La Dakar degli Italiani dopo la prima settimana

Giornata di riposo per gli equipaggi impegnati alla Dakar 2022. La prima settimana di gara ha emesso i primi importanti verdetti, soprattutto tra le auto dove lo squadrone Audi, dopo un prologo promettente, è andato in contro ad una vera e propria Caporetto con Sainz e Peterhansel ormai tagliati fuori dai giochi per la vittoria. Ma andiamo a scoprire come è andata la settimana dei nostri equipaggi in gara in Arabia Saudita, nelle varie categorie della Dakar.

Partiamo dai quad con Pietro Cinotto e Alberto Bertoli che chiudono la loro prima settimana di gara con un’onorevolissima quattordicesima posizione a oltre 6 ore dallo svedese Eriksson.

1° Eriksson – Rosegaard (SWE/NED – EKS South Racing) in 24h42’26”
2° De Olivera – Justo (BRA – South Racing Can-Am) a 21’35”
3° De Sadeleer – Metge (CHL/FRA – Team Galag) a 2h49’31”
14° Cinotto – Bertoldi (ITA – Xtremeplus Polaris Factoty Team) a 6h45’05”

Tra le auto, settimana difficile e impegnativa per i nostri portacolori. Andrea Schiumarini e Stefano Sinibaldi occupano la cinquantaseiesima posizione assoluta, mentre Silvio e Tito Totani chiudono la loro prima settimana di gara in cinquantottesima posizione assoluta.

1° Al-Attiyad – Baumel (QAT/FRA – Toyota Gazoo Racing) in 20h37’24”
2° Al-Rajhi – Orr (SAU/GBR – Overdrive Toyota) a 48’54”
3° Loeb – Lurquin (FRA/BEL – Bahrain Xtreme) a 51’56”
56° Schiumarini – Sinibaldi (ITA – R-Team) a 31h23’20”
58° Totani – Totani (ITA – Motortecnica Racing Team) a 32h53’54”

Tra i camion, diciottesima posizione assoluta a quasi otto ore di ritardo dalla vetta per i nostri Claudio Bellina, Bruno Gotti e Giulio Minelli.

1° Sotnikov – Akmadeev – Akhametzianov (RAF – Kamaz) in 22h25’45”
2° Nikolaev – Iakovlev – Rybakov (RAF – Kamaz) a 10’29”
3° Shibalov – Nikitin – Tatarinov (RAF – Kamaz) a 38’17”
18° Bellina – Gotti – Minelli (ITA – Italtrans Racing) a 7h47’54”

Tra le vetture classic queste le posizioni dei nostri portacolori: decima posizione per Matteo Radicioni e Marco Arnoletti (Mitsubishi Pajero), trentaseiesima per Guido Dallarosa e Luigi Capitani (Nissan Patrol 4.5), quarantaseiesima per Luciano Carcheri – Giulia Maroni (Nissan Terrano), quarantasettesima per Alberto Morganti e Gianluca Ianni (Mitsubishi L200), cinquantesima per Antonio Ricciardi e Marco Giannecchini (Mitsubishi Pajero), cinquantunesima per Corrado Pattono e Piermarco Arceni, cinquantaduesima per Andrea Alfano, Simona Morosi e Luca Macrini, sessantaseiesima per Stefano Calzi e Umberto Fiori, sessantottesima per Gian Paolo Tobia Cavagna e Gianni Pelizzola, ottantacinquesima per Rebecca Busi e Roberto Musi, ottantanovesima per Agostino Rizzardi e Albarto Vassallo, centoduesima piazza per Tomasso Castellazzi e Stefano Della Valle, 106° per Lorenzo Traglio e Adriano Furlotti, cento-quattordicesima posizione per Elio Moro e Elena Giaveri, vento-ventinovesimo assoluto Ernst Amort chiude in cento-trentaquattresima posizione Giacomo Clerici e Oscar Polli.