CIRT: bene Campedelli, parlano i protagonisti dopo lo shakedown

Nel primo pomeriggio si è disputato anche lo shakedown riservato agli equipaggi partecipanti alla gara nazionale valida come secondo round del Campionato Italiano Rally Terra e del Campionato Italiano Junior. Sui 2,89 chilometri cronometrati ricavati nel territorio di Graniatoggiu il più veloce è stato il romagnolo Simone Campedelli navigato da Gianfrancesco Maria Rappa su Volkswagen Polo GTi R5 by HK Racing gommata MRF Tyres.

L’ex campione Italiano Junior 2011 ha fermato i cronometri sul tempo di 1’57”8 precedendo di un 1” netto Paolo Andreucci e Rudy Briani su Skoda Fabia Rally2 gommata anch’essa MRF Tyres. Ha giocato a nascondersi Umberto Scandola su Hyundai I20 R5 che ha firmato il terzo tempo, seguito dal “padrone di casa” Giuseppe Dettori su Skoda Fabia Rally2. Completa la top five Edoardo Bresolin. Per quel che riguarda il CIR Junior, il più veloce nello shake è stato Emanuele Rosso che ha preceduto Mattia Vita e Giorgio Cogni. Queste le parole dei tre principali protagonisti alla vigilia della gara vera e propria.

Umberto Scandola (Hyundai i20 NG R5): “Una gara difficile. Non bisognerà fare errori, così è da sempre qui. Il rally ci piace sempre tanto e diamo sempre il meglio.” 

Paolo Andreucci (Skoda Fabia Rally2): “Sono belle strade. Fa sempre piacere essere qui per le prove. Ci siamo per fare esperienza soprattutto per le gomme. Confronti sempre su terreni diversi. Dobbiamo centrare i risultati anche”. 

Simone Campedelli (Volkswagen Polo GTI R5): “Torniamo dopo un mese circa in macchina, sempre bel percorso. E’ molto impegnativo e molto selettivo. Sarà comunque una gara difficile nonostante il chilometraggio. Feeling, adattamento e anche un po’ di fortuna”. 

Dal 5 giugno in edicola. Prenotalo dal tuo edicolante di fiducia!

Copertina RS e oltre giugno 2021