Rally Bellunese 2019

CRZ 4: si accendono i motori del Rally Bellunese

Al 36° Rally Bellunese la giornata è iniziata molto presto. Con le prime luci del giorno la macchina organizzativa predisposta da Asd Tre Cime Promotor era già in piena attività e a partire dalle 7.00, al Centro parrocchiale di Lentiai, quartier generale della gara d’apertura della Coppa Rally 4^ zona, è iniziato il via vai di equipaggi per il ritiro dei road book, strumento “di lavoro” indispensabile per affrontare le ricognizioni (dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00) e programmare la competizione.

Al centro accrediti e triage, dalle 18 alle 21 e domani dalle 7.30 alle 16.30 con accessi regolamentati, è programmata la consegna del materiale di gara, previo rilevamento della temperatura corporea e consegna delle autocertificazioni di ciascun partecipante all’evento, secondo quanto stabilito dallo specifico protocollo ACI Sport per il contenimento del Covid-19. I motori delle auto da competizione, quest’anno davvero di eccellente livello, si accenderanno a partire dalle 14.30 di domani, quando lungo un tratto della PS 1 “Lentiai”, in via Felice Cavallotti, ci sarà spazio per lo shakedown, il facoltativo test preliminare che ha ottenuto l’adesione della quasi totalità degli equipaggi iscritti alla gara.

A proposito di equipaggi, ricordato che mai in passato, in ben 46 anni di storia, il Rally Bellunese aveva registrato una così massiccia partecipazione di vetture della classe “regina” (le vetture R5 iscritte sono 22: dalle Hyundai i20 di De Cecco, Turk e Bravi, alle Volkswagen Polo di Signor e Silva; dalla Ford Fiesta di Casanova alla Peugeot 208 di Ceccato; allo stuolo di Skoda Fabia dei vari Spagolla, Peruch, Paris, D’Agostini, Lovisetto, Lorenzon, Pellizzari, Pizzato, Della Maggiora, Cescutti, Martinelli, Cobbe, Zamberlan, Pasquali e “Rafi”), l’assoluta qualità dell’edizione numero 36 del “gioiellino” di Asd Tre Cime Promotor è assicurata anche nelle altre classi.

Ad esempio in Super1600 si daranno battaglia gli alfieri delle Renault Clio Menegatti, Casarotto, Bizzotto, Bulfon, Beltramini, Mondin Andirolo con la Citroen C2. Interessante il duello annunciato in R2C fra i giovani Matteo De Barba (Peugeot 208) e il tedesco Renè Noller (con al debuttante in Italia Opel Corsa R4), mentre nella ben più popolata R2B le Ford Fiesta di Dal Col, Zanotto e Ianesi sfideranno le Peugeot 208 di Finotti, Sanapo, Miranda, De Sabbata e la Citroen C2 del tedesco Mike Ebert. Ben 22 equipaggi in lizza si contano nella ProdS2, con le Peugeot 106 a farla da padrone nella sfida “fratricida” con le Citoren Saxo. In questo nutrito plotone occhio a Dal Ben, Sbalchiero, Doriguzzi Breatta, Zanella, Vello e, perché no, a Micheletto e Pradegan.

Copertina RS e oltre maggio 2021