Luca Rossetti

Luca Rossetti all’Italian Baja d’Autunno

Una ghiotta notizia per i pordenonesi appassionati di rally e fuoristrada. Ma una “bomba” sportiva e mediatica anche per il motorismo tricolore in generale. Luca Rossetti, in arte Super Rox, farà il suo debutto nel Campionato Italiano Cross Country all’Italian Baja d’Autunno, nei prossimi 16 e 17 novembre. Il friulano è iscritto con un Isuzu T1 della Jazz Tech Off Road di Lorenzo Cenzi, assieme alla navigatrice Eleonora Mori.

L’idea è nata quasi per caso, ma ha preso subito dei risvolti concreti non appena il driver gestito da Loran, cresciuto a Prata e trapiantato in Valtellina per amore, si è accordato con il preparatore padovano. Identica la loro voglia di mostrare al mondo che sanno guardare più in là, rischiare e giocare con le quattroruote. Uno in officina e in parco assistenza, l’altro col volante in mano e il piede destro a percussione. “Facciamo questa gara e vediamo come va prima di fare progetti futuri” sogghigna Cenzi, assicurando che il suo mezzo “è ancora performante come quando Marku Allen l’ha portato alla Dakar una decina di anni fa”. Aspettare per credere.

Tra meno di un mese alla Baja d’Autunno ci penserà Rossetti a mettere alla frusta l’Isuzu, con quella grinta e determinazione che gli sono valsi tre titoli europei rally, uno scudetto tricolore, un campionato turco, due International Rally Cup e una miriade di successi qua e là, ovunque ci fosse da intraversare a derapata e controsterzo. Adesso il Campionato Italiano Cross Country gli propone una nuova avventura cominciando proprio dalle radici friulane destra Tagliamento, lui che ha vinto in Piancavallo ammirando dall’alto soprattutto le grave di Cellina e Meduna.

Avrà come avversari gli specialisti delle ruote artigliate e dei fondi sconnessi, che daranno il massimo per tenere a bada l’intruso di rango. Ma le sfide sono il sale della vita per Super Rox fin da quando lo chiamavano “enfant prodige” e volevano canzonare quel ragazzo ambizioso che ambiva a diventare campione del mondo. Impresa impossibile senza mamma Fiat o Lancia in servizio permanente e amen. Ora un nuovo orizzonte si profila, emozioni e spettacolo sul set del Valvadrom.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?