Carlos Sainz ringrazia i suoi fan: 'Mi avete reso molto felice'

Sainz: ”Prodrive BRX1 incognita alla Dakar, Toyota e Mini…”

La Dakar 2020 delle auto si è confermata una corsa con “due cavalli di razza” Toyota e X-Raid, da quando Peugeot ha interrotto il suo programma ufficiale dopo tre vittorie consecutive tra il 2016 e il 2018. Però, i due affermati Costruttori ora hanno un nuovo sfidante nel team Bahrain Raid Xtreme, che ha ingaggiato la leggenda del WRC Sebastien Loeb e il vincitore del 2015 Nani Roma per guidare i suoi prototipi BRX1 costruiti da Prodrive.

Il campione in carica Sainz, che è di nuovo in testa alla formazione di buggy di X-Raid con il tredici volte vincitore Stephane Peterhansel, afferma che Mini e Toyota sono i favoriti nella categoria delle auto e che la mancanza di esperienza di BRX rischia di fare pagare un prezzo alto alla squadra.

“Penso che la gara sarà tra Toyota e Mini”, ha detto Sainz. “Ci sono molte Toyota e solo due Mini. Abbiamo già visto migliorare la Toyota nei due rally che abbiamo fatto. La lotta con Nasser Al-Attiyah sarà dura. “Le vetture Prodrive hanno due ottimi piloti. Il rientro di Loeb solleva il pool di piloti. Prodrive è super capace di realizzare un’auto vincente e affidabile. Ma è molto difficile vincere alla prima partecipazione, anche se non dico che sia impossibile. Per quanto provi, il ritmo e le sorprese in gara sono diverse”.

La Dakar Rally 2021 si terrà per il secondo anno consecutivo in Arabia Saudita nell’ambito di un accordo quinquennale tra l’ASO e la nazione del Golfo. Dopo che il capo dell’ASO, David Castera ha ammesso che alcune tappe della seconda settimana della Dakar di quest’anno sono “molto veloci”, l’organizzazione si è concentrata sulle aree in cui si è svolta la prima settimana dell’evento – sebbene il percorso sia per l’80-90% nuovo rispetto alla precedente edizione.

Sono state apportate modifiche anche alla tappa della maratona, con i piloti non più autorizzati a cambiare le gomme delle proprie vetture senza incorrere in penalità. Alla domanda su cosa ne pensa sui cambiamenti per il 2021, Sainz ha dichiarato: “Come prima volta, la seconda settimana è un po’ pericolosa ma l’organizzazione ha imparato. Penso che quest’anno le due settimane siano più a nord, che abbiano organizzato una prima settimana fantastica”.

“C’è una tappa della maratona che questa volta è più difficile perché in caso di foratura non puoi togliere le ruote dal camion dell’assistenza liberamente. Abbiamo due soltanto ruote di scorta. Il giorno dopo, se fori e il team di assistenza ti dà una gomma, sono 15 minuti di penalità”.