Tonelli-Guzzi, Rally Val d'Orcia Storico 2022

CIRTS, Rally Val d’Orcia Storico: Tonelli come da pronostico

È stata una prova di resistenza invece per le auto storiche in corsa per il secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra Storico al IV Rally Storico della Val d’Orcia. Il migliore in assoluto è stato ancora Andrea Tonelli, stavolta navigato da Giancarla Guzzi su Ford Escort RS, che riesce così a guadagnare la leadership nel tricolore Due Ruote Motrici. Non ha sbagliato una prova il reggiano che è stato il migliore ad ogni passaggio.

L’unico che è riuscito a fare meglio, nelle ultime due speciali, è stato il livornese Fabrizio Bacci navigato da Sauro Farnocchia che suo malgrado si è ritrovato ad affrontare una gara compromessa si dallo start. La Ford Sierra Cosworth di Bacci infatti ha riscontrato un problema al differenziale durante lo shakedown, che lo ha costretto a fare il suo ingresso in prova solo al secondo giorno, quindi senza possibilità di classificarsi poiché non avrebbe raggiunto la quota utile del chilometraggio, fissata al 70%.

Il secondo posto è andato invece al fiorentino Filippo Grifoni, che ha saputo tenere il ritmo costante con la sua Opel Corsa 1600 del IV Raggruppamento insieme a Paolo Materozzi. Terzo posto nel finale ancora per Federico Ormezzano insieme a Luigi Cavagnetto su Lotus Talbot di III Raggruppamento, che approfitta del ritiro proprio sull’ultima speciale del diretto rivale Corrado Costa. Il sammarinese insieme a Domenico Mularoni è stato fermato dalla rottura della trasmissione della Opel Corsa di IV Raggruppamento appena dopo lo start dell’ultima speciale “Radicofani”. Quarta posizione assoluta per i fratelli savonesi Marcello e Luca Rocchieri su Opel Kadett, a completare il tris del III Raggruppamento, quindi quinto posto per Massimo Mencioni e Nico Domini su Renault 5 GT del IV Raggruppamento.

È durata poco la trasferta toscana per Bruno Bentivogli e Andrea Cecchi a causa di un problema alla pompa della benzina della Ford Sierra Cosworth, staccatasi dopo un dosso che li ha costretti al ritiro nella seconda speciale dopo aver registrato il secondo tempo assoluto in avvio sempre sulla “San Casciano dei Bagni”.

Dopo sei PS del Rally Val d’Orcia Storico

“La gara sta andando bene e continuiamo a tenere un ritmo alto per non perdere la concentrazione. Le prove si stanno ulteriormente rovinando e quindi affronteremo l’ultimo tratto con estrema cautela e senza rischiare niente, il vantaggio ce lo consente”. Così Andrea Tonelli vincitore fino ad ora di tutte le prove speciali in programma, mentre alle sue spalle si sta accendendo il duello per il secondo posto tra Filippo Grifoni, in coppia con Paolo Materozzi su Opel CorsA 1600, e Corrado Costa in coppia Domenico Mularoni sempre su Opel Corsa, divisi ad una prova dal termine da 25” .

Al quarto posto seguono Federico Ormezzano e Luigi Cavagnetto su Talbot Sumbeam Lotus. Al traguardo manca ora solamente l’ultimo passaggio sulla prova di Radicofani ,leggermente ridotta rispetto ai due passaggi precedenti ed ora di 9,52 km.

Il miglior crono sulla PS6, il secondo passaggio sulla Piancastagnaio, è andato alla Ford Sierra CW di Fabrizio Bacci e Sauro Farnocchia, l’equipaggio non è però in gara per il Campionato Italiano Rally Terra Storico.

Così dopo la prima tappa

Sembravano già indirizzati i destini della Rally Storico della Val d’Orcia. Al termine della prima giornata di gara, dopo il doppio passaggio sulla prova speciale “San Casciano dei Bangi” (13,41km) Andrea Tonelli è il favorito d’obbligo, in corsa con Giancarla Guzzi su Ford Escort Rs. Il reggiano sulla “rossa” due ruote motrici del III Raggruppamento guida infatti in scioltezza, oggi miglior tempo in entrambi i tratti cronometrati, con il gruppo dei suoi più temibili avversari che si è ridotto bruscamente anche prima del via.

Il primo abbandono è stato infatti quello di Bruno Pelliccioni, campione in carica del due ruote motrici anche lui su Ford Escort Rs, che non si è presentato alla gara per l’infortunio alla gamba, sofferto nel pre gara del Rally Valle del Tevere, nonostante il tentativo di un recupero anche in extremis. Nello shakedown poi problemi tecnici, rottura del differenziale della loro Ford Sierra Cosworth, hanno fermato anche Fabrizio Bacci e Sauro Farnocchia, fra l’altro sfortunato protagonista anche nella gara di apertura della serie. A completare il quadro infine il ritiro parziale di Bruno Bentivogli, insieme ad Andrea Marco Cecchi su una Ford Sierra Cosworth di Gruppo N, rimasto fermo nella seconda e conclusiva prova odierna per noie meccaniche ma intento alla sistemazione della vettura per il rientro in corsa per la giornata conclusiva.

La classifica odierna vede quindi al comando Tonelli con 1’10” sul bravo fiorentino Filippo Grifoni, in coppia con Paolo Materozzi i migliori per quanto riguarda il IV Raggruppamento su Opel Corse 1600. Mentre al terzo ha chiuso l’esperto della polvere Federico Ormezzano, con Luigi Cavagnetto su Talbot Sumbeam Lotus del III Raggruppamento, a 1’12”9. Seguono poi il sanmarinese Domenico Costa in coppia Domenico Mularoni su Opel Corsa di IV Raggruppamento. Quindi completano rispettivamente il podio virtuale del IV e del III Raggruppamento Marcello Rocchieri con Luca Rocchieri quinti su Opel Kadett Gte, e Massimo Meniconi con Nico Domini sesti assoluti su Reanult 5 GT Turbo.