CIRA: Campedelli vince in Salento, ma che lotta

Dopo l’apertura di stagione con il Rally Elba, il Campionato Italiano Rally Asfalto ha fatto tappa in Puglia per affrontare gli splendidi asfalti del Rally del Salento. La gara salentina ha regalato una battaglia al vertice senza esclusione di colpi, con Campedelli, Signor e Pinzano che hanno lottato fino all’ultimo metro della corsa per portare a casa il successo. A spuntarla però è stato il bravo Simone Campedelli, con alle note Gianfrancesco Rappa, al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo (Step Five-MRF Tyres). Il cesenate è venuto fuori alla distanza, dovendo piegare la resistenza di un coriaceo Marco Signor, il quale ha mantenuto la testa della corsa dalla prima PS fino a poche prove dal termine, quando Campedelli ha sferrato l’attacco decisivo vincendo in successione le speciali di “Specchia”, “San Gregorio” e “Ciolo”, riuscendo così a scavalcare l’avversario e involandosi verso il suo secondo successo stagionale nel CIRA.

Come detto, ottima la gara di Marco Signor, in coppia con Patrick Bernardi, su Skoda Fabia Rally2 EvoStep Five. Il trevigiano, secondo all’arrivo, ha corso un rally di altissimo livello rispondendo colpo su colpo agli attacchi che gli venivano sferrati dagli avversari. Purtroppo nel finale non è riuscito a mantenere il ritmo di un indiavolato Campedelli, prendendosi anche un grosso spavento nel corso della PS7 quando ha avvertito un colpo alla ruota anteriore sinistra che, fortunatamente, non ha riportato nessun danno, ma che gli avrà consigliato di non prendere rischi inutili per non compromettere un risultato prezioso in ottica di campionato, terminando alle spalle di Campedelli per 1″6 ! Un’amara consolazione arriva dal successo ottenuto nella gara valida come secondo appuntamento della Coppa Rally di Zona 7.

Alle spalle del pilota di Caerano San Marco ha terminato la sua gara Corrado Pinzano, navigato da Marco Zegna, su Volkswagen Polo R5. Il biellese porta a casa un’ottima terza posizione assoluta dopo aver lottato per quasi tutta la gara con Campedelli e Signor per la vittoria. Da parte sua deve recriminare per un errore commesso sulla prova di “Specchia 2” che gli ha fatto perdere secondi preziosi, i quali gli avrebbero permesso di essere ancora più vicino ai due nella volata finale.

Ai piedi del podio troviamo la Skoda Fabia Rally2 Evo di Giuseppe Testa e Doriano Maini, mentre la quinta posizione è finita nelle mani del locale Francesco Rizzello (Skoda Fabia), vincitore anche di una prova speciale. Solo sesto Andrea Carella (Skoda Fabia), il quale ha lottato per tutta la gara con problemi di feeling con la vettura. A seguire la Skoda Fabia di Ivan Ferrarotti e la Hyundai I20 WRC di Corrado Fontana, rallentato da una foratura nel corso della PS4 che lo ha estromesso dalla lotta al vertice. Chiudono i primi dieci le due Skoda Fabia di Stefano Liburdi e Vincenzo Massa. Sfortuna finale per Luca Pedersoli e Anna Tomasi, costretti al ritiro sull’ultima prova per un problema meccanico occorso alla sua Citroen DS3 WRC, quando occupavano la quarta posizione.