Il podio del Rally del Tirreno 2021

CRZ 8: eccezionali ”Profetino” e Raccuia al Rally del Tirreno

A bordo di una Skoda Fabia Evo, Alessio Profeta e Sergio Raccuia hanno domincato il 18° Rally del Tirreno, quarto round della CRZ 8, terminato questa mattina. L’equipaggio Aci Team Italia, nei colori Island Motorsport, che partecipa al Campionato Italiano Rally, ha vinto tutte le prove speciali in programma.

Al secondo posto gli ottimi Andrea Nastasi e Graziella Rappazzo. Terzo al rientro dopo un anno di sosta dalle gare, Marcello Calandrino con Mirko Lo Piano sulla seconda Skoda iscritta dalla Phoenix.

Quarta piazza del veterano Bartolomeo Mistretta, con Alessandro Anastasi sulla Renault Clio di classe R3C. Quinta eccellente piazzaper Antonino Armaleo e Paolo Guttadauro, vincitori della classe K10 sulla Citroen Saxò in versione Kit nonostante scelte iniziale scelte errate di coperture. Carmelo Molica Franco, sesto e primo di classe, è rimasto soddisfatto dalla Renault Clio Super 1600 che ha diviso con Carmen Grandi. Settimi, e secondi di classe R3C, Giuseppe Nicoletti e Salvatore Cancemi. Ottava posizione per i figli d’arte Ernesto Riolo e Giorgio Genovese (Targa Racing Club) con la Peugeot 208 in versione Turbo con i colori della CST Sport.

Giuseppe Nucita e Bernardo Di Caro hanno vinto la classe R2B su Ford Fiesta Mk8 grazie alla nona posizione assoluta. Chiude la Top Ten l’equipaggio Luca Ferro-Francesco Vercelli con la seconda delle vetture Kit piazzate, una Peugeot 106.

Nei gruppi e nelle classi: in gruppo A successi per il Team Phoenix. In A7 svetta Angelo Onofrio Sturiale con alle note Giulia Gentile sulla Renault Clio , in A6 Marco Calderone e Nicolino Mangano e in A5 Vittorio Tamà e Giancarlo Spadaro, entrambi con le Peugeot 106.

Buono l’esordio al volante di Maurizio Messina navigato da Giuseppe Scibilia, sulla Peugeot 208 della Phoenix di classe R2B, con Cannino e Buscemi in seconda piazza e Gangemi e Di Stefano in terza.

Vittoria di gruppo N e di classe N3 per Maurizio Rizzo-Massimo D’Angelo con la Renault Clio Rs del team Phoenix. Giuseppe Gangemi e Vincenzo Aprile (Peugeot 106 del Team del Mago) hanno avuto la meglio nell’affollata N2, con 19 vetture. Daniele Pino e Alessio La Scala hanno portato al successo della classe N1, la 106 delle Phoenix. Vittoria in Rs Plus del già campione di zona, Paolo Celi, con Domenico Malino sulla Citroen Saxo 1.6.

Solo tre prove speciali a causa di altrettante neutralizzazioni al 5° Tirreno Historic Rally. Vincono Marco Savioli e Devis sulla Porsche 911 di 2° raggruppamento. Angelo Galletta e Giovanni Marino con la R5 gt Turbo hanno vinto il 4° raggruppamento, Mauro Lombardo-Rosario Merendino hanno prevalso nel 3° con l’altra Porsche. Rtirato Antonio Di Lorenzo che aveva vinto la seconda delle speciali valide. Bello l’assolo di Letterio Oliva e Giovanni Bonafede sulla Bmw 2002 Ti.

Ad accogliere la carovana dei partecipanti la cittadina di Villafranca Tirrena, che ha ospitato il quartier generale della manifestazione. La Top Competition, nella persona della presidente Maria Grazia Bisazza, durante la premiazione ha ringraziato l’Amministrazione comunale e tutti coloro i quali, tra addetti ai lavori, ufficiali di gara e commissari, si sono adoperati per la riuscita dell’evento.

Top ten assoluta del 18° Rally del Tirreno

1 Profeta-Raccuia (Skoda Fabia Evo) in 35’29”24; 2 Nastasi- Rappazzo (Peugeot 207 Super 2000) a 1’40”8; 3 Calandrino-Lo Piano (Skoda Fabia) a 2’07”3; 4 Mistretta-Anastasi( Renault Clio) a 2’11”1; 5 Armaleo –Guttadauro (Citroen Saxò) a 2’17”6; 6 Molica-Grandi (Renault Clio S1600) a 2’19”7; 7 Nicoletti-Cancemi (Renault Clio) a 2’23”6; 8 Riolo-Genovese (Peugeot 208 R2C) a 2’25”4; 9 Nucita-Di Caro (Ford fiesta Mk8)a 2’39”2; 10 Ferro-Vercelli (Peugeot 106) a 3’01”0.

Attualità, storie, storia e passione: in edicola e in digitale

Copertina RS e oltre agosto 2021