Motore endotermico Hyundai WRC

Clamoroso: Hyundai dice addio al motore endotermico

Hyundai ha messo fine allo sviluppo di nuovi motori endotermici. La notizia arriva dalla stampa coreana, e in particolare dal quotidiano Korea Economic Daily, il quale afferma che il gruppo ha chiuso il reparto propulsori all’interno del suo centro di ricerca e sviluppo a Namyang.

La testata riporta a conferma una mail inviata da Park Chung-kook, capo del reparto motori endotermici, ai propri dipendenti. “Abbiamo raggiunto grandi traguardi nello sviluppo dei nostri nuovi propulsori, ma ora è arrivato il momento di concentrarci sull’elettrificazione. Dobbiamo cambiare sistema per consentire l’innovazione e il passaggio verso il futuro, basandoci su quanto abbiamo creato in passato” si legge nella comunicazione inviata dal manager.

Il gruppo coreano, quindi, sembra porre fine allo sviluppo di nuovi propulsori endotermici puri, per concentrarsi esclusivamente sulle soluzioni ibride ed elettriche. Una decisione che, ad ogni modo, non deve essere letta come un addio imminente alla commercializzazione di alimentazioni a combustione.

Creato nel 1983, il centro motori all’interno del compresso di Namyang è stato alla base di tutti i motori a combustione sviluppati dal brand, compresi i recenti 1.6 e 2.0 turbo montati sulle versioni N di i20, i30 e Kona.