Giancarlo Maroni

Giancarlo Maroni campione italiano formula challenge

Adesso è ufficiale: Giancarlo Junior Maroni è campione italiano assoluto formula challenge 2018. Di fatto la promessa valsassinese si era già virtualmente assicurato il titolo tricolore nella penultima gara disputata ad Airola, nel beneventano, a Castelletto di Branduzzo, nel pavese, nell’ultima gara dell’Italiano bastava essere alla partenza. Maroni è andato oltre, vincendo anche la sesta gara del campionato 2018, chiudendo la stagione con un formidabile strike di sei successi in altrettante gare. Fantastico. Per la Scuderia Abs Sport è il secondo titolo italiano in questa stagione, dopo l’ennesimo trionfo di Loris Papa nel tricolore Autostoriche con la Fiat 128 nella classe 1100 cc. Il trionfo di Giancarlo Junior Maroni, soprattutto nelle proporzioni, non era atteso, per questo ancora più bello e gratificante per tutta la Scuderia, ad iniziare dal presidente Beniamino Bianco e dal diesse Ivano Tagliabue. Nell’ultima gara del tricolore 2018 a Castelletto di Branduzzo. nel Challenge del Lupo, il giovane pilota valsassinese non si è risparmiato, portando la sua Osella PA 21 – Suzuki di nuovo davanti a tutti primeggiando in tutte e tre le manche disputate, con l’aggiunta del miglior tempo di giornata.

Emozione e felicità per Maroni

“Sono felicissimo, anzi strafelice, di più non potevo aspettarmi da questa stagione. Vincere il campionato italiano e tutte le gare in calendario è straordinario – afferma Maroni, figlio d’arte di Primaluna -. Non mi aspettavo proprio una stagione così positiva. Diciamo che abbiamo anticipato di un anno l’obiettivo del titolo nell’Italiano Formula Challenge. Il segreto propabilmente sta nelle gare disputate nel corso della stagione in salita e negli slalom che mi hanno permesso di maturare una buona esperienza anche nella preparazione dell’assetto dell’Osella, tutto questo mi è poi stato utile nell’Italiano Formula Challenge. E’ un titolo italiano speciale per me e per tutta la mia famiglia. Un successo che voglio dedicare a mio papà Benvenuto (più volte campione italiano nella specialità ndr) che mi ha avviato alle gare e mia ha dato sempre ottimi consigli nel prepare le competizioni e ottimizzare la mia guida. Un grazie speciale va anche a mia sorella Cristina che come è cresciuta a pane e corse, seguendomi ovunque e sostenendomi con grande passione. Ringrazio anche la Scuderia Abs Sport che mia ha supportato con passione in questa rincorsa all’Italiano Formula Challenge”.

Formula Challenge di Spinetoli

Preparativi per il Formula Challenge di Spinetoli

L’area artigianale di Pagliare del Tronto ospita il 28 ottobre la seconda edizione del Formula Challenge Città di Spinetoli, valido per il Trofeo Zona Nord, organizzato dalla Pro Loco Pagliare-Spinetoli-San Pio X in collaborazione con il Gruppo Sportivo dell’Automobile Club Ascoli. La gara si correrà sul circuito cittadino di 900 metri circa, ricavato tra i padiglioni artigianali. Le iscrizioni chiudono lunedi 22 ottobre. La sede logistica e il paddock sono nella zona del Fly Risto Bar di via 8 Marzo. Domenica 28 ottobre dalle 8 alle 9.30 sono previste le verifiche sportive e tecniche. Dalle 11 le prove di qualificazione e, a seguire, le tre gare per una classifica che terrà conto delle due migliori prestazioni con somma di tempi.

Giancarlo Maroni

Monologo Maroni anche al Torino Motor Show

Giancarlo Maroni Jr vince il Torino Motor Show, quarto appuntamento del Campionato Italiano Formula Challenge in scena sul circuito Tazio Nuvolari di Cervesina. Anche in questo evento il giovane pilota lombardo sale sul gradino più alto del podio. Partito subito forte come da par suo al volante di una Osella PA 21 JRB Suzuki, Giancarlo Maroni Jr sigla il miglior tempo al termine dei quattro giri da 1700 metri validi per Gara1 ed è secondo in Gara2. In entrambe le tornate, a incrociare con lui gomme e traiettorie è Pietro Giordano. Il campione italiano in carica, secondo in Gara1, mette la sua firma su Gara2 con la sua Radical SR4 Suzuki ma, nella somma dei tempi, finisce dietro in classifica assoluta per soli 59 centesimi.

Molto costante la gara di Christian Rapuzzi, terzo in Gara1 terzo in Gara2 e terzo sul podio di Cervesina con la sua Polini 04, il più veloce tra le Gruppo E2 SH davanti ad Alessandro Casu, quinto assoluto su Autobianchi A112 alle spalle di Giovanni Gozzi, con la Polini 05. Michele Zaniboni, al rientro sulla scena del tricolore formula challenge, mostra a tutti la stoffa del campione con cui è fatta la sua tuta vincendo il Gruppo S con oltre tredici secondi di vantaggio su Marco Pippa su Lancia Delta Evo1 e piazzando le ruote della sua Lotus Exige al sesto posto della classifica assoluta. Denis Esposito, primo tra i prototipi su Fiat 500, è settimo assoluto a una manciata di centesimi da Emanuel Traina su Fiat X 1/9 Proto.

La nona posizione della classifica assoluta è di Lorenzo Pippa su Lancia Delta Evo2, il più veloce tra le vetture del Gruppo E1 Italia orfano di Christian Bussandri, uno dei sicuri protagonisti attesi alla vigilia. Il pluricampione piacentino, infatti, è costretto al ritiro dalla rottura del cerchio dell’anteriore sinistra della sua Peugeot 208 Ecometano. Chiude la top ten del Torino Motor Show la Lancia Delta Evo1 di Marco Pippa. Andrea Pulvirenti, undicesimo assoluto, vince il Gruppo A al volante di una Peugeot 208. Dietro di lui nell’assoluta, Gianluca Grossi su Renault Clio si impone tra le Racing Start. Marco Canola sigla il Gruppo N con una Peugeot 106. Tra le numerose bicilindriche in gara, gradino più alto del podio per Antonino Fiordilino su Fiat 500 Giannini.

Giancarlo Maroni

Maroni fa il pigliatutto al Napoli-Sarno

Continua la cavalcata vincente del giovanissimo driver lombardo, Giancarlo Maroni, che dopo la vittoria a Varano e a Otranto, sigla anche quella sul circuito di Napoli-Sarno, teatro del Campionato Italiano Formula Challenge. Seconda piazza per Pietro Giordano. Terzo è Eugenio Barbone. In una bella e calda giornata di sole, Giancarlo Maroni Jr vince il Napoli Challenge Sarno, terzo appuntamento valido per il Campionato Italiano Formula Challenge. Al giovane pilota lombardo bastano i tempi di Gara1 e Gara2, entrambe da lui vinte, per salire, al volante della sua Osella PA 21 JRB Suzuki, sul gradino più alto del podio allestito all’interno del bel circuito campano. A oltre nove secondi da uno scateno Maroni Jr, seconda piazza per Pietro Giordano su Radical SR4 Suzuki, il campione italiano in carica, che nel finale si toglie la soddisfazione di siglare il miglior tempo di giornata al termine dei cinque passaggi lungo i 1548 metri di Gara3.

Gradino più basso del podio, a ventidue secondi dal vincitore, per Eugenio Barbone su Dallara 393 Opel, terzo in Gara1 e secondo in Gara2. Bella la lotta per la quarta posizione tra le Radical SR4 Suzuki di Giacomo Gozzi e Antonino Lucibello risoltasi a vantaggio del primo, quasi due secondi più veloce del secondo. Sesta piazza per Luigi Sbaratta al via su Radical Prosport, bravo a contenere nel finale Diego Ferrara, settimo assoluto su Mygale Suzuki a una manciata di centesimi dal pilota che lo precede. Bella la prestazione del pluricampione della specialità Christian Bussandri, ottavo assoluto. Il pilota piacentino, partito con un piccolo problema meccanico alla sua Peugeot 208 Ecometano prontamente risolto, si è rivelato, ancora una volta, il migliore tra i piloti in gara su vetture a ruote coperte. Ditero di lui ancora due Radical. La prima quella di Aniello Mastellone. La seconda quella di Vito Colella a chiudere la top ten del Napoli Challenge Sarno.

Formula Challenge Terra d'Otranto

Al Terra d’Otranto Challenge Race si battaglia alla grande

Giancarlo Maroni Jr vince, dominandolo, il Terra d’Otranto Challenge Race, seconda prova del Campionato Italiano Formula Challenge. Il giovanissimo pilota lombardo, per la prima volta in gara sul circuito La Conca di Muro Leccese con la sua Osella PA 21 motorizzata Suzuki, sale sul gradino più alto firmando il miglior tempo di qualificazione e il ripetendosi in tutte e tre le gare corse lungo i 1250 metri contro il tempo del percorso salentino. “E’ sempre bello vincere, ma questa secondo successo tricolore, dopo quello di Varano, ha scatenato davvero grandi emozioni nella mia prima volta in Puglia”, dichiara entusiasta il pilota a fine giornata. “Dal Salento ritorno con più convinzione nelle mie potenzialità, visto che abbiamo portato a casa il successo con un buon distacco, nonostante i problemi degli avversari. Posso competere per la vittoria del campionato”.

Alle spalle di un Giancarlo Maroni Jr in stato di grazia, a oltre dieci secondi, si classifica Pietro Giordano, il vincitore della passata edizione. Il campione italiano in carica, al via su Radical SR4 Suzuki, trova il giusto passo di gara nel finale di una intensa giornata di sport e spettacolo chiudendo Gara 3 a soli settantacinque centesimi dal trionfatore. Gradino più basso del podio, a poco più di quattro secondi da Giordano, per il leccese Massimiliano Pezzuto, costante e incisivo al volante della sua Radical SR4 Suzuki. Meno di due secondi separano il fasanese Domenico D’Amico, quarto su Radical SR4, da Christian Bussandri. Il pluricampione piacentino, il più veloce tra i piloti al via con vetture a ruote scoperte, tira fuori dai cilindri della sua Peugeot 208 alimentata a metano un prestazione maiuscola coronata da un quarto posto assoluto al termine dei quattro giri di Gara 2.

Paolo Abalsamo, sesto assoluto su Renault Clio RS, precede in classifica Mauro Santantonio, il più veloce in Gruppo A al volante di una Peugeot 208 T16, e Paolo Garzia, leader in Gruppo N su Citroën Saxo Vts. Il nono tempo è quello del giovanissimo Nicolò Pezzuto su Mit Jet Audi. Chiude la top ten del Terra d’Otranto Challenge Race Samuele Toma in pista su Peugeot 106 Super 1600. La gara, corsa in una bella domenica di fine estate, è stata un grande successo, sportivo e di pubblico. “C’è grande soddisfazione in seno all’organizzazione per il risultato di questa quinta edizione che, da tre anni è palcoscenico del Campionato Italiano di Formula Challenge”, commenta il responsabile organizzativo Santino Siciliano, presidente della Motorsport Scorrano. “Siamo orgogliosi della grande sfida andata in scena in pista tra i campioni della specialità giunti da ogni parte d’Italia. E siamo fieri delle migliaia di spettatori presenti che, con il loro entusiasmo, ripagano del duro lavoro e del tanto impegno che ci hanno messo tutti coloro che hanno supportato e collaborato per la riuscita dell’evento. E li ringrazio tutti”.