Luca Pedersoli e Anna Tomasi firmano la ''prima'' del Bardolino

CRZ3: tutti i dettagli del Rally del Bardolino

La macchina organizzativa del Rally del Bardolino edizione 2022 è oramai alle battute finali, e con le iscrizioni già aperte inizia la marcia di avvicinamento per questo atteso appuntamento valido come seconda prova della Coppa Rally Zona 3. La novità più interessante di questa edizione sarà un percorso di gara quasi equamente diviso tra la serata del 1 aprile e la giornata del 2, con tre prove speciali in programma il venerdì e le restanti quattro previste per il sabato, oltre ad un tracciato in parte rivisto per un rally che si presenta decisamente rinnovato. Il tutto però avente sempre come epicentro il paese di Bardolino, da sempre caposaldo del Rally Club Bardolino, organizzatore in collaborazione con il Prealpi Master Show.

Scendendo nei particolari di quello che sarà il percorso di gara, dopo le verifiche tecniche e d’ufficio e lo shakedown, previsti nella giornata di venerdì 1 aprile, i concorrenti prenderanno ufficialmente il via alle 19.01 dalla Località Bran di Caprino Veronese, per poi spostarsi subito a Bardolino alle 19.22 per una passerella sul Lungolago F. Lenotti di Bardolino, dove verranno intervistati sul palco appositamente allestito per l’occasione.

Il tempo dei saluti e la gara entrerà subito nel vivo, perchè appena passato il centro di Bardolino gli equipaggi dopo un chilometro e mezzo arriveranno in prova speciale alle 19.38 per la P.S. 1 con la tradizionale “Rally Club Bardolino”, la prova di casa, appuntamento immancabile per questa gara. La lunghezza di questo tratto cronometrato rispetto alle precedenti edizioni è di 400 metri più corto, in quanto la partenza è stata posticipata in modo da alleggerire il traffico sulla strada che porta ad inizio prova, causando così meno disturbo al normale flusso di veicoli. Questa prova verrà usata nel pomeriggio per tutta la sua lunghezza anche come shakedown.

Successivamente arriverà la P.S. 2 “Bardolino”, con il primo concorrente che entrerà alle 19.54. Sarà una prova speciale in parte inedita, non è mai stata percorsa nel senso di marcia previsto quest’anno, ed i primi due chilometri non sono mai stati proposti in gara. Siamo nell’entroterra di Bardolino in mezzo ai vigneti. E’ una prova che molti anni addietro era stata utilizzata anche per il Rally del Veneto e del Città di Bardolino. Sarà una speciale abbastanza tecnica, con tornanti, allunghi veloci a cui seguirà un pezzo abbastanza stretto fino a concludersi nell’entroterra di Incaffi.

Questa prova verrà poi riproposta sabato 2 aprile in occasione della P.S. 5 con il primo concorrente che prenderà il via alle 11.56.  In questa occasione la partenza della speciale verrà posticipata di 1,6 chilometri, questo per non recare disturbo alle abitazioni ed ai ristoranti presenti che proprio in quel fine settimana vedono l’apertura ufficiale della stagione turistica.

A chiudere la serata di venerdì ci sarà la P.S. 3 “Caprino Veronese”, prova speciale che parte dalla Località Castagnara di Caprino Veronese per concludersi a Ferrara di Monte Baldo. Un percorso classico, molto conosciuto ed apprezzato dai piloti per le sue caratteristiche. Il primo concorrente scatterà alle 20.34. Questa sarà anche la P.S. 7, la prova speciale di chiusura della gara, con il primo concorrente che sabato vi entrerà alle 16.05. La prima giornata di gara terminerà con il riordino notturno presso l’Azienda Agricola Guerrieri Rizzardi con la prima vettura che entrerà alle 21.39.

L’indomani sabato 2 aprile i concorrenti riprenderanno alle 9.00, con l’uscita del riordino notturno ed il passaggio in parco assistenza, per poi spostarsi alle 10.59 sulla P.S. 4 “Brenzone”, probabilmente la prova più impegnativa di tutta la gara, con gli equipaggi che partiranno da un’altezza di circa 100 metri sul livello del mare per poi scollinare nel punto più alto a quasi mille metri, dopo quattro chilometri di prova speciale tutti in salita dove i mezzi verranno messi a dura prova. Una strada molto coreografica, stretta, che in parte agli appassionati potrebbe ricordare il leggendario rally Tour de Corse, con le vetture che passeranno su di un suggestivo tratto scavato nella roccia. Dopo lo scollinamento inizierà un tratto in discesa di circa tre chilometri, con la strada che si allargherà e dove chi avrà pagato il debito di potenza della vettura in salita potrà colmare lo svantaggio grazie alle proprie abilità di guida. La stessa prova verrà poi ripetuta alle 15.01 con la P.S. 6.

L’arrivo del primo concorrente è previsto sempre nella giornata di sabato 2 aprile per le 17.15 nuovamente sul Lungolago F. Lenotti di Bardolino. Le gare si svolgeranno in sequenza, ed i concorrenti delle tre manifestazione faranno il medesimo percorso, con il Rally del Bardolino ad aprire la gara, seguito dal Rally del Bardolino Storico e per chiudere la Regolarità Sport del Bardolino Classic.

Il comitato organizzatore fin d’ora ci tiene a ringraziare i Comuni di Bardolino, Caprino Veronese, Affi, Ferrara di Monte Baldo e Brenzone sul Garda per la disponibilità ed il supporto dimostrati verso la gara e senza i quali il Rally del Bardolino non potrebbe vantare un percorso così ricco di fascino ed apprezzato da tutti gli sportivi.

Da sottolineare che da quest’anno tutte le procedure di iscrizione alle tre gare e le modalità di accredito stampa verranno effettuate attraverso il portale specializzato di Rally Enter. Tutte le modalità per le varie procedure sono indicate sul sito www.rallydelbardolino.it.

Una scelta voluta dagli organizzatori per guardare avanti in un periodo di sempre maggiore documentazione digitalizzata e sicuramente una velocizzazione delle procedure per gli equipaggi e gli organi di stampa già registrati presso il portale di Rally Enter.