CIR 2021

CIAR: il Rally Targa Florio svela i partecipanti al Tricolore

Tutto pronto a Termini Imerese e Cefalù dove andrà in scena la Targa Florio, atto terzo del Campionato Italiano Assoluto Rally – Sparco. Saranno 62 gli equipaggi che si sfideranno lungo i 125 chilometri di prove disegnati dagli organizzatori della storica gara siciliana, un numero sicuramente importante in linea con i numeri della passata edizione (gli iscritti 59).

Tutti presenti i pretendenti al CIAR Sparco assoluto, unica eccezione riguarda Craig Breen che non sarà della partita. Numero uno sulle portiere per il leader del campionato Andrea Crugnola (Citroen C3 Rally2) che proverà a bissare il successo ottenuto nel 2020 proprio al volante della vettura del double chevron. Da parte loro Fabio Andolfi e Damiano De Tommaso, proveranno a replicare le ottime prestazioni fatte segnare al Sanremo (dove hanno chiuso rispettivamente primo e terzo). Chi cerca il riscatto dopo un Sanremo da dimenticare è Giandomenico Basso (Hyundai i20 rally2) costretto ad una gara d’attacco fin dal primissimo chilometro di prova, con unico obiettivo quello di ricucire il gap di 28 punti che lo separano dal leader Crugnola.

Arriva un’occasione di rilancio invece per altre due giovani realtà dell’Assoluto; da un lato il fiorentino Tommaso Ciuffi, con Nicolò Gonella alle note, dovrà mettersi alle spalle le difficoltà sofferte nelle prime due uscite stagionali sulla Rally2 boema, dall’altro il palermitano Alessio Profeta, su altra Skoda, al terzo avvicendamento alla sua destra con la novità di Rosario Merendino come navigatore, che potrà sfruttare gli asfalti di casa per riavvicinarsi ai migliori. Sembra invece in ascesa costante il lucchese Christopher Lucchesi, il più giovane tra i piloti della massima categoria e leader tra gli Under 25, pronto a stupire anche in Sicilia sulla sua Skoda insieme alla mamma Titti Ghilardi.

Sfruttano l’ultima slot utile per iscriversi al CIAR Sparco e al CIRP (Promozione) il frusinate Liberato Sulpizio iscritto ad entrambi i campionato e Patrizia Perosino, iscritta solamente al Promozione. Gli occhi degli appassionati locali saranno tutti per leggenda Totò Riolo in gara con una Volkswagen Polo GTi R5 e per Marco Runfola al suo debutto assoluto al Targa Florio su una vettura a quattro ruote motrici, i due proveranno sicuramente ad inserirsi nelle posizioni che contano della classifica.

I fari saranno puntati sulla sfida del Campionato Italiano Assoluto Due Ruote Motrici per il titolo dedicato alla categoria cadetta. In assenza del leader Gianandrea Pisani, avranno un’occasione rara per avvicinarsi al vertice della classifica di categoria tutti gli inseguitori a partire dal secondo, il bresciano Andrea Mabellini su Renault Clio con Virginia Lenzi, debuttante anche alla Targa, come il lucchese Daniele Campanaro su Ford Fiesta, tornato in coppia con Irene Porcu, vincitore di classe e secondo tra le due ruote motrici nelle due edizioni passate ma ritirato nell’ultima uscita a Sanremo. Ha avuto un impatto importante nel campionato il giovane piacentino Christian Tiramani, esordiente ma già efficace al volante della Peugeot 208 e terzo in classifica, che proverà ancora a crescere nel rendimento insieme a Enrico Bracchi. Nuovo start anche per il cuneese Stefano Santero, su altra 208 condivisa con Mirko Pelagantini e per l’ossolano Fabrizio Giovanella, con Andrea Dresti su altra francese due ruote motrici. Conoscono già le strade della Targa invece il trentino Fabio Farina, con Gabriele Zanni e il vicentino Nicola Cazzaro, con Giovanni Brunaporto, entrambi alla guida di Peugeot rispettivamente al quinto e al settimo posto del CIAR 2RM. Completa il gruppo il torinese Pierluigi Maurino, in tandem con Samuele Perino, anche lui sulla Peugeot 208 e tra i piloti alla prima presenza nella Targa.

Dalla Targa Florio partirà la seconda edizione della Toyota Yaris GR Cup, il trofeo monomarca sviluppato da Toyota Motor Italia che si appresta a vivere il primo di sei appuntamenti stagionali. La grande protagonista sarà sempre la Yaris in versione R1T 4×4 nazionale, alla quale è stato integrato quest’anno il nuovo cambio sequenziale. Saranno dodici gli equipaggi in gara per la casa giapponese, tra i quali l’ospite d’onore in gara Fabio Di Giannantoni, pilota della MotoGP che da ambassador Toyota si metterà alla prova con un rally sulla vettura ufficiale di TGR. Osservati speciali per le prime posizioni sicuramente Alessandro Ciardi, detentore del trofeo, Marco Gianesini e Federico Romagnoli che si sono sfidati per il vertice nella passata edizione, oltre ai giovani Angelo Grossi e Thomas Paperini.

Sempre presenti e pronti alla terza sfida stagionale anche gli equipaggi della Suzuki Rally Cup. Saranno 10 in totale alla guida delle Swift nella versione Hybrid in classe Rally5 nazionale e Boosterjet per la Racing Start. Il riferimento sarà il leader cuneese Matteo Giordano, vincitore dei primi due round e capofila anche nel Campionato Italiano R1. Ad inseguire il trentino Roberto Pellé e il catanese Giorgio Fichera. Tra le RSTB dovrà difendere la prima posizione il lucchese Stefano Martinelli.

Frequentatissima come sempre anche la Targa Florio in versione Coppa Rally di 8^ Zona, che darà inizio alla corsa di qualificazione in Sicilia verso la Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022. Ben 80 gli equipaggi iscritti, per la maggior parte locali, che si confronteranno nelle diverse categorie. Per la classe maggiore delle Rally2 parte con il favore del pronostico il pilota di Prizzi Marco Pollara insieme a Maurizio Messina su Skoda Fabia. Una altra ceca in versione evoluta sarà tra le mani del romano Fabio Angelucci con Massimo Cambria sul sedile di destra, equipaggio immancabile sulle strade dell’ottava zona. Di nuovo allo start della Targa anche l’esperto messinese Carmelo Galipò, con Tino Pintaudi su Skoda, chiamato al duello per la categoria Over55 con il nisseno Paolo Piparo e Giuseppe Scolaro su Peugeot 208. Tra i veterani di Zona vorrà confermarsi in classe Super 1600 il messinese Carmelo Molica, sempre con Carmen Grandi su Renault Clio.