Medici-De Luis - Foto Roberto Morello

CRZ 5, Rally di Salsomaggiore a Medici-De Luis

Davide Medici e Daniele De Luis (nella foto Roberto Morello) sono i vincitori della 5° edizione del Rally di Salsomaggiore Terme, gara valida per la Coppa Rally Aci Sport di zona, per il Michelin Zone Cup e per i trofei N5 e Bmw che si è svolto nell’ultimo week-end con partenza e arrivo dall’elegante città termale. La gara che ha visto al via 143 concorrenti nel rally moderno, 26 nello Storico e 20 nella Regolarità Sport è scattata sabato pomeriggio e ha subito offerto un suggestivo prologo con l’inedita prova spettacolo cittadina, un tratto lungo poco meno di due chilometri e mezzo che metteva subito in luce Antonio Rusce e Giulia Paganoni a bordo di una Skoda Fabia R5 vincitori di questa gara nel 2019 e 2020.

Alle loro spalle su questa prima prova concludeva la Wolskwagen Polo dei bresciani Luca Pedersoli e Anna Tomasi e i reggiani Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba a bordo di una Skoda Fabia. La competizione riprendeva la Domenica dove erano le condizioni meteo la principale insidia per i concorrenti con la pioggia caduta nella tarda serata di sabato e nelle prime ore del mattino. Veniva annullato il primo passaggio sulla nuova “Terme di Tabiano” a causa delle vetture di alcuni spettatori parcheggiate in una zona ritenuta non sicura.

Ne approfittava subito Davide Medici il quale nonostante usasse per la prima volta le Pirelli sulla pioggia azzeccava il set up della sua vettura e vinceva il primo passaggio sul parziale di Pellegrino Parmense ripetendosi anche nella successiva “Varano De Melegari” conquistando la testa della classifica. La reazione avversaria tuttavia non si faceva attendere con Pedersoli che era il più veloce sulla ripetizione della “Terme di Tabiano” e sul secondo passaggio a Pellegrino Parmense. Medici tornava in cattedra ai Varano mantendo un vantaggio che gli permetteva di gestire la sua leader ship fino alla fine. Alle spalle dell’equipaggio Skoda del Team Erreffe che si aggiudica tre delle nove prove disputate concludono Luca Pedersoli e Anna Tomasi staccati di 13”4 al via per una gara test in vista del Rally Mille Miglia .Il driver bresciano vincitore di due ps è stato anche protagonista di una toccata ad una chicane nel corso della settima prova.

Sul terzo gradino del podio con un ritardo di 14”4 salgono Antonio Rusce e Giulia Paganoni in gara sulla Skoda Fabia che non usavano da oltre un anno. Un risultato conquistato dopo la vittoria oltre che nel corso della prova cittadina anche negli ultimi passaggi sulle “Terme di Tabiano” e “Pellegrino Parmense” e sulla prova conclusiva di Varano in una sfida vibrante con Roberto Vellani e Silvia Miletti vincitori su queste strade lo scorso anno, protagonsiti di una gara bella e sfortunata conclusa con un testa coda nel corso della nona prova speciale che ha fatto perdere al driver di Munaretto parecchie posizioni nell’assoluta.

Quarta invece la Skoda Fabia firmata Collecchio Corse di Fausto Castagnoli e Enrico Bracchi i quali grazie al quinto tempo assoluto parziale nel corso dell’ottava prova speciale superavano Matteo Musti e Nicolò Gonella . Parlando di Musti va sottolineato che il pavese risaliva dopo qualche tempo una vettura moderna la Skoda Fabia, con la quale ha immediatamente il giusto feeling e nella seconda parte di gara ha sfoderato la sua solita intraprendenza con alcuni riscontri cronometrici interessanti. Roberto Vellani e Silvia Maletti dopo la disavventura finale concludono con il sesto posto finale una gara che come detto sempre fra i protagonisti. Franco Rossi e Alessandra Avanzi sono settimi a bordo della Hyundai I20 gli unici insieme a Pedersoli a riuscire a rompere l’egemonia Skoda nella top ten. Ottavi assoluti concludono David Tanozzi e Irene Bubola al via sulla Skoda Fabia seguiti nella generale da Giorgio Leuratti e Lorenzo Del Rio anche loro sulla vettura Ceca. Moreno Cambiaghi e Matteo Sanfilippo sono autori di una prestazione impeccabile e portano la Renault Clio R3 al decimo posto assoluto.