Tichaud-Garcia al Rally Portovecchio 2019 nella foto di foto Emmanuel Daul

Grande rimonta al Rally di Portovecchio per Tichaud-Garcia

Anno nuovo, vita vecchia. Maranello Corse apre il 2019 nello stesso modo nel quale aveva concluso un 2018 ricco di soddisfazioni: con una vittoria. A portare il primo oro di classe alla scuderia modenese è l’equipaggio corso composto dal trentenne Jean Paul Tichaud e dal navigatore Jean Christophe Garcia, assurto ad inatteso protagonista del Rally di Portovecchio, prova valida per la Coppa di Francia.

A bordo di una Renault Clio S1600 preparata dalla lucchese MM Motorsport, il pilota di Portovecchio – alla seconda gara in carriera ed all’esordio su questo tipo di vettura – sorprende tutti con una prestazione spettacolare. L’inizio della gara sprint (otto prove per 37 chilometri cronometrati e 156 totali) è ad handicap: la prova inaugurale vede Tichaud incassare un distacco significativo, condizionato dalla totale mancanza di conoscenza della vettura, mentre nella seconda ed ultima frazione di sabato l’equipaggio subisce una trentina di secondi di ritardo a causa di una foratura.

La prima giornata di gara si chiude con un quarantasettesimo posto assoluto ed in coda alla classe di appartenenza. Scenario che stroncherebbe tanti equipaggi, ma non i due giovani i corsi; i quali, grazie anche al fondamentale supporto tattico e tecnico di MM Motorsport, sfoderano una domenica da leoni, prodigandosi in una poderosa rimonta a suon di tempi sempre più veloci – alla fine, la Clio S1600 entra anche tra i dieci migliori – che li porta al diciottesimo posto assoluto e sul gradino centrale di classe.

Quest’acuto di respiro internazionale mette le ali alle già alte motivazioni dei componenti di Maranello Corse in vista di una stagione che si preannuncia molto intensa: in questo scorcio finale d’inverno, si stanno definendo i programmi agonistici dei portacolori e nelle prossime settimane scopriremo su quali fronti sarà impegnata l’attivissima scuderia modenese.

 

Alessio Bert con la sua Rover MG nella foto Alquati

Alessio Bert alla Ronde Canavese con la MG Rover

Il 2019 di Alessio Bert si aprirà con la Ronde Canavese, classico appuntamento di inizio stagione in Piemonte. La vettura sarà seguita come di consueto dalla Bo-Rally di Buttigliera Alta (TO), mentre sul sedile di destra si siederà Maurizio Rotundo, giovane navigatore canavesano. Nato 27 anni fa con una irrefrenabile voglia di rally, il villardorese Bert inizia la attività agonistica nel 2015 allestendo in società con l’amico Mattia Didero una Peugeot 106 N1. La MG Rover di Bert è portacolori della X-Rally Team Scuderia, associazione di Sanremo capitanata dal giovane Kevin Hegyes, che ha già raccolto ottimi risultati alla recente Ronde della Val Merula.

Dopo due anni di gare e la prima vittoria di classe al Rallyday Valli Vesimesi del 2016, grazie all’aiuto fondamentale di Luca Bosio della Bo-Rally ed ai preziosi consigli del suo mentore Alessio Sucato, altro “piedone” piemontese, acquista una MG Rover con cui conquista due secondi posti – in gara contro piloti del calibro di Michele Guastavino e l’amico-nemico Lorenzo Nocera – un bronzo di classe e tre vittorie nelle gare regionali (tra cui una allo slalom Susa-Moncenisio 2018.

“E’ il miglior compromesso possibile – racconta Alessio -. Fui consigliato egregiamente da Alessio Sucato quando mi suggerì di acquistare questa vettura e col senno di poi non poteva avere più ragione! Finora si è dimostrata molto affidabile, inoltre il comportamento su strada sposa alla perfezione la mia guida, dilettantistica ma essenziale, oltre ad essere molto intuitiva. Senza i consigli di Alessio non avrei combinato mai nulla e devo davvero molto sia a lui che a Luca Bosio, il quale mi fornisce sempre una vettura nelle migliori condizioni possibili!”.

Gabriel Di Pietro e Gigi Pirollo con la Peugeot 207 S2000

Ottimo esordio per Gabriel Di Pietro al Franciacorta Show

Si può sicuramente affermare che l’esordio nei rally del giovane Gabriel Di Pietro sia stato più che positivo. Infatti, al termine della due giorni di gara per la dodicesima edizione del Franciacorta Rally Show, lo troviamo al diciassettesimo posto assoluto della classifica, primo nella classe Super2000 e anche vincitore del bellissimo premio messo in palio dalla famiglia Caffi per il migliore concorrente Under18.

La gara è partita sabato con una prima prova speciale di 15 chilometri, che era anche la prima prova in assoluto per il giovane pilota vincitore della scorsa edizione dell’Under18 di Aci Rally Italia Talent. Subito un piccolo problema ad un tornantino che poi però veniva recuperato con una prestazione in crescendo che lo vedeva finire nei primi venti dell’assoluta, piazzamento che migliorava di una posizione nella seconda prova di 19 chilometri.

La terza prova di 6 chilometri veniva effettuata in notturna e vedeva il giovane navigato dal veterano Gigi Pirollo trovarsi subito bene alla luce dei fari, portando così la sua Peugeot 207 Super2000 della Twister Corse a staccare un quindicesimo tempo assoluto, mettendo dietro di sé, in classifica, più di una delle più performanti R5 in gara.

Nella prima prova della domenica di 14 chilometri, si confermava con un prestazione da diciassettesimo tempo che lo portava ad affrontare le ultime due prove al diciottesimo posto in classifica assoluta con già un buon distacco sul secondo di classe Super2000 e affrontando così le due prove finali amministrando il vantaggio e finendo la gara migliorando ancora di una posizione il piazzamento finale

Si lavora per la buona riuscita del Rally di Formia

Rally Città di Formia: si va verso il via alla gara

Con l’apertura ufficiale delle iscrizioni, il Rally Città di Formia entra nel vivo, ed a distanza di poco meno di un mese l’appuntamento rallistico in riva al mare Tirreno, prima gara della regione Lazio, inizia a scaldare gli animi degli appassionati e degli sportivi. La gara delle due provincie, visto che interessa i territori di Latina e Frosinone, sarà per molti driver del centro sud e non solo, l’esordio stagionale, ma anche un importante appuntamento per testare le vetture e riprendere la manualità con le molteplici funzioni che una vettura da gara implica.

I nuovi scenari offerti dal calendario sportivo 2019 contribuiscono a dare una particolare importanza all’appuntamento formiano, con molti team che sicuramente approfitteranno delle particolari conformazioni delle prove per testare le loro vetture in vista della lunga e impegnativa stagione che li attende. Ausonia Corse Promotion, ha per questo curato a fondo ogni particolare compreso un piano logistico che assicura massima assistenza a piloti e team.

Il programma prevede nella giornata di sabato lo svolgimento delle due prove speciali in terra ciociara, la domenica con inizio alle 10:30 il resto del programma che vedranno la provincia di Latina aprire la stagione rallistica 2019 nel centro sud. L’appuntamento con la prima edizione del Rally città di Formia (16/17 marzo) gara organizzata da Ausonia Corse Promotion si articola su quattro prove speciali da ripetere due volte, nell’arco della due giorni motoristica.

Il sabato gli equipaggi saranno chiamati alla sfida con il cronometro in terra ciociara, visto che affronteranno le PS di: Pignataro Interamna e San Giorgio a Liri, rispettivamente di 7,0 e 7,5 chilometri. Dopo il lungo riordino notturno a Formia, la gara riprenderà con la disputa delle prove speciali Maranola-Trivio e Penitro-Castellonorato della lunghezza rispettivamente di 5,55 e 6,10 Km con arrivo finale in centro a Formia dalle ore 15:30 dopo che gli equipaggi avranno percorso quasi duecentoquarantachilometri, di cui quasi sessanta cronometrati. La gara oltre a regalare emozioni e spettacolo, vuole essere un’importante ricaduta economica all’indotto turistico/ricettivo in un periodo destagionalizzato.

Alessandro Gino torna alla Ronde del Canavese

Ronde del Canavese: Alessandro Gino cerca sfidanti

L’appuntamento sulle agende è segnato con la penna rossa. Immancabile week-end che coincide con l’inizio della stagione motoristica nella provincia di Torino. Un menù è senza dubbio esclusivo quello che propone la 14° Ronde del Canavese. La gara promossa dalla Rt Motorevent propone al via oltre settanta equipaggi. Un elenco iscritti dove figurano praticamente tutti i protagonsiti del rallismo regionale.

Ad iniziare da Alessandro Gino (nella foto Loredana Magarini) vincitore lo scorso anno. L’imprenditore cuneese reduce dall’esperienza mondiale al Rally di Montecarlo sarà nuovamente al via sulla Ford Fiesta Wrc insieme a Marco Ravera. Con una vettura pressochè identica e nella stessa classe sarà presente anche il torinese Enrico Tortone. C’è grande attesa anche nella affolata classe R5 dove il valdostano Chentre in gara con Elena Giovenale guida la pattuglia Skoda formata da Patrick Gagliasso e Dario Beltramo, Fabrizio Bianchi e Fabio Grimaldi, Marco Colombi e Angela Rivoir.

Al debutto sulla una vettura ceca i locali Giovanni Bausano e Andrea Scali, oltre al torinese Riccardo Lopes che, lasciata momentaneamente la Punto Super 2000 sarà in gara con Bruno Silvetro su una Ford Fiesta. Nella stessa classe anche il canavesano Elwis Grosso insieme ad Andrea Nardini anche loro su una Fiesta R5. Completano uno schieramento d’eccezione, i protagonisti nella classe N4: Fabio Beccuti e Andrea Verzino su una Mitsubishi e Giovanni Lopes con Nicola Renner su una Subaru Impreza. Nell’elenco iscritti figurano anche i vari Bizzini, Mazzarà e Calvetti.

Il programma prevede nella giornata di sabato 23 dalle 8.30 le verifiche tecniche e sportive. A seguire lo shake down mentre alle 18.30 si terrà la consueta presentazione degli equipaggi. Novità di questa edizione, la cerimonia di presentazione e la cerimonia di arrivo si terranno sul piazzale adiacente l’Urban Center e non più nel centro di Rivarolo. Il comune ha aderito alla campagna antinquinamento promossa dalla Città Metropolitana. Domenica la sfida cronometrica si svilupperà sull’ormai classica prova di Pratiglione. Il tratto verrà ripetuto quattro volte inframezzato dai riordini e i parchi assistenza a Courgnè. L’arrivo e la premiazione alle ore 17.09 di domenica 24 febbraio.