Luca Rossetti ed Eleonora Mori con la Citroen C3 R5 al Rally del Ciocco

Cir, Luca Rossetti: ‘Lavorando sulla C3 R5 siamo riusciti a migliorare’

La Citroen C3 R5 e la coppia Rossetti-Mori chiudono in terza posizione il Rally del Ciocco, debutto di Citroën nel Campionato Italiano Rally 2019. Un esordio discreto, in cui l’equipaggio del Double Chevron, ha accumulato chilometri importanti. Quattordici prove molto tirate, in cui Luca Rossetti ha progressivamente migliorato i riscontri cronometrici e aumentato il feeling con la C3 R5.

‘Sicuramente un rally non semplice, lo sapevamo già dalla vigilia – dice Luca Rossetti -. La C3 R5 è una vettura nuova per noi e tutta da scoprire. Dopo i primi test ero globalmente soddisfatto della vettura, ma il vero banco di prova sono le gare, quando c’è il confronto diretto con i tempi degli avversari. Abbiamo cominciato cauti, evitando i tagli e cercando di guidare il più pulito possibile senza assumerci rischi inutili. Già dal secondo giro di prove, lavorando un po’ sulla vettura siamo riusciti a progredire e migliorare, segno che stiamo lavorando nella direzione giusta. E’ un risultato che non mi soddisfa, sono comunque punti che ci sono utili in ottica campionato ed un punto di partenza per la nostra stagione”.

Eleonora Mori: “Un po’ di emozione c’è stata quando è scattato lo start della prima speciale ma è sparita subito. Il contesto del Tricolore 2019 è molto competitivo e gli avversari sono partiti subito con il coltello tra i denti. Noi abbiamo fatto il nostro, la gara è stata come ce la immaginavamo e la nostra strategia era di cercare di essere più aggressivi non appena il feeling con la vettura aumentava. Ci portiamo a casa tanti spunti interessanti su cui dovremo lavorare”