Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani sulla Volvo 144 S

LessiniaSport va a Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani sulla Volvo 144 S

Non una gara per i deboli di cuore. Il 9° LessiniaSport, gara di regolarità sport organizzata dal Rally Club Valpantena, conferma ancora una volta la grande spettacolarità della specialità, con una sfida senza precedenti, serratissima ed emozionante che solo sugli ultimi metri del percorso ha saputo confermare i verdetti. A vincere, per la prima volta nella gara di inizio stazione organizzata dal Rally Club Valpantena, sono Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani, sulla Volvo 144 S del Progetto Mite, la scuderia che permette a navigatori ipovedenti di confrontarsi con questa specialità.

L’affermazione di Fabbri, primo anche in 4^ Divisione, è arrivata però solo alla fine, e per un distacco infinitesimale, 1 centesimo di secondo, che per i regolamenti della regolarità sport significa 1 penalità. Una beffa per Andrea Giacoppo e Daniela Tecioiu Grillone (Lancia Fulvia HF-Team Bassano), in testa per gran parte della corsa ma ancora una volta costretti a rinunciare alla vittoria nel LessiniaSport, per la quarta volta sul podio ma non sul gradino più alto.

La prestazione di Giacoppo è stata però impeccabile. Il pilota del Team Bassano ha battagliato con Marco Bentivogli e Andrea Marani (Fiat 124 Abarth/Racing Team Le Fonti) per tutta la gara, fino a quando sulla PCT8 Bentivogli ha rimediato 12 penalità, che in gergo regolaristico sono una mezza eternità, e ha abbandonato le possibilità di vittoria, dopo essere stato anche in testa. A quel punto per Giacoppo pareva quasi fatta, ma il ritorno di Fabbri è stato decisamente effficace, con il ribaltone dell’ultima prova che ha rivoluzionato la classifica. Per Giacoppo la consolazione della vittoria in 5^ Divisione, mentre per Bentivogli, settimo assoluto, la vittoria in 6^ Divisione.

Il podio è stato completato dall’altro grande favorito della vigilia, Mauro Argenti a 10 penalità dai vincitori. In coppia con Roberta Amorosa sulla Porsche 911 T della Scuderia Palladio Historic, Argenti ha incasellato tempi di assoluto valore nella seconda parte della gara, recuperando fin dal sesto posto, un’impresa degna del suo nome che lo ha visto inoltre primeggiare tra gli iscritti della neonata Coppa Regolarità Sport by Pro Enery Motorsport.

Giacomo Turri e Cristian Garavello (Fiat 128/Progetto Mite) hanno chiuso al quarto posto assoluto staccati di 14 penalità, Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RSR della Loro Piana Classic Team) quinti assoluti e primi in 7^ Divisione mentre primi dei veronesi, fregiatisi quindi dell’ambito Trofeo Buri dedicato all’amico Maurizio Todeschini, sono stati i sesti assoluti Daniele Carcereri e Alessandro Maresca, primi anche in 8^ Divisione sulla Opel Kadett GSI della Scuderia Palladio Historic.

A completare la top ten Bentivogli-Marani, settimi, Seneci-Russo (Opel Kadett GTE/Progetto Mite) ottavi, Zanchi-Zanchi (Volkswagen Golf GTI/Scaligera Rallye) noni e Campara-Valbusa (Opel Manta GTE/Scaligera Rallye) decimi. Nella neonata Coppa Regolarità Sport by Pro Energy Motorsport, dietro ad Argenti-Amorosa, hanno chiuso nell’ordine Carcereri-Maresca e Seneci-Russo, mentre tra i contendenti al Trofeo Tre Regioni il podio è stato composto da Fabbri-Cipriani, Giacoppo-Tecioiu Grillone e Turri-Garavello.

Tra le scuderie il Progetto M.I.T.E. ha bissato il successo 2018, quando vinse anche l’assoluta con Mozzi-Garavello, davanti alla Scuderia Palladio Historic e alla Scaligera Rallye. Un’altra soddisfazione per la compagine guidata da Gilberto Pozza, che inizia il 2019 con un risultato davvero di spessore. Nelle altre divisioni: Ceriani-Ceriani (Lancia Fulvia Coupè), vincitori del 1° LessiniaSport, hanno conquistato la 2^ Divisione, Repele-Cattazzo (BMW 318 iS/Scaligera Rallye) la 9^ Divisione mentre l’unico equipaggio straniero al via, quello degli amici del Rally Club Valpantena Martin e Petr Uhrik, dalla Repubblica Ceca, ha trionfato in 1^ Divisone con la rarissima e bellissima Skoda 1000MB della Murallying Classic.

Soddisfazione e applausi per la gara, che il Rally Club Valpantena ha abbinato quest’anno al 1° Lessinia Rally Historic ma è partita con un parterre di ben 77 equipaggi. La giornata primaverile, il pubblico composto e ordinato grazie anche al lavoro del Comitato Organizzatore per allestire le prove speciali ha permesso uno spettacolo davvero in grande stile. “Dobbiamo chiaramente ringraziare tutti i partecipanti, questa volta per primi”, ha detto Roberto “Bob” Brunelli, presidente del comitato organizzatore, “che ancora una volta hanno reso il LessiniaSport una gara di alto livello sportivo e agonistico. Grazie anche alle Forze dell’Ordine, alle amministrazioni comunali di Grezzana, Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese e a tutto lo staff coordinato dal Direttore di Gara Stefano Torcellan”.

Anche il LessiniaSport è pronto ad inaugurare la stagione

Il LessiniaSport pronto ad inaugurare il Trofeo Tre Regioni

Con la pubblicazione dell’elenco iscritti, il 9° LessiniaSport è entrato nella sua fase più calda. Venerdì 15 febbraio le verifiche sportive e tecniche apriranno ufficialmente la manifestazione che si prepara ad inaugurare il Trofeo Tre Regioni con le nove prove cronometrate a tempo che sabato 16 febbraio daranno vita ad una nuova intensa sfida sulle montagne della Lessinia.

L’evento curato dal Rally Club Valpantena, parte con 77 equipaggi al via, un ottimo risultato se considerato l’abbinamento con il nuovo rally storico 1° Lessinia Rally Historic. La Regolarità Sport sarà però l’evento di apertura della stagione per la specialità e prospetta una sfida assolutamente imprevedibile ed incerta, anche alla luce della nuova Coppa Regolarità Sport by Pro Energy Motorsport che debutta proprio in questo appuntamento.

Partendo dalla sfida per la vittoria, prima notizia importante l’assenza di Giordano Mozzi, il pilota che conta più vittorie nella manifestazione veronese, tre, compresa quella dello scorso anno e cinque risultati sul podio complessivi. Impegnato in Australia come team manager del Team Pedercini Racing di Superbike, Mozzi lascerà quindi aperta la sfida ai suoi usuali contendenti, a partire da Mauro Argenti e Roberta Amorosa (Porsche 911 T/Scuderia Palladio Historic) che tenteranno di bissare la vittoria del 2016. Chi insegue il massimo risultato senza averlo ancora colto è Andrea Giacoppo, che torna al Lessinia con Daniela Tecioiu Grillone sulla inossidabile Lancia Fulvia HF del Team Bassano. Sulla carta i due equipaggi sono i più accreditati alla vittoria, ma la lista dei regolaristi in aria da podio è molto lunga.

Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini (Porsche 911 RS/Loro Piana Classic Car Team) sono sicuramente tra questi, così come l’equipaggio di casa composto dai figli d’arte Alessandro e Francesca Zanchi (Volkswagen Golf GTI/Scaligera Rallye) che dopo gli stupendi risultati di fine 2018 sono pronti ad inaugurare la nuova stagione con un risultato di spessore. Debutto al LessiniaSport anche per Angelo Tobia Seneci in coppia con Elisabetta Russo (Opel Kadett GTE), forte equipaggio bresciano portacolori del Progetto Mite, scuderia che difenderà la vittoria 2018. Della compagine capitanata da Gilberto Pozza anche Giacomo Turri e Christian Garavello, vincitore con Mozzi lo scorso anno, su Fiat 128, oltre a Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani (Volvo 144S). Per la prima volta al LessiniaSport anche il forte equipaggio toscano composto da Andrea Forzi e Roberto Farsetti (Renault R5 LS/Squadra Piloti Senesi), incognita per la classifica e attesi della vigilia.

Occhio anche a Iula-Cocconcelli (Opel Kadett GTE/Team Bassano), Carcereri-Maresca (Opel Kadett GSI/Scuderia Palladio Historic) e il funambolico trio made in Verona composto da Campara-Valbusa, sulla Opel Manta GTE ex Marata per i colori della Scaligera Rallye, Faccio-Gaio, Turazza-Turazza, entrambi su Opel Kadett GTE della Pro Energy Motorsport. Sempre tra i veronesi occhio di riguardo per Pezzo-Natali (BMW M3/Scaligera Rallye) vincitori della Coppa Lago di Garda 2018 e in grado di insidiare le zone alte della classifica, e Marcolin-Albieri (Fiat 124 Spider Rally/Rally Club Team).

Tra le vetture più belle impossibile non citare la Škoda 1000 MB di Petr e Martin Uhrik, per i colori della Murallying Classic, unico equipaggio straniero al via pronto a dettare legge in 1° Divisione. Tutta da seguire anche la gara della stupenda Lancia Rally 037 di “Febis”-Finotti (Team Bassano), mentre una chicca scenica aleggia sulla partecipazione dell’equipaggio Team Bassano composto da Albertini-Lucchi, la cui Porsche 911, ex Riccardo Andreis, sarà colorata con una perfetta e rarissima replica Papper Jeans così come corse negli anni Settanta con Paolo Pasutti.

Da segnalare anche la partecipazione, come ospite della gara di Regolarità Sport, del deputato padovano Giovanni Battista Tombolato, membro della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazione e portavoce del mondo delle competizioni. Guiderà una Opel Kadett 1.3 SR GR2 preparata da Carenini che fu utilizzata anche da Micky Martinelli.

Torna il Trofeo Nord Ovest di regolarità

Il Trofeo Nord Ovest di regolarità riparte a marzo

Il 5° Trofeo Nord Ovest per auto storiche si disputerà su nove prove. Si inizia il 10 marzo con il Memorial Nora Sciplino-Trofeo Ticino Group, organizzato da Auto Moto Storiche Varese con partenza a Vizzola Ticino in provincia di Varese. Il Trofeo prosegue poi il 24 marzo con il XXIII Memorial Eugenio Castellotti, a Lodi, organizzato dal Club Automoto storiche Eugenio Castellotti.

La terza prova in programma il 14 aprile è la Coppa Lomellina, Trofeo Città di Garlasco, a Garlasco in provincia di Pavia a cura di HMS Ego Classic. Si va poi in provincia di Verbania, a Vogogna, per il Ciao Tommy Memorial Luca Falcioni, organizzato da Correre per un Sorriso. La quinta prova, l’1 e 2 giugno, è il XII Giro Notturno dell’Oltrepò Pavese, del Veteran Car Club Carducci, a Casteggio, in provincia di Pavia. Segue il 28 luglio il XXI Trofeo Renati, Bobbio–Passo Penice, a Bobbio in provincia di Piacenza, organizzato da Club Veicoli Storici Piacenza. Il 1° settembre si va in provincia di Biella con il Valsessera Jolly Club che ha in programma il XII Trofeo Valsessera.

Il 22 settembre è di scena la Coppa della Valle d’Aosta, a Saint Vincent, organizzata dalla Cameva. Chiude To Remember Frank Pozzi di Correre per un Sorriso a Casale Corte Cerro in provincia di Verbania il 13 ottobre. Il Trofeo Nord Ovest, che ha come brainstorm “la sicurezza stradale inizia dalla vista” anche per il 2019 ha come partner l’Oftalmica Galileo che mette in palio per i primi tre classificati dell’assoluta finale, per gli under 30 e per i Vintage, oltre alla Coppa premi speciali consistenti in lenti di ultima generazione speciali per guida.

Il 5° Trofeo Nord Ovest regolarità auto storiche 2019 è destinato a premiare tutti gli sportivi, conduttori e navigatori, che nel corso del 2019 parteciperanno agli eventi inseriti nel Calendario Tno delle manifestazioni per l’anno in corso. Tutti gli eventi con tipologia ludico-amatoriale regolaristica contemplati dal calendario 2019 sono validi per il Trofeo Nord Ovest 2019.

Non è prevista alcuna quota d’iscrizione al Trofeo Nord Ovest Regolarità 2019 a carico dei partecipanti, che saranno automaticamente iscritti, con la partecipazione alle singole manifestazioni. Al TNO sono ammessi anche equipaggi residenti al di fuori della zona del Nord-Ovest.

Il calendario gare del Trofeo Nord Ovest 2019

10 marzo, Memorial Nora Sciplino -Trofeo Ticino Group

24 marzo, XXIII Memorial Eugenio Castellotti

14 aprile, Coppa della Lomellina – Trofeo Città di Garlasco

5 maggio, Ciao Tommy – Memorial Luca Falcioni

1–2 giugno, XII Giro Notturno Oltrepò Pavese

28 luglio, XXI Trofeo Renati

1 settembre, XII Trofeo Valsessera

22 settembre, Coppa della Valle d’Aosta – Memorial Robert Trossello

13 ottobre, To Remember Frank Pozzi

Tutto pronto per il Franciacorta Historic

Franciacorta Historic prima prova del Criterium Bresciano Regolarità

Archiviata con successo la trentunesima Winter Marathon, la Vecars è già al lavoro per organizzare la nuova edizione del Franciacorta Historic, gara di regolarità classica per auto storiche a calendario AciSport in programma sabato 6 aprile che sarà valida quale prima prova del Criterium Bresciano Regolarità 2019.

Forte del successo di iscritti delle ultime 9 edizioni (almeno 100 vetture sempre al via, 116 scorso anno), la gara è riservata alle vetture costruite fino al 1971 oltre a una selezione di modelli di particolare interesse storico e collezionistico prodotti entro il 1976, scelti ad insindacabile giudizio del Comitato Organizzatore.

Quartier generale della manifestazione sarà ancora una volta l’Agriturismo Solive: questa magnifica location, vero e proprio centro dell’Anfiteatro della Franciacorta, accoglierà i partecipanti a partire dal pomeriggio di venerdì 5 aprile con la prima sessione di verifiche sportive e tecniche pensate soprattutto per gli equipaggi locali.

La mattina di sabato 6 aprile, dopo una buona colazione e lo svolgimento della seconda sessione di verifiche con la consegna dl Road Book, le vetture lasceranno l’Agriturismo dalle ore 11.00 per affrontare il percorso di gara, salvo poi farvi ritorno a metà pomeriggio per godere di un ricco buffet con assaggio del locale bollicine in attesa delle premiazioni previste alle ore 19.00.

Il percorso di gara divertirà e impegnerà i concorrenti come sempre attraverso le più belle zone della Franciacorta lungo un affascinante tracciato di circa 130 chilometri e 50 prove cronometrate in linea (non ripetute) predisposte per esaltare le doti dei migliori specialisti che solitamente non mancano all’appuntamento, grazie anche alla ricca e ampia dotazione di coppe e premi speciali offerti dalle aziende partner da sempre a fianco degli organizzatori.

Pronta la seconda edizione del Colli Isolani

Regolarità auto storiche: torna il Colli Isolani il 3 marzo

Era il 1999 quando l’allora Rally Club Isola Vicentina, club attivo dai primi anni ’80, inizio l’attività organizzativa mettendo a calendario una gara di regolarità. All’epoca ne esisteva solo una tipologia e la “sport”, la “classica”, la “turistica” erano ancora termini sconosciuti; l’unica suddivisione era tra gli enti organizzatori nei quali le gare si identificavano: Asi che proponeva gare di un certo prestigio e livello, spesso su due e più giornate, e quelle AciSport che spaziavano da eventi della durata di una mezza giornata fino a quelli su due tappe valevoli per il Campionato Italiano di Regolarità.

Fu una scelta azzeccata quella della squadra capitanata da Renzo De Tomasi: la manifestazione crebbe di popolarità e consensi in breve tempo, grazie anche alla felice intuizione della creazione del Trofeo Tre Regioni sempre per opera del Rally Club Isola Vicentina, in collaborazione con altre scuderie della zona. Nel 2005 fa la sua comparsa a calendario il 1° Rally Campagnolo Storico ed il Colli Isolani ne condivide il percorso partendo in coda; così fino al 2009 quando la regolarità abbinata al prestigioso rally cambia nome in Campagnolo Historic, che continua il proprio cammino con la tipologia della “Sport”, sempre affiancato all’appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche.

Dopo dieci anni quindi, torna con la formula della regolarità turistica il Colli Isolani e sarà la gara di apertura dell’edizione 2019 del Trofeo Tre Regioni dedicato a questa disciplina. Il programma prevede l’apertura delle iscrizioni sabato 2 febbraio e la chiusura delle stesse alle 20 di giovedì 28 febbraio. Tutto nella giornata di domenica 3 marzo lo svolgimento della gara, con le operazioni di verifica ospitate presso il bar Happy Days in via Vallorcola ad Isola Vicentina, nella fascia oraria 7.30 – 9.30. L’attenzione si sposterà, poi, verso la centrale Piazza Marconi dalla quale alle 10.30 scatterà la vettura numero 1 che andrà ad affrontare il percorso di 193 chilometri lungo il quale saranno 21 le prove di precisione al centesimo di secondo. L’arrivo è previsto alle 16.30 sempre in Piazza Marconi e a seguire, le premiazioni.