colli Trevigiani scatterà ufficialmente Sabato 19 Febbraio, verso il tradizionale orario di aperitivo, dal cuore di Cavaso del Tomba per la cerimonia di partenza.

Le ostilità sportive, quelle vere, si vivranno nella giornata successiva sulle classiche prove speciali di “Mostaccin” (8,53 km), “Montello” (7,34 km) e “Monte Tomba” (11,47 km), quest’ultima profondamente rivisitata nel suo tratto iniziale che partirà da Alano di Piave.

Tutti e tre i tratti cronometrati saranno disputati, in sequenza, per due passaggi consecutivi.

“A parte il Monte Tomba” – aggiunge De Antoni – “non conosciamo le altre speciali che compongono il percorso del Colli Trevigiani. Cercheremo di trovare un buon ritmo, sin dai primi chilometri, consapevoli del fatto che conosciamo poco la vettura e che sarà per me un debutto con il cambio sequenziale. Sarà un nuovo sfidante. Il percorso di gara mi piace e sarà sicuramente interessante correrlo a Febbraio. Ci saranno temperature molto più basse, rispetto a quelle alle quali siamo sempre stati abituati, ma questo ci permetterà di imparare in un nuovo contesto. Riuscire a salire in auto così presto è un privilegio e ci auguriamo di poter gratificare tutti quelli che continuano a credere in noi e nel nostro percorso di crescita sportiva. Non vediamo l’ora di vedere il primo semaforo verde e di darci dentro sulla prova di Mostaccin.”