Dakar: c'è una Mini privata davanti alle ufficiali

Dakar: c’è una Mini privata davanti alle ufficiali

Grande sorpresa alla fine del primo giorno della Dakar. Contro ogni pronostico, la tappa è stata vinta da un pilota della Lituania, Vaidotas Zala, con una Mini privata. Vaidotas Zala ha battuto in scioltezza Stephane Peterhansel e Carlos Sainz, ottimamente terzo alla fine della prima tappa. Ma entrambi guidano Mini ufficiali.

Sainz ogni anno annuncia che si ritirerà, ma poi la passione ha il sopravvento e torna. Ma la Mini privata davanti è per lui una sfida. Il grande deluso di giornata è Nasser Al-Attiyah, sulla Toyota Hilux, partito molto forte al comando, ma successivamente rallentato da tre forature. Alla fine è arrivato quarto.

Alonso ha concluso ai piedi della top ten, rimediando un undicesimo posto assoluto con la Toyota a 15’27” da Zala. Lo spagnolo ha dovuto risolvere una foratura causata dalle pietre sul percorso. Dopo appena 60 chilometri, la Dakar di Romain Dumas ha preso fuoco: avvolta tra le fiamme è andata distrutta la sua DXX RD Limited.

Tutti gli occhi era puntati su Fernando Alonso. L’ex pilota della F1 è alla prima Dakar della sua carriera. Arrivare in fondo, evitando sciocchezze, per lui sarebbe una vittoria. Nella prima tappa della competizione mediorientale, che ha portato i piloti da Jeddah ad Al Waijh sul Mar Rosso, Alonso ha viaggiato con molta attenzione e ha ugualmente centrato un buon risultato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *