Simone Miele al Rally del Rubinetto 2019

Coppa Rally di Zona 1: attese sfide al Rally del Rubinetto

L’autunno è il tempo delle castagne, degli alberi variopinti ma anche di Rally del Rubinetto. Ormai è un classico imperdibile il rally della Pentathlon Motor Team e della Scuderia New Turbomark che quest’anno sono chiamati ad un nuovo quanto duro lavoro.

La corsa, che si disputerà i prossimi 3 e 4 ottobre, sarà valevole per la Coppa Rally di Zona con coefficiente 1,5 e consentirà la possibilità di partecipazione anche alla potenti World Rally Car Plus già viste in azione quest’anno in altre gare italiane e solitamente protagoniste nel mondiale rally.

Rispetto agli anni passati, gli organizzatori hanno dovuto rimescolare le carte viste le rigide disposizioni legate al Covid-19: la corsa si svilupperà su due giornate che in totale conteranno 61 chilometri suddivisi in sette prove speciali ma bisognerà capire come andranno gestite giacché allo stato attuale, non è prevista la presenza di pubblico lungo le prove speciali.

Le iscrizioni del rally, che avrà sempre in San Maurizio d’Opaglio il suo head quarter, si apriranno il giorno 4 settembre e si chiuderanno il 23 dello stesso mese. La corsa darà spazio ai pretendenti dell’R Italian Trophy, del Pirelli Academy e del Trofeo Michelin.

Nel 2019 il Rally del Rubinetto ha contato ben 154 iscritti ed il suo elevato standard qualitativo è valso la nomina come miglior gara piemontese dell’anno.

Il lavoro che attende Pentathlon Motor Team e New Turbomark è notevole soprattutto perché la corsa nelle recenti edizioni ha riguardato ben tre province- Novara, Vercelli, VCO. Non resta che attendere il gong che sancirà l’apertura delle iscrizioni ed il fatidico conto alla rovescia che porterà al weekend di gara. Ottobre è vicino, il Rally del Rubinetto… pure!