Andrea-Spataro-Rally-dei-Laghi-2022

CRZ2: Andrea Spataro firma il Rally dei Laghi

La CRZ2 si è aperta con il 30° Rally dei Laghi, gara che ha visto il successo di Andrea Spataro e Alessia Muffolini a bordo della Skoda Fabia Rally2 Evo dell’Erreffe Rally Team. Il duo della Skoda nel corso del weekend varesotto ha dovuto fare i conti con un Giò Di Palma davvero inspirato al volante della Volkswagen Polo R5. Purtroppo sull’ultimo tratto cronometrato, l’equipaggio Di Palma-“Cobra” andava incontro alla rottura dell’idroguida della Polo perdendo 54″ e con essi la gara. La vittoria finiva così nelle mani di un incredulo Spataro, il quale andava ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro di un rally che cercava di conquistare dal lontano 2009, visto che in precedenza aveva raccolto solo qualche podio senza mai conseguire il meritato successo.

“Sono contento per una vittoria che ho sempre cercato quale principale obiettivo della mia carriera”, ha dichiarato Spataro sul palco d’arrivo. “Onestamente sono dispiaciuto perchè è giunta in un modo rocambolesco quando doveva essere meritatamente Di Palma che reputo il più veloce pilota italiano. I rally però sono così e la sfortuna non guarda in faccia nessuno. Io ho sbagliato rischiando di compromettere la gara e alla fine è andata bene: sono felice, incredulo, commosso!”

Come detto, in seconda posizione troviamo la Polo di Giò Di Palma e “Cobra”, autori di una gara maiuscola, priva di errori e dove solo la sorte gli ha negato la gioia della vittoria. “Non riuscire a vincere una gara così fa male al morale. Negli annali non resterà il nostro nome ma sappiamo di esser andati forte. Dispiace davvero anche se non ho nulla da rimproverare al team HK che è stato perfetto: i mezzi meccanici si possono rompere anche se li si cura maniacalmente.” Il podio è completato da un ottimo “Beppe” Freguglia, al rientro nel mondo dei rally dopo una pausa di quasi tre anni, al volante della Skoda Fabia della PA Racing.

Ai piedi del podio troviamo la Skoda Fabia di Pensotti-Broglia, ma da sottolineare è il quinto posto assoluto di Andrea Crugnola con la piccola Peugeot 106. Il campione italiano 2020, tra i prossimi protagonisti del tricolore sulle strade del Ciocco, ha dato fondo a tutta la sua classe riuscendo a mettersi alle spalle vetture di ben altro livello, oltre a cogliere anche il successo tra le 2 Ruote Motrici. A seguire, rispettivamente al sesto, settimo ed ottavo posto della generale, le tre Skoda Fabia di Fiorenti-Guzzi, Freducci-De Rosa e Varisto-Baruffi. Chiudono i primi dieci la Renault Clio S1600 di Re-“Regina” e la Clio Williams di Gianesini-Belfiore.

Tra le storiche la vittoria è andata a Enrico “Chicco” Volpato e Samuele Sordelli su Ford Escort, i quali hanno preceduto la Volkswagen Golf di Manetti-Manghera e l’Opel Manta GTE dei piemontesi Cortese-Quaglia.