CIWRC: tripletta di Luca Pedersoli a San Martino

Il Rally San Martino di Castrozza ha dimostrato di essere il terreno di caccia ideale di Luca Pedersoli e della sua Citroen DS3 WRC. Il bresciano, affiancato da Anna Tomasi, ha iscritto per il terzo anno consecutivo il proprio nome nell’albo d’oro della gara dolomitica, cogliendo inoltre il suo terzo successo stagionale. Ricordiamo che l’annata si era aperta in maniera più che positiva, con due vittorie nelle prime due gare, per poi incappare in un periodo alquanto sfortunato a causa dei ritiri di Alba e del Marca.

Il rally trentino si presentava, dunque, come una sorta di “ultima spiaggia”, e il due volte Campione Italiano WRC non si è fatto sfuggire l’occasione, mettendo in scena una gara magistrale, condita da quattro tempi scratch sulle sei prove in programma. Tutto ciò gli ha permesso di conquistare un successo importantissimo che lo rilancia prepotentemente nella lotta per la conquista dello scudetto dedicato alle World Rally Car.

Sul secondo gradino del podio sono saliti Luca Rossetti e Manuel Fenoli, al volante della Hyundai I20 R5 della BRC. L’ex campione italiano ed europeo ha provato fino in fondo ad insidiare la leadership di Pedersoli, facendo segnare per due volte il miglior tempo sulle prove di Val Malene e Passo Manghen, ma nella decisiva prova di Gobbera il bresciano della Citroen respingeva gli attacchi portati dal portacolori della Hyundai e quest’ultimo non doveva fare altro che “accontentarsi” della medaglia d’argento a 11″1 dal vincitore.

La terza posizione è finita nelle mani di Andrea Carella, navigato da Elia De Guio, a bordo della Skoda Fabia Rally2 Evo. La gara del piacentino è stata condizionata fin dall’inizio da una scelta errata di gomme, visto il tempo ballerino, uscendo dal parco assistenza con due pneumatici da bagnato come scorta, i quali si sono rivelati ben presto una sorta di “zavorra” con l’uscita del sole. Nonostante questo, porta a casa punti pesanti che gli consento di rimanere in vetta al campionato, quando al termine di quest’ultimo manca solo più il Rally di Como.

Ai piedi del podio troviamo la Citroen DS3 WRC del locale Matteo Daprà, il quale ha sfruttato a pieno la conoscenza delle prove trentine. La quinta e sesta posizione sono state ad appannaggio delle Skoda Fabia del piemontese Alessandro Gino e del molisano Giuseppe Testa. Settima posizione per uno sfortunato Corrado Fontana, navigato per l’occasione da Giovanni Agnese, con la Hyundai I20 NG WRC.

Il comasco, campione italiano WRC in carica, dopo essere rimasto in gioco per la vittoria per tutto il loop mattutino, accusava una foratura sulla ripetizione del Passo Manghen perdendo circa un minuto e con esso ogni possibilità di puntare alla vittoria. Risultato che non gli consente di rimanere in corsa per il titolo, visto che saranno Carella (66,5 punti), Pedersoli (63,75 punti) e Rossetti (60,75 punti) a battagliare per la vittoria del campionato a Como, gara che inoltre offrirà un punteggio a coefficiente 1,75.

Ottima prestazione di Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi, ottavi assoluti all’esordio sulla Skoda Fabia R5. Chiudono i primi dieci Claudio Arzà (Skoda Fabia) e Antonio Rusce (Skoda Fabia). Come sottolineato in precedenza, il CIWRC farà tappa a Como (22-23 ottobre) per il gran finale di stagione.