ERC: senza veli il prossimo Rally Roma Capitale

Il Rally di Roma Capitale 2019 valevole come Campionato Europeo Rally (ERC), Campionato Italiano Rally (CIR) e Coppa Rally di Zona Aci Sport partirà Venerdì 19 Luglio da Castel Sant’Angelo, in una cornice unica al mondo. Dopo l’inaugurale passaggio sulla pedana di partenza, gli equipaggi, scortati dalla Polizia Locale, attraverseranno le vie più suggestive della Città Eterna. La corsa vivrà poi due giorni di grande attività tra la Provincia di Roma e il Frusinate per approdare, nel pomeriggio di domenica 21 luglio, al centro di Ostia con la super prova speciale di Ostia e la cerimonia di arrivo.

Sette prove speciali da percorrere due volte, tre il sabato e quattro la domenica, ed una prova spettacolo, quella di Ostia, due volte in linea. Questa l’insantanea della settima edizione del Rally di Roma Capitale, al quale lo staff organizzativo di Motorsport Italia, guidato da Max Rendina, sta da mesi lavorando per garantire al pubblico ed ai concorrenti un evento sportivo dal grande impatto scenico. L’obiettivo del 2019 è di confermare e migliorare i buoni risultati ottenuti nelle precedenti edizioni, a cominciare dall’efficace promozione turistica dei territori attraversati dalla competizione, al cospetto di un pubblico internazionale che, grazie ad Eurosport canale ufficiale del Campionato Europeo Rally, potrà seguire l’evento da oltre 54 paesi.

Tuttavia la mission, secondo le parole del patron Max Rendina, rimarrà quella di portare lo sport tra la gente comune, in un ideale abbraccio di folla come è avvenuto fin dalla nascita della competizione. In questo contesto domenica 21 luglio gli equipaggi si sfideranno in una leggendaria prova spettacolo di 1,1 Km, circondati da un pubblico stimato di oltre quarantamila persone. Ingente l’investimento avviato per allestire un vero e proprio circuito cittadino, attraversato da tre ponti pedonali (al fine di non recare disagio agli abitanti) e tre Maxi schermi che consentiranno di seguire la prova per intero da qualsiasi punto del percorso.

Nella giornata di sabato il Circuito sarà animato dalla sfilata di auto storiche ed eventi organizzati da Red Bull oltre a numerose novità che verranno svelate nei prossimi giorni. Tornerà il Villaggio dei Motori, appuntamento fisso ed atteso dal pubblico del Rally di Roma Capitale. La direzione gara e il parco assistenza saranno a Fiuggi, la città famosa in tutto il mondo per le sue acque minerali. La prima frazione cronometrata partirà da Pico, la cittadina con la quale c’è un’ormai consolidata “joint” a livello organizzativo.

Nella prima giornata di gara si effettueranno tre prove rispettivamente di 19,46 km, di 13,93 km, e di 21,18 km. Dopo il ritorno a Fiuggi presso il quale sono previsti il riordino e il parco assistenza, partirà il secondo giro esattamente identico al primo. A quel punto sarà già tempo di palco di arrivo per gli equipaggi che hanno affrontato la competizione valida per il Campionato Regionale del Lazio. Per chi corre per il campionato italiano o per l’europeo, domenica 21 luglio sono in programma le prove di 7,34 Km, di 7,25 Km, di 19,70 Km e di 11,75 Km. Il pomeriggio si replica con la stessa sequenza, prima di “approdare” a Ostia con la Super Special “Arena Aci Roma” di 1,5 Km 2 volte in linea e la premiazione del Campionato Europeo e del Campionato Italiano.

Rachele Somaschini: ‘Ora al lavoro per il Roma Capitale’

Un fine settimana positivo e ricco di emozioni per Rachele Somaschini Chiara Lombardi sulle strade della 103° Targa Florio. Accompagnate dal calore dei tifosi salgono sul podio con la loro Citroen DS3 R3T della scuderia RS TEAM SSD preparata da Sportec Engineering e gommata Hankook Competition. Risultato soddisfacente per la driver testimonial della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus che, all’arrivo a Termini Imerese, è prima tra gli equipaggi femminili, conquista il terzo gradino del podio nel Campionato Italiano Due Ruote Motrici cogliendo importanti punti in classifica e chiude 15 esima assoluta.

“Sono soddisfatta della nostra trasferta in Sicilia, siamo consapevoli del lavoro che c’è ancora da fare per essere all’altezza dei colleghi del 2RM e la voglia di migliorarci è tanta. Abbiamo tempo fino al Rally Roma Capitale per fare un buon lavoro che ci consenta di poterci misurare anche con gli iscritti dell’ERC. Abbiamo avuto alcune difficoltà legate al caldo, ma siamo riuscite a portare a termine una gara impegnativa per il suo particolare grip e le strade veloci, dove è difficile fidarsi al massimo. E’ stato fatto un ottimo lavoro di adattamento con gli pneumatici Hankook alla nostra Citroen DS3 per trovare il setup più giusto per questa gara”, dice Rachele.

“Un grazie alla squadra della Sportec Engineering per aver risolto tutti i piccoli problemi che abbiamo dovuto fronteggiare. Grazie a Sergio Marchetti e alla mia famiglia, per la cura della logistica e la presenza costante e preziosa. Un ringraziamento particolare a Mapei Spa, che ha fortemente voluto un momento di sensibilizzazione dedicato ai propri clienti per portarli a conoscenza della mia storia di pilota e di Testimonial a sostegno della ricerca scientifica, proprio pochi minuti prima del Palco partenza a Palermo. Il mio ringraziamento anche agli altri sponsor che hanno permesso di essere al via di questa bellissima gara. Sempre gradita e molto emozionante la presenza di così tanti tifosi in tutto il percorso di gara – conclude la pilota – solo vivendo la Targa Florio si può comprendere quanto la leggendaria “cursa” sia unica e spettacolare”.

Un successo non solo dal punto di vista sportivo: l’iniziativa #CorrerePerUnRespiro prosegue in modo capillare con grandi risultati. Fondamentale alla Targa Florio il supporto dei volontari della Delegazione di Palermo della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, presenti sia in Piazza Massimo a Palermo, sia al Targa Florio Village di Termini Imerese per informare e sensibilizzare sull’importanza della ricerca scientifica. Nello stesso weekend, grande successo anche in Sardegna durante la prima tappa del Trofeo “Correre Per Un Respiro” promosso dal Comitato Organizzatori Slalom Sardegna e dalla LRT Sardinia Rally & Communication che sostengono la ricerca scientifica in fibrosi cistica con la lunga serie di Autoslalom ACI Sport. In questi due appuntamenti sono stati raccolti oltre 1500€ di donazioni per il progetto di ricerca d’eccellenza Task Force For Cystic Fibrosis (TFCF).

Abarth Rally Cup, Andrea Nucita: ‘Siamo competitivi’

I piloti spagnoli hanno dominato la seconda prova del Campionato Europeo ERC 2 e la prima gara dell’Abarth Rally Cup, campionato monomarca riservato alle Abarth 124 rally, che si articola su 6 degli 8 appuntamenti validi per il titolo continentale. Alberto Monarri (SPA), con Alberto Chamorro (SPA), al volante dell’Abarth 124 rally del Team SMC Junior Motorsport, ha infatti vinto la categoria ERC2 e R-GT nel Rally Islas Canarias, precedendo i connazionali e compagni di scuderia Carlos Garcia Perez (SPA) e Jordi Diaz Negrin (SPA) al termine di una gara che li ha visti protagonisti anche nella classifica assoluta.

I due spagnoli inoltre hanno conquistato un 16° posto assoluto e si sono imposti tra le vetture a 2 Ruote motrici. Grazie a questo successo Monarri  guida ora le classifiche Abarth Rally Cup del Campionato Europeo ERC2 e  del Trofeo 2 Ruote Motrici del Campionato Spagnolo Rally Asfalto, di cui è campione in carica. Al terzo posto si sono piazzati i polacchi Dariusz Polonski  e Lukasz Sitek, quarti gli italiani Andrea Nucita e Michele Ferrara, attardati nella prima tappa per un inconveniente tecnico risolto dal team alla fine della prima giornata di gara. Nella seconda giornata Nucita ha tentato la rimonta con delle buone performance nelle prove speciali più veloci della gara.

Alberto Monarri (SPA): “Sono entusiasta di questa vittoria nella manche spagnola del campionato. Il pubblico mi ha incitato in tutte e due le tappe.  La versione 2019 dell’Abarth 124 rally è più performante e rende più semplice ottenere ottimi riscontri cronometrici su tutti i tipi di percorso”.

Carlos Garcia Perez (SPA): “Queste sono le strade su cui ho iniziato a correre e sono contento del risultato ed entusiasta delle prestazioni dell’Abarth 124 rally che guidavo per la prima volta”.

Dariusz Polonski (POL): “Dopo l’uscita di strada che mi ha attardato nella prima tappa, nella seconda giornata mi sono concentrato per cercare di imparare a guidare questa fantastica automobile dalla potenza esuberante. Un’esperienza che mi sarà utile nei prossimi impegni di campionato”.

Andrea Nucita (ITA): “L’inizio gara è stato molto difficile e nella seconda parte ritengo di aver dimostrato la competitività di quest’auto che nelle due passate stagioni mi ha dato tante soddisfazioni”.

Nelle 16 prove speciali Monarri ha ottenuto 8 successi, Nucita 7 e Garcia Perez 1. Il prossimo appuntamento dell’Abarth Rally Cup è il Rally Liepāja in Lettonia dal 24 al 26 maggio, dove le Abarth 124 rally affronteranno un percorso sterrato.

Classifica dell’Abarth Rally Cup dopo il Rally Islas Canarias: 1. Monarri-Chamorro (SPA) 25 punti; 2. Garcia Perez-Diaz Negrin (SPA) 18; 3. Polonski-Sitek (POL) 15; 4. Nucita-Ferrara (ITA) 12.

ERC 2, Zelindo Melegari subito secondo alle Canarie

Movisport di nuovo sotto i riflettori continentali. Ciò grazie alla performance di Zelindo Melegari e Corrado Bonato, in gara lo scorso fine settimana al Rally Islas Canarias numero 43, con la Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N del team lettone Neiksans Rallysport.

Prima gara dell’anno e immediatamente podio, con la seconda posizione di ERC 2 (il Gruppo N), unico al traguardo nel bel mezzo delle più potenti vetture di classe GT. Con questa prestazione, Melegari e Bonato si sono subito “appropriati” del podio di campionato, salendo subito al terzo posto, con una gara in meno rispetto ai competitor.

Una prestazione di forza e determinazione, quella dell’equipaggio di Movisport, che ha avuto il suo bel daffare con alcune problematiche di ordine tecnico, nello specifico le difficoltà palesate al catalizzatore, che ha vincolato le prestazioni durante la prima fase di gara. Risolti i problemi, per il secondo giorno di sfide sono arrivati anche riscontri cronometrici importanti, in linea con i migliori della categoria, il che ha assicurato dunque il partire con la marcia giusta questa terza esperienza continentale per Melegari, vice campione di categoria nel 2017.

Al Rally Roma Capitale debutta la nuova Fiesta

Le prossime tre (anzi quattro visto che la Sardegna vale doppio) gare del Tricolore saranno determinanti. Il Targa Florio sarà cruciale per Craig Breen, Andrea Crugnola e Stefano Albertini. Il programma italiano dell’irlandese è garantito sino alla Sicilia, ma la vittoria sanremese ne faciliterà sicuramente l’eventuale allungamento. Per gli altri due la necessità è di fare parecchi punti, visto che entrambi sono attardati in classifica e dopo avranno l’impegno sardo sullo sterrato, fondo a cui sono meno abituati.

Il Rally d’Italia sarà un passaggio importantissimo per tutti, ma soprattutto per Luca Rossetti. Mentre Simone Campedelli, terraiolo di nascita e con una vettura gestita da M-Sport Poland – che con il mondiale e le sue gare va a nozze – punta sulla prova iridata italiana per fare un passo avanti determinante aspettando poi il Rally di Roma Capitale dove gli verrà affidata la nuova Fiesta. Un prodotto determinante per le sorti commerciali di M-Sport e che debutterà nel contesto del campionato europeo che è una vetrina internazionale importante.

Anzi è possibile che Simone venga coinvolto nei test di sviluppo della vettura come ‘asfaltista’, genere in fondo carente nei quadri dei piloti della formazione di Malcom Wilson. Roma sarà atteso come appuntamento favorevole anche da Giandomenico basso, che lo scorso anno sfiorò il successo contro il campione europeo Lukyanuk nonostante una preparazione sommaria della gara.