Da Inglesi ad Hämäläinen: copiloti che si iscrivono come piloti

Fatta la legge, trovato “l’inganno”, sempre che di questo si possa parlare. A quasi tutti sarà balzato agli occhi l’iscrizione di Reeta Hämäläinen, come pilota al recente Rally RACC disputato lo scorso fine settimana a Salou, in Catalogna. L’idea di iscrivere la Hämäläinen è venuta al team Toksport e al suo pilota Emil Lindholm, per aggirare il regolamento che prevedeva la partecipazione a sette eventi del Campionato.

Nei programmi iniziali del finlandese la gara catalana non c’era, ma dopo le vittorie ottenute da prima nel campionato nazionale finlandese (dove ha conquistato il titolo) e successivamente al rally di casa in Finlandia, Emil ha deciso di cimentarsi anche su un fondo a lui meno congeniale, l’asfalto. Da qui l’iscrizione come “pilota” per Reeta e come navigatore per Emil. Quanto fatto dal finlandese però non è una cosa inedita come si vuole far credere, un’avvenimento simile era già avvenuto nella stagione 2015 nel WRC2.

Nel 2015, infatti il nostro Max Rendina iscritto al WRC2, è ricorso allo stesso “escamotage” per aggirare il regolamento che prevedeva la partecipazione (con conseguente acquisizione di punti) a sole sei gare. Alla vigilia dell’ultimo round in Galles, essendo ancora in corsa per il titolo si iscrisse alla gara, ma mise Emanuele Inglesi nel ruolo di pilota (lui era teoricamente il navigatore). Naturalmente in gara poi i ruoli si sono invertiti, nonostante questo non riuscì a riconfermarsi campione del mondo Gruppo N, con il titolo che comunque restò in Italia con Gianluca Linari.

A livello di risultato la scelta fatta da Emil e dal team Toksport ha sicuramente pagato. L’equipaggio finlandese ha portato a casa una strepitosa vittoria nel WRC3 e conquistato un’ottima dodicesima piazza assoluta. Per Emil è stata la chiara dimostrazione di esser ormai pronto a giocarsi importanti chance per il titolo nel WRC2 per la prossima stagione, mentre il nome di Reeta rimarrà nelle classifiche del WRC3 e risulterà “elenco alla mano” vincitrice della categoria WRC3 in Spagna.

Semplice curiosità ad inizio carriera la coequiper finlandese (classe 1988) ha corso una gara da pilota, più precisamente l’Orimattila Ralli 2012 al volante di una Alfa Romeo 147. Nel 2015, i risultati validi per puntare al titolo WRC2 erano sei, motivo per cui il nostro Max Rendina dovete iscrivere come “pilota” in Galles, Emanuele Inglesi.