Albeto battistolli

CIRT, Rally delle Marche: tutti a caccia di Ucci, si rivede Battistolli

Dallo shakedown intanto sono arrivati i primi segnali di quello che potrà essere il confronto per il CIRT, decisivo in ogni caso per le sorti del titolo assoluto. Saranno tutti a caccia della Skoda Fabia Rally2 dei leader Paolo Andreucci e Rudy Briani, inseguiti soprattutto dalle altre Skoda di Enrico Oldrati con Elia De Guio e di Giacomo Costenaro con Justin Bardini, gli altri due equipaggi in corsa per lo scudetto.

Tutto pronto a Cingoli e dintorni per il 15° Rally delle Marche, penultimo round del Campionato Italiano Rally Terra. Nella giornata odierna, sabato 12 novembre, sono esauriti i preparativi con le verifiche tecniche seguite dallo shakedown, andato in scena su un tratto sterrato di 2,6 km in località “Colognola”, una porzione della prova che verrà effettuata domenica nella versione completa. In totale sono 68 gli equipaggi attesi in gara, divisi tra rallisti e specialisti del fuoristrada impegnati nella prima edizione del Baja delle Marche, che si sfideranno sulle 9 prove speciali da disputare tutte alla domenica.

Dallo shakedown intanto sono arrivati i primi segnali di quello che potrà essere il confronto per il CRT, decisivo in ogni caso per le sorti del titolo assoluto. Saranno tutti a caccia della Skoda Fabia Rally2 dei leader Paolo Andreucci e Rudy Briani, inseguiti soprattutto dalle altre Skoda di Enrico Oldrati con Elia De Guio e di Giacomo Costenaro con Justin Bardini, gli altri due equipaggi in corsa per lo scudetto.

Ai nastri di partenza si rivedrà anche Alberto Battistolli con Simone Scattolin su altra Skoda, che intanto hanno fatto registrare il tempo migliore nei cinque passaggi consentiti sullo shakedown in 1’38.2. I primi quattro equipaggi usciranno in quest’ordine di partenza nel primo giro di prove. Tra i più vicini a Battistolli nello shakedown proprio Andreucci, con 5 decimi di margine, seguito dal miglior tempo di Oldrati in 1’39.1 e di Costenaro in 1’39.5.