La Novara Corse alla premiazione AciSport

Novara Corse protagonista alle premiazioni AciSport a Monza

Novara Corse protagonista alle premiazioni dei Campionati Italiani AciSport svolte a Monza sabato 16 febbraio, per lasciarsi alle spalle un 2018 da incorniciare per la scuderia novarese presieduta da Luca Molesti e fondata nel 2000. Importante affermazione tra le scuderie nel Campionato Italiano Formula Challenge che ha visto anche premiati due piloti che corrono con i colori di Novara Corse: Sonia Castelli, vincitrice della classifica femminile del Campionato Italiano Formula Challenge, ed Emanuele Raul Giora, che si è aggiudicato il Trofeo Nord e la classifica Racing Start del Campionato Italiano.

Anche negli slalom, la Novara Corse ha raccolto importanti risultati con la vittoria di Emanule Raul Giora nella Coppa Csai nella Racing Start e di Marco Cipolla Zona 1 Gruppo N. Ad aggiudicarsi la Coppa Csai Slalom tra le vetture Speciali nella Zona 2, sempre con i colori del sodalizio guidato da Molesti, è stato invece il giovane Christian Grimaldi, che già da due anni difende è orgogliosamente portacolori della scuderia piemontese.

Il pilota polesano Michele Mondin

Michele Mondin: ‘Vincere è difficile, riconfermarsi di più’

Un doveroso salto nel recente passato, quello vissuto da Michele Mondin venerdì 15 e sabato 16 febbraio all’autodromo di Monza, in occasione della cerimonia di premiazione di AciSport per celebrare tutti i campioni, nelle varie discipline motoristiche, per la stagione agonistica 2018. Oltre seicento i piloti premiati, suddivisi in otto cerimonie, hanno animato il tempio della velocità, tra i quali il giovane adriese ha potuto festeggiare il secondo alloro siglato, consecutivamente, nel Campionato Italiano WRC.

Alla guida di una Citroen Saxo Gruppo A, curata da Assoclub Motorsport, il portacolori della scuderia GR Motorsport ha messo la propria firma, bissando il titolo del 2017 da esordiente, tra le vetture delle classi A6, Prod. E6 e K10 ed è risultato inoltre il secondo assoluto nella speciale classifica dedicata agli under 25.

Un importante traguardo che, al tempo stesso, è punto di partenza per la nuova annata. “Vincere è sempre difficile – racconta Mondin – ma riconfermarsi lo è ancora di più. L’evento organizzato a Monza, da AciSport, è stata una bellissima opportunità per incontrare i nostri avversari e colleghi ma, soprattutto, per poter conoscere chi vive altri ambienti dell’automobilismo sportivo. Una cerimonia di premiazione unificata, che raccoglie tutti i campioni nazionali, è molto emozionante. Ci siamo sentiti ripagati per gli sforzi della stagione.”

Seppure l’inizio del 2019 sportivo di Mondin si avvicini sempre di più alla porta il tempo per archiviare i festeggiamenti, per il bis tricolore, non sono ancora del tutto terminati. Grazie all’invito del Panathlon International Club di Adria il pilota polesano sarà ospite, giovedì 21 febbraio a partire dalle 20, per il tradizionale appuntamento della conviviale. Un’occasione importante, quella che si terrà presso l’hotel Stella d’Italia ad Adria, per rafforzare il legame con il territorio e per creare una solida sinergia con il sodalizio locale, da sempre promotore dell’educazione sportiva come elemento della crescita culturale dei giovani.

“Il Panathlon International Club Adria – racconta Giovanni Orlandi, presidente Panathlon International Club Adria – è stato fondato nel 1977 dal maestro Arnaldo Cavallari, il quale in fatto di motori ha fatto parlare in tutto il mondo. Siamo da sempre promotori dell’educazione attraverso i sani principi dello sport, per rendere i giovani più sensibili ad una migliore comprensione reciproca e all’amicizia. Unendo questi due fattori non possiamo che essere contenti di accogliere un giovane talento come Michele Mondin. Ha raggiunto importanti traguardi a livello nazionale, nell’ambito dei rally, portando il nome di Adria a spasso per l’Italia quale sinonimo di realtà vincente. È sempre un piacere ed un onore aprire le porte del Panathlon International Club Adria per poter dare lustro ai nostri campioni locali. Vi aspettiamo giovedì prossimo, all’hotel Stella d’Italia di Adria, per festeggiare il nostro campione italiano”.

Paolo Andreucci

Rallylink premia Paolo Andreucci, Luca Beltrame e Damiano De Tommaso

Aria di premiazioni, ad Autoexpo’: il portale Rallylink.it premia i big del rallismo italiano, votati dai suoi lettori. Spazio ai premi decretati dai lettori del portale numero uno in Italia, riferimento irrinunciabile per appassionati e addetti ai lavori anche all’estero. Saranno presenti il Campione d’Italia assoluto Paolo Andreucci, il copilota Campione del Mondo WRC-3 Luca Beltrame ed il bi-campione tricolore “Junior” e “Due Ruote Motrici Damiano De Tommaso. La consegna dei premi alle ore 12,00 di sabato 23 febbraio.

Manca una settimana, al taglio del nastro di Autoexpo’ 2019, organizzato da Pistoia Corse in collaborazione con l’Automobile Club Pistoia, in programma nell’area espositiva “La Cattedrale – Pistoia Fiere” di Pistoia il 23 e 24 febbraio. Quest’anno, oltre ai padiglioni espositivi, alle tematiche riservate alla Porsche 911, alla Ferrari F.1, alle vetture Ermini, alla 1000 Miglia che torna sul territorio pistoiese a maggio, alla Moto Morini, ci sarà anche un’importante premiazione, che porterà a Pistoia alcuni Campioni di rally e certamente tanti appassionati.

Autoexpo’ 2019 sarà quest’anno il palcoscenico esclusivo della celebre premiazione del portale web Rallylink.it, il riferimento assoluto in Italia ed all’estero per le corse su strada, online dal 1998. Per il diciassettesimo anno consecutivo, i lettori di Rallylink, hanno partecipato ai sondaggi di fine stagione per esprimere le loro preferenze sui personaggi del rallismo nazionale che hanno, a parer loro, caratterizzato maggiormente la stagione appena conclusa.

Verrà premiato il Campione Italiano Rally (per l’undicesima volta) Paolo Andreucci. Dopo un inizio anno da mattatore del Campionato Italiano Rally, aveva sofferto a metà anno segnato una fase calante condizionata dal serio incidente occorso a lui e ad Anna Andreussi, sua copilota e compagna nella vita, durante dei test, con il riscatto all’ultima gara di Campionato che gli ha permesso di vincere, con la Peugeot 208 T16, l’ennesimo scudetto di una carriera inimitabile. Il pilota di Castelnuovo Garfagnana è stato premiato da migliaia di utenti di Rallylink, che lo hanno eletto “Personaggio del Rally 2018”, titolo che Andreucci conquista per la terza volta da quando è stato istituito il premio.

Anna Andreussi, sfiora l’ennesimo titolo nel premio “Trofeo Loris Roggia”,istituito nel 2004 dopo la scomparsa del copilota veneto, ideatore del sito Rallylink e dedicato appunto al difficile compito del codriver. A vincerlo quest’anno, per la prima volta, è stato Luca Beltrame, che quest’anno, fra le tante gare corse, si è preso il lusso di diventare, al fianco di Enrico Brazzoli, campione del mondo rally in categoria WRC-3, a bordo della Peugeot 208 R2b.

I sondaggi di fine stagione di Rallylink non hanno dimenticato i giovani, premiando colui che della “filiera verde” delle corse su strada si è messo più in luce durante la stagione e fregiandolo del premio “La promessa del rally”. La scelta dei lettori di Rallylink è caduta quest’anno sul giovane varesino Damiano De Tommaso, che, con la Peugeot 208 R2B di Peugeot Italia, ha trionfato nel Campionato Italiano Rally Junior e nel Campionato Italiano Rally Due Ruote Motrici.

Riccardo Canzian e Andrea Prizzon sulla Renault Clio R3T della Winner Rally Team

Trofei Renault Rally: un 2019 di transizione

Quello dei Trofei Renault Rally sarà un anno di transizione in attesa della ‘messianica’ Clio di nuova generazione che verrà commercialmente lanciata a metà anno e su cui in Renault Sport stanno lavorando per offrire finalmente un nuovo prodotto da rally di grande appeal e secondo i più recenti dettami tecnici, cioè spinto da un piccolo turbo a benzina da poco più di 1,2 litri (la stessa cilindrata in cui si proporrà – e con tempistiche molto simili – la nuova Peugeot 208 R2).

Con questi presupposti la fervida fantasia di Guglielmo Giacomello ha saputo rimescolare per l’ennesima volta le carte, e così Renault è la prima Casa ad adeguarsi – anche se per ragioni ben diverse – alle scelte di Aci Sport, il cui Tricolore Junior si svincola dal Cir a favore di ‘mix’ fra Cir e Cirt – e non avrà più propri monomarca legati in esclusiva ad un campionato federale di vertice. La serie principale top sarà infatti riservata alle Clio R3T e R3C ma con un calendario che parte con due gare del Cir (Ciocco e Sanremo) per poi spostarsi nel CiWRC (Marca ed Alba) e chiudere di nuovo nel Cir con il Due Valli.

Una serie ristrettissima geograficamente (con buona pace di centro e sud Italia ma anche delle regioni di confine del nord) e di sole 5 gare tutte su asfalto: sicuramente molto invogliante. Certo in questo modo Renault rinuncia di fatto anche a supportare chi volesse fare concorrenza alla Peugeot per il titolo Due Ruote Motrici ed alla Suzuki per quello R1: spunti in meno per un Campionato Italiano Rally dove le ‘piccole’ sembrano destinate a ben poco seguito, praticamente nullo se non ci fossero i monomarca Peugeot e Suzuki.

Per la Twingo GT R1 il nuovo teatro di battaglia saranno i cinque appuntamenti dell’International Rally Cup. Mentre il 2019 di Renault torna a guardare con interesse e favore i rally di Zona, dove saranno in scena il Clio R3 Open e l’immancabile (visto il seguito di cui continua a godere questa vettura fenomeno) Corri con Clio N3 Open, entrambi articolati nei rally di Zona di tutta Italia.

Coppe e targhe consegnate alla premiazione AciSport

La festa di AciSport al Monza Eni Circuit: premiati i migliori del 2018

Oltre settecento premiati a coprire tutte le specialità dell’automobilismo sportivo tricolore, con un focus particolare sulla base del movimento, sui tantissimi piloti che si confrontano per la vittoria nelle classi, nei raggruppamenti ed in tutte le coppe ed i trofei a tutti i livelli, durante una lunga stagione che anche per questo 2019 vede in calendario quasi novecento gare.

Alla presenza del presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, del direttore centrale dello sport in Aci, Marco Ferrari, e del direttore generale di AciSport Marco Rogano, i presidenti e d i componenti delle commissioni di specialità, Giancarlo Minardi, Velocità, Paolo Cantarella, Storiche, Serafino La Delfa, Velocità Montagna, Daniele Settimo, Rally, Raffaele Pelillo, Energie Alternative, Sergio Bosio, Slalom e Formula Challenge, Bruno Ossiani, Fuoristrada, hanno premiato i protagonisti della scorsa stagione.

Un momento particolare è stato poi quello della consegna delle Targhe Speciali, riservata a piloti italiani emergenti in ambito anche internazionale ed ai maggiori protagonisti a livello anche di Costruttori. Tra questi i rappresentanti di Audi Sport Italia, Abarth, Bmw Italia, Peugeot Italia, Porsche Italia, Renault Italia, Seat Italia, Skoda Italia, Suzuki Italia.

Tra i piloti Enrico Brazzoli, vincitore del mondiale WRC3, Antonio Parisi, Campionato Europeo Rally Storici, Uberto Bonucci, Campione Europeo Velocità in Salita, Simone Faggioli, per la prestazione esaltante alla Pikes Peak, Christian Merli, vincitore del Campionato Europeo, Campionato Italiano e European Hill Climb Championship.

Premi di assoluto prestigio hanno poi completato le premiazioni. Tra questi il Premio “Michele Alboreto”, consegnato da Nadia Alboreto al giovane Giacomo Altoè vincitore del Campionato Italiano GT, il premio “Gino Macaluso”, consegnato da Monica Mailander Macaluso a Fabio Andolfi, protagonista anche per il 2019 del mondiale rally, il premio “Gero” alla memoria di Cristiano Del Balzo, consegnato da Domitilla del Balzo alla giovane promessa della Formula 4 Umberto Laganella.

Il Premio alla Carriera è stato consegnato dal presidente di Automobile Club d’Italia all’ingegnere Paolo Cantarella per la sua straordinaria presenza nel mondo dell’automobilismo non solamente sportivo ai massimi livelli. Da segnalare anche il riconoscimento Coppa Fia assegnata dall’organismo internazionale ad Aci Team Italia, per la strategica importanza di questa iniziativa nella crescita e nello sviluppo, anche a livello internazionale, dei giovani talenti dell’automobilismo tricolore.

Elenco premiati vincitori campionati 2018

elenco_premiati_monza_eni_circuit