Campionato Italiano Rallycross grande spettacolo a Maggiora

Campionato Italiano Rallycross: grande spettacolo a Maggiora

Grandi duelli fin dalle qualificazioni, colpi di scena e gare tiratissime per la giornata che ha mandato in scena il round 1 del Campionato Italiano Rallycross, che finalmente è ripartito dalla Maggiora Offroad Arena il 12 settembre 2020. Domenica 13 settembre va in scena il round 2, sempre in quel di Maggiora e ci sarà da divertirsi con sfide che sono soltanto rinviate, a questo punto.

Supercar

Ottima prova del rallista Luciano Cobbe, che al debutto nella specialità e assecondato dalla Kia Rio preparata ottimamente da Gigi Galli, ha vinto con il tempo di 4’42”497. Cobbe ha preceduto il campione italiano 2017 Ivan Carmellino (Fiat Grande Punto) di 3”297 e di 38” Davide Negri (Subaru Impreza) che domani lascerà il volante al figlio Alessandro.

Super1600

Lo svizzero di origine bielorussa Yuri Belevskiy ha dimostrato che il 4^ posto nella classifica finale del Campionato Europeo 2019 non era un caso, risultando spesso imprendibile per gli avversari. Sua la vittoria in finale, grazie anche a un’Audi A1 perfetta, con il tempo di 4’41”155; seconda posizione, a 7”815, per Valentin Comte, che con la sua agile Renault Twingo ha cercato di contrastare Belevskiy soprattutto in partenza. Terza posizione, dopo una bellissima lotta con Nils Volland (Audi A1), al giovanissimo Jiri Susta (Skoda Fabia) in 4’52”675.

SuperTouring

Gara senza problemi per Roman Castoral e la sua Opel Astra OPC: il plurititolato pilota ceco ha vinto in 5’07”085, distanziando un pur bravo Marco Nicolini (Peugeot 208) di 15”852; terza posizione per Franco “Frenk” Fusi in 5’30”083.

Kartcross

Gare combattutissime come sempre accade, in questa categoria che però ha visto un pilota su tutti in finale: Maicol Giacomotti che, al debutto con il Planet Kart Cross K3, è stato il più veloce con il tempo di 4’37”325. In realtà la giornata era iniziata male per il pilota verbanese, con una rottura nelle libere e una falsa partenza in Q1.
Alle spalle di Giacomotti si è piazzato, con 4’40”390, Riccardo Canzian (Speedcar Xtreme), che si conferma pilota con cui chi aspira alla vittoria finale dovrà fare i conti. Terza posizione per il belga Jan Keller (Peters Cross) in 4’44”667.