CIWRC 2020: al Rally Elba delle vince Corrado Fontana

CIWRC 2020: al Rally Elba delle sorprese vince Corrado Fontana

Vittoria sull’isola elbana per Corrado Fontana e Nicola Arena con la Hyundai I20 WRC davanti alla Citroen DS3 WRC di Miele-Mometti e alla vettura di Rossetti-Fenoli. Live sul sito di ACI Sport e sui canali facebook del Campionato ItalianO WRC e Coppa Rally di Zona

Fontana in testa alla classifica, out Nucita

Prosegue la pioggia di emozioni al Rallye Elba. Due i colpi di scena alla penultima prova della gara livornese che movimentano la classifica in vista del passaggio decisivo sul Monte Perone. Lo scratch sulla PS5 “Lavacchio-San Piero” è di Simone Miele su Citroen DS3 WRC, ma l’acuto più significativo è di Corrado Fontana (Hyundai i20 WRC) che chiude con appena due decimi in prova dal varesino ma si piazza in testa alla classifica assoluta di gara. Il lariano infatti riesce a scavalcare Luca Rossetti (i20 R5) e aggiungere 6.6” di distacco proprio sul friulano. 

In entrata di questa prova speciale invece si ritira definitivamente Andrea Nucita (i20 R5) che, dopo il gap di 5′ pagato alla prova iniziale per la rottura dell’idroguida, si è fermato a causa di altre noie in trasferimento. La somma di queste due sfortune lascia al siciliano poche possibilità, costringendolo al ritiro. 

Qui i tempi live

Fontana si aggiudica la Due Mari

Subito battaglia all’inizio della seconda e decisiva giornata di gara al Rallye Elba. Si accende in vista del finale lo scontro tra i big del Campionato Italiano WRC, qui presenti per il terzo round stagionale. In vetta alla classifica assoluta c’è ancora Luca Rossetti, che insieme a Manuel Fenoli sta mantenendo il vantaggio guadagnato nelle prove di ieri in notturna. La sua Hyundai i20 R5 è davanti a tutti con il tempo di 45’07.3.

Luca Rossetti: “Tanti cambi di aderenza non avevo capito grip, ho spinto molto. Alle prossime due prove ce la giocheremo alla pari.”

Secondo alle sue spalle Corrado Fontana con Nicola Arena su Hyundai i20 WRC, che ha segnato il miglior crono sulla “Due Mari” (22,43 km) grazie al quale ha limato ben 6’’ da Rossetti. Ora il distacco tra i due è di 3.8’’ a favore del friulano, un margine che lascia gli scenari aperti in vista del gran finale sulle ultime due prove di questo Elba: prima la “Lavacchio-San Piero” (14,22 km) poi la decisiva “Perone” (9,26 km) sul monte che ancora una volta deciderà il rally sull’Isola livornese.

Corrado Fontana: “Abbiamo trovato ottimo setup. Qui ci siamo presi qualche rischio, abbiamo attaccato e alla fine ha funzionato. Su questo tipo di prove R5 e WRC sono molto vicine in termini di prestazioni, quindi vedremo. C’è tutto per divertirsi.”

Terzo al momento Simone Miele con Roberto Mometti su Citroen DS3 WRC a +11’’ dal vertice seguito da Luca Pedersoli con Anna Tomasi su stessa vettura, appena 1.2’’ dietro. Sarà interessante anche seguire questo duello per il podio assoluto, con i due equipaggi che possono comunque coltivare anche ambizione da vertice.

Simone Miele: “Siamo andati molto forte anche rispetto allo scorso anno e anche stavolta Corrado Fontana ci ha dato lo stesso distacco. Pensavo di avere più grip sul monte, ma ho visto sia i cambi di grip che le tracce di Luca Rossetti davanti quindi ho capito che ci sarebbe stato da remare. Ora vediamo se, sulle stesse strade, possiamo aumentare il passo.”

Luca Pedersoli: “Partiti quarti abbiamo perso molto tempo ieri alla prima speciale. Ora ci stiamo concentrando in ottica di Campionato. Sia Fontana che Rossetti non hanno nulla da perdere e se la giocheranno fino all’ultimo. Bravi loro. Noi stiamo a guardare, tifo Corrado e spero bene per lui. Io guarderò soprattutto a Simone Miele e cercherò di provare ancora a limare il gap.”

Dietro ai top, con un margine di 27.5’’, c’è Andrea Carella il piacentino che con Enrico Bracchi su Skoda Fabia R5 si stanno assicurando il primo posto per la Coppa Rally di Zona (6^Zona).

Andrea Carella: “Sono contento, siamo lì con le WRC e Rossetti quindi una gran soddisfazione. Purtroppo peccato per ieri dove Nucita, per sua sfortuna e ci dispiace per lui, ha perso molto olio e noi abbiamo pagato qualche secondo. Ora sta andando bene ma devo ragionare sia in ottica di Campionato che di Coppa, quindi voglio rimanere concentrato.”

Appaiati alle spalle di Carella in lotta per il podio di CRZ, vanno avanti i due piloti elbani Andrea Volpi e Francesco Bettini, entrambi alla guida di Skoda Fabia R5. I driver di Portoferraio, molto attesi dal pubblico di casa, non si stanno risparmiando, anzi si preparano alla sfida finale. 20’’ i secondi che separano i due in classifica a vantaggio di Volpi, che proverà a resistere agli attacchi del rivale sulle ultime due piesse.

Completano la top ten assoluta il ceccanese Stefano Liburdi ed il giovane Lorenzo Grani, entrambi su Skoda Fabia R5, in crescita in questa seconda parte di rally.

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLYE ELBA DOPO PS4: 1. Rossetti-Fenoli (Hyundai I20 Ng R5) in 45’07.3; 2. Fontana-Arena (Hyundai New I20 WRC) a 3.8; 3. Miele-Mometti (Citroen DS3 WRC) a 11.0; 4. Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3 WRC) a 12.2; 5. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) a 27.5; 6. Volpi-Maffoni (Skoda Fabia R5) a 1’08.9; 7. Bettini-Acri (Skoda Fabia R5) a 1’28.3; 8. Maestrini-Farnocchia (Volkswangen Polo R5) a 1’44.9; 9. Liburdi-Colapietro (Skoda Fabia R5) a 2’30.8; 10. Grani-Lombardi (Skoda Fabia R5) a 2’36.3;

Si vola verso il rush finale del Rally Elba 2020

Riparte alle 9.36 la 53esima edizione del Rallye Elba con la PS3 “Due Mari” (22,43 km). Dopo la prima giornata di rally andata in scena sul versante orientale dell’Isola, la corsa si è spostata ora sul lato opposto attorno al Monte Perone che, come di consueto, deciderà le sorti dell’appuntamento organizzato da AC Livorno Sport.

Tre le prove speciali in programma fino al traguardo finale, con la lunga di giornata che, dopo un primo passaggio in versione integrale, verrà poi suddivisa in due diverse piesse la “Lavacchio-San Piero” (14,22 km) start ore 12:36 e appunto la “Perone” (9,26 km) ore 15:36. Questa la situazione attuale della classifica assoluta con Rossetti-Fenoli (Hyundai i20 R5) in testa, mentre Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) comandano la graduatoria per la CRZ.

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLYE ELBA DOPO PS3: 1. Rossetti-Fenoli (Hyundai I20 Ng R5) in 30’29.7; 2. Miele-Mometti (Citroen DS3 WRC) a 10.0; 3. Fontana-Arena (Hyundai New I20 WRC) a 10.0; 4. Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3 WRC) a 11.9; 5. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) a 25.1; 6. Volpi-Maffoni (Skoda Fabia R5) a 43.0; 7. Bettini-Acri (Skoda Fabia R5) a 1’07.7; 8. Maestrini-Farnocchia (Volkswangen Polo R5) a 1’26.5; 9. Liburdi-Colapietro (Skoda Fabia R5) a 1’39.5; 10. Grani-Lombardi (Skoda Fabia R5) a 1’51.2;

La prima giornata si chiude nel segno di Rossetti

La prima giornata del Rallye Elba si chiude come si era aperta, con l’esclamativo di Luca Rossetti. Il driver friulano ha aperto le danze aggiudicandosi la lunga “Volterraio-Cavo”, poi è rimasto in scia di Luca Pedersoli (Citroen DS3 WRC) sulla seconda prova, fino a chiudere la serata con lo scratch sulla “Volterraio”. Il successo su due delle tre prove iniziali della gara organizzata da AC Livorno Sport porta quindi Rossetti affiancato da Manuel Fenoli su Hyundai i20 R5 al comando della classifica assoluta con un vantaggio consistente di 10’’ complessivi su tutti.

Luca Rossetti: “Andata molto bene. Abbiamo fatto tre belle prove, specialmente la prima. Ottimo grip con le gomme nonostante gli asfalti elbani sono notoriamente difficili. Abbiamo voglia di riscattare la prestazione di San Martino. Le strade di domani saranno decisive e sicuramente dobbiamo manterene il ritmo visto che le WRC saranno avvantaggiate a tratti. Tutto sommato meglio andare a dormire con 10’’ di vantaggio piuttosto che con 10’’ da recuperare.”

Simone Miele: “Credevo di soffrire un po’ la notte. Invece poi è andata bene. Purtroppo siamo andati lunghi sul Volterraio, ma comunque abbiamo mantenuto la seconda posizione assoluta.”

Luca Pedersoli: “È iniziata molto male, siamo entrati sulla prima prova con la pressione bassa della posteriore sinistra, con la valvola rotta, dove eravamo a rischio stallonamento. Queste sono gare dove si gioca sul filo dei secondi e speriamo che questo episodio iniziale non ci costi troppo. Fino all’ultimo passaggio sul Perone non ci sarà da mollare nulla.”

Corrado Fontana: “Per il momento tutto ok, rimaniamo positivi visto che siamo li in lotta per il vertice. Domani sarà ancora una bella battaglia.”

Dietro di lui, stesso tempo parziale a +10’’ dalla vetta per Simone Miele con Roberto Mometti su Citroen DS3 WRC e Corrado Fonata con Nicola Arena su Hyundai i20 WRC. Il varesino leader del Campionato ha pagato la prestazione sull’ultima prova speciale del trittico dove ha segnato il sesto tempo. Difficoltà invece soprattutto con la gestione degli pneumatici per il lariano, che durante la prima speciale ha lasciato subito 7.2’’.

Appena fuori dal podio nella classifica provvisoria di gara c’è proprio Luca Pedersoli con Anna Tomasi. Difficile l’approccio iniziale con il Rallye Elba per il bresciano che ha sofferto la poca pressione alla posteriore sinistra. Fattore che ha pesato ben 12’’ sulla lunga prova a Pedersoli. Quinta posizione assoluta a +25.1, staccato dal gruppo che lotta per il vertice assoluto, c’è Andrea Carella con Enrico Bracchi su Skoda Fabia R5. Si fa interessante la corsa del piacentino per quanto riguarda la Coppa Rally di Zona che lo vede invece in prima posizione assoluta. Sesta e settima posizione che equivalgono al podio virtuale della Coppa Rally di Zona per i due equipaggi locali più attesi. La sfida nella sfida vede per Andrea Volpi a +43’ da vertice con la sua Skoda Fabia R5, ma con un vantaggio rassicurante sul rivale Francesco Bettini con stessa vettura, attardato a +1’07.7. Sarà interessante anche osservare questo duello tra piloti di Portoferraio nella seconda giornata.

Andrea Nucita: “Fare 27km senza idroguida con queste macchine è davvero difficile. Il team e i meccanici sono stati fantastici e hanno messo a posto la vettura ed ora vogliamo affrontare al meglio le prove di domani.”

Andrea Carella: “Prima prova non bene. Abbiamo ripreso Nucita in prova, che ringrazio per averci fatti passare subito visto che aveva problemi. Abbiamo preso l’olio perso da lui, quindi abbiamo sofferto il sottosterzo su tutte le curve fino a fine prova.”

Altro toscano di Follonica Leopoldo Maestrini, che ha forato sulla PS1 prima di iniziare la sua rimonta nei passaggi successivi al volante della Volkswagen Polo R5. Completano la top 10 altri due driver protagonisti del Campionato Italiano WRC su Skoda, quali il ceccanese Stefano Liburdi, che non è riuscito subito a trovare il passo giusto sul Volterraio e Lorenzo Grani che prosegue il suo apprendistato positivo al volante della vettura di classe R5.

Prestazioni interessanti anche per il giovane portacolori di ACI Team Italia Riccardo Pederzani, affiancato stavolta da Sofia D’Ambrosio, nel tentativo di guadagnare un pass utile per la Finale Nazionale della Coppa Rally di Zona al volante di Peugeot 207 S2000. Alle sue spalle è 14esimo assoluto e leader incontrastato di classe Super 1600 il parmense Roberto Vescovi con la sua Renault Clio. Leadership di classe R2 al momento per i fratelli fiorentini Ancillotti, che mettono la loro Peugeot 208 davanti a quella dei rivali Saresera-Fappani con un vantaggio di 16.5’’.

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLYE ELBA DOPO PS3: 1. Rossetti-Fenoli (Hyundai I20 Ng R5) in 30’29.7; 2. Miele-Mometti (Citroen DS3 WRC) a 10.0; 3. Fontana-Arena (Hyundai New I20 WRC) a 10.0; 4. Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3 WRC) a 11.9; 5. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5) a 25.1; 6. Volpi-Maffoni (Skoda Fabia R5) a 43.0; 7. Bettini-Acri (Skoda Fabia R5) a 1’07.7; 8. Maestrini-Farnocchia (Volkswangen Polo R5) a 1’26.5; 9. Liburdi-Colapietro (Skoda Fabia R5) a 1’39.5; 10. Grani-Lombardi (Skoda Fabia R5) a 1’51.2;

Luca Pedersoli al Rally Elba 2020
Luca Pedersoli al Rally Elba 2020

Pedersoli risponde a Rossetti sulla PS2

Arriva subito la risposta del campione in carica Luca Pedersoli in tandem con Anna Tomasi sulla Citroen DS3 WRC. Il bresciano, con il tempo di 9’07.6, si aggiudica la prova “Nisporto-Cavo” (14,19km) con uno spettacolare passaggio in notturna. Alle sue spalle su questo tratto ha chiuso a 5 decimi di distanza Luca Rossetti, che riesce comunque a mantenere il comando della classifica assoluta di gara insieme a Manuel Fenoli sulla Hyundai i20 R5. Decisiva a favore del friulano la prestazione impressionante offerta sulla prova d’apertura, la lunga “Volterraio-Cavo”, sulla quale aveva guadagnato un vantaggio di 6’’ su tutti.

Terzo crono in prova e seconda posizione assoluta per il n°1 del Campionato Italiano WRC Simone Miele, su altra DS3 WRC con Roberto Mometti, che conclude la PS2 con un gap di 8 decimi dal migliore. Rimane in scia anche il lariano Corrado Fontana insieme a Nicola Arena su altra i20 WRC a +1.1 da Pedersoli, quindi in terza posizione assoluta di questo Rallye Elba con un gap di 7.8’’ da Rossetti.

Top five in prova e quinta posizione anche nell’assoluta per il piacentino Andrea Carella, piuttosto staccato dal gruppo di testa nell’assoluta a +22.8 dalla vetta su la Skoda Fabia R5 insieme ad Enrico Bracchi.

Rientrato regolarmente allo start della seconda prova anche Andrea Nucita, con il fratello Giuseppe su altra R5 della casa coreana, che aveva patito seri problemi all’idroguida durante la prova iniziale, sulla quale ha combattuto per portarla a termine, conclusa con un distacco di oltre 5’ dai migliori. Un parziale che rischia seriamente di tagliarlo fuori dalla lotta per le posizioni che contano.

Qui i tempi live

Partita la gara vera e propria con prove in notturna

Ha preso il via da Portoferraio la 53esima edizione della gara organizzata da AC Livorno Sport. Il terzo round del Campionato Italiano WRC, valido anche per la chiusura della 6^Zona della Coppa Rally di Zona, prende subito quota con un tris di prove speciali sul versante orientale dell’Isola d’Elba. L’apertura è prevista con la PS1 “Volterraio-Cavo” la prova più del rally con i suoi 27 chilometri abbondanti di asfalto. Quindi lo stesso tratto si dividerà in due per dar vita ad altre due prove speciali sugli stessi tornanti. La giornata di sabato 10 ottobre invece si svilupperà sul versante occidentale dell’Isola, con un altro trittico di prove che decreterà i vincitori di questo doppio round tricolore. Tra i 52 equipaggi iscritti non ci saranno Alessandro Gino e Daniele Michi con la loro Skoda Fabia R5, mentre confermata la presenza di tutti i big del Campionato.

Shakedown Rally Elba 2020: Miele vs Rossetti

Riscaldamento pre gara al Rallye Elba prima della partenza in grande stile nella serata odierna. Proprio in queste ore si sta svolgendo lo shakedown che offre ai protagonisti del Campionato Italiano WRC e della Coppa Rally di Zona un’ultima occasione per regolare il setup e prendere confidenza con l’asfalto dell’Isola. In zona Magazzini sono stati ricavati 2,82 km cronometrati lungo i quali si stanno alternando i 52 equipaggi iscritti al rally. Subito buoni i primi riscontri cronometrici per i driver più attesi, con il leader della classifica assoluta Simone Miele (Citroen DS3 WRC) tra i top, con tempi che si aggirano attorno al muro dei 2’ avvicinato anche da Luca Rossetti (Hyundai i20 R5), Andrea Nucita (i20 R5), Corrado Fontana (i20 WRC), Andrea Carella (Skoda Fabia R5) e Luca Pedersoli (DS3 WRC).

Questi e molti altri i piloti da tenere d’occhio in questa prima giornata di rally, che inizierà ufficialmente a partire dalle ore 17 con lo start ufficiale da Portoferraio. Poi subito il piatto forte con la PS1 “Volterraio-Cavo” (27,07 km). Seguiranno altri due tratti cronometrati, sempre sulla stessa strada, la PS2 “Nisporto-Cavo” (14,19 km) e la PS3 “Volterraio” (5,69 km).

Il Rally Elba si deciderà poi nella giornata di sabato 10 ottobre, con altre tre prove speciali: PS4 “Due Mari” (22,43 km), PS5 “Lavacchio-San Piero” (14,22 km) e la conclusiva PS6 “Perone” (9,26 km). L’arrivo è previsto sempre a Portoferraio dalle ore 16.30. Anche per il day2 ci saranno due collegamenti in diretta streaming, sempre visibili attraverso i canali ufficiali ACI Sport (Assistenza dalle 10.25 – Arrivo Finale dalle 16.25).

I tempi dello shakedown