Alberto Battistolli

CIRT, Rally Val d’Orcia: Battistolli leader day 1

Una giornata tipicamente primaverile ha accompagnato la prima parte di gara della tredicesima edizione del Rally della Val d’Orcia, primo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally Terra che ha visto una settantina di equipaggi al via a cui sono da aggiungere una decina di vetture autostoriche per la quarta edizione del Rally Storico della Val d’Orcia che è invece il secondo dei sei appuntamenti valevoli per il Campionato Italiano Rally Terra Storici.

A mettersi in evidenza nella prova d’apertura di San Casciano dei Bagni-Fighine è stato il giovane vicentino Alberto Battistolli che, con alle note il fido Simone Scattolin dopo una prima prova con un buon ritmo ha vinto con autorità il secondo passaggio migliorando di ben 24”6 il suo tempo precedente che gli ha permesso di recuperare la leadership provvisoria dopo la prima giornata davanti al Campione in carica Paolo Andreucci che con Rudy Briani è secondo in questa prima parte di gara precedendo il vincitore della scorsa edizione Costenaro che con Bardini divide l’abitacolo. Podio provvisorio targato Skoda Fabia, di poco sotto il podio è il duo Dati-Ciucci davanti al giovane Trevisani-Marchesini che sta muovendo i suoi primi passi con la nuova Skoda Fabia R5. Tra le due ruote motrici bagarre sul filo dei secondi tra Marchioro-Marchetti e Fontana-Arnaboldi entrambi su Peugeot 208 con il primo che chiude la giornata con appena 1”3 di scarto sull’avversario. Tra i ritiri eccellenti “Pedro” (Volswagen Polo) e Gianesini (Skoda Fabia) entrambi per uscita di strada. Tra il ristretto numero di equipaggi presenti nelle autostoriche da rilevare la leader-ship di Tonelli-Guzzi su Ford Escort RS davanti al rientrante Grifoni-Materozzi su Opel Corsa Gsi e l’intramontabile Ormezzano-Cavagnetto su Talbot Sumbeam Lotus, qui tra i ritiri da rilevare sia Bacci (Ford Sierra 4×4) per noie meccaniche che Bentivogli (Ford Sierra).

Il Memorial Martina Placella, in ricordo della giovanissima appassionata prematuramente scomparsa riservato all’equipaggio con la migliore somma dei tempi della prova 1 e 2, è stato assegnato al duo Battistolli-Scattolon.

Domani in programma la seconda e decisiva parte della gara con la disputa delle cinque prove speciali rimanenti che saranno la prova di Radicofani da ripetere due volte in versione lunga di ben Km. 12,61 ed una “corta” di Km. 9,52 e la doppia ripetizione di Piancastagnaio di Km. 11,05. Tutto quindi ancora da giocarsi fino all’ultimo chilometro dei quasi cinquantasette Km in programma. La manifestazione prenderà il via per il secondo giorno alle 6.45 e l’arrivo è previsto a Radicofani alle 16.30 dove si conoscerà il successore di Costenaro nell’Albo d’Oro della gara organizzata dalla Radicofani Motorsport.

Da rilevare le dirette streaming che saranno seguite da Acisport nei due passaggi di Radicofani ed all’arrivo.

CLASSIFICA DOPO DUE PROVE DEL 13° RALLY DELLA VAL D’ORCIA (moderne)

1. Battistolli-Scattolin (Skoda Fabia R5) in 17’02.4; 2. Andreucci-Briani (Skoda Fabia Evo) a 4.6; 3. Costenaro-Bardini (Skoda Fabia Evo) a 7.0; 4. Dati-Ciucci (Skoda Fabia Evo) a 13.0; 5. Trevisani-Marchesini (Skoda Fabia R5) a 17.1;

CLASSIFICA DOPO DUE PROVE DEL 4° RALLY STORICO DELLA VAL D’ORCIA (storiche)

 1. Tonelli-Guzzi (Ford Escort Rs) in 19’49.6; 2. Grifoni-Materozzi (Opel Corsa 1600) a 1’10.0; 3. Ormezzano-Cavagnetto (Talbot Sumbeam Lotus) a 1’12.9; 4. Costa-Mularoni (Opel Corsa) a 1’13.8; 5. Rocchieri-Rocchieri (Opel Kadett GTE) a 2’55.5