La partenza da MonteCarlo dell'Africa Eco Race

Africa Eco Race: equipaggi partiti da MonteCarlo

Sono partiti il 30 dicembre 2018, dal molo Antoine 1er di Monaco, i circa cento equipaggi che si sfideranno alla nona edizione dell’Africa Eco Race: motociclette, buggies, vetture 4X4 e camion hanno invaso il Principato nel luogo ove normalmente parcheggiano le WRC o le Formula1. Tantissima gente a gustare il via di questa gara che vedrà l’effettiva partenza del cronometro all’arrivo del primo gennaio 2019 a Nador in Marocco, dopo la traversa con il tragetto della Grandi Navi Veloci “Cristal”: era presente con la bandiera del via, quale madrina dell’evento, Adriana Sklenaříková, ex moglie del noto calciatore Karembeau, a testimonianza di un crescente interesse, anche mediatico, della manifestazione che si concluderà il 13 gennaio in Senegal a Dakar.

Dodici giorni di gara per circa 6.000 chilometri di cui 4.000 di speciali: dune, miste a sterrati e sabbia con difficoltà elevata di navigazione rendono questa gara davvero unica. Circa trenta le nazionalità dei piloti presenti, un vero record e non mancano gli italiani che sono una dozzina e tra questi Alessandro Botturi, pilota ufficiale Yamaha Italia. Tra i camion è presente Tomas Tomecek, tre volte vincitore della gara a bordo del suo Tatra con la particolarità di correre senza un navigatore e senza un meccanico. C’era un grosso sorriso sul volto di Jean-Louis Schlesser, il capo dell’Africa Eco Race: effettivamente la carovana che si dirige in Africa è composta da oltre 220 veicoli e oltre 600 persone, numeri che non possono che evidenziare la riuscita della manifestazione ancora prima di cominciare la disputa tra le dune africane.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?