,

Cambia il calendario gare del Trofeo A112 Abarth

sisani coppa a112 terra

In assenza di aggiornamenti sullo svolgimento del Rally Campagnolo, è stato necessario apportare modifiche al calendario, con la cancellazione della tappa prevista a Vicenza. Di conseguenza, nel primo girone del calendario sono rimaste solo tre gare, senza la possibilità di applicare alcun sistema di scarto.

Dopo oltre un mese dall’annuncio del rinvio a data da definire del 19° Rally Campagnolo, l’intero settore degli appassionati e degli addetti al settore automobilistico è ancora avvolto da un’atmosfera di incertezza riguardo al destino di questo prestigioso evento. L’assenza di comunicazioni ufficiali ha alimentato discussioni e speculazioni, mentre la fiducia in una risoluzione positiva si erode gradualmente.

La mancanza di chiarezza ha avuto un impatto tangibile sul mondo dei rally, spingendo gli attori principali coinvolti nell’organizzazione di gare e campionati a prendere decisioni decisive. Tra questi, il Team Bassano, noto per il suo ruolo nel promuovere il Trofeo A112 Abarth, si è trovato di fronte a un dilemma impegnativo. La soluzione adottata è stata estrema: escludere il Rally Campagnolo dal calendario e rivedere integralmente la programmazione del Girone 1 per il 2024.

Questa brusca revisione ha scosso profondamente la comunità rallistica, suscitando interrogativi sul futuro del Rally Campagnolo e sulle implicazioni che ne derivano per le prossime stagioni. L’evento, da sempre un punto fermo nel calendario nazionale dei rally, richiama un vasto pubblico di appassionati e piloti provenienti da ogni angolo del Paese. La sua assenza crea un vuoto significativo, sollevando dubbi sulle motivazioni dietro il rinvio e le prospettive di una sua futura riprogrammazione.

La nuova configurazione del calendario è lo specchio di questa nuova realtà. Nel Girone 1, dove il Rally Campagnolo era originariamente considerato una tappa fondamentale, ora si riduce a soli tre eventi. Questo cambiamento ha conseguenze che si estendono oltre i partecipanti e gli appassionati, coinvolgendo anche gli sponsor, i partner e le comunità locali che traggono vantaggio dall’afflusso di visitatori e dalle opportunità economiche generate dall’evento.

Le decisioni prese dal Team Bassano e dagli altri organizzatori di eventi rallistici mettono in luce la complessità della situazione attuale e l’importanza di adattarsi a un contesto mutevole. Pur restando forte la passione per il motorsport, la necessità di organizzare e gestire eventi in un ambiente incerto richiede un equilibrio delicato tra ambizione e cautela.

In attesa di aggiornamenti ufficiali sul destino del Rally Campagnolo, gli appassionati rimangono in ansiosa attesa di notizie che possano dissipare le incertezze e dare nuovo slancio alla stagione rallistica. Nel frattempo, il panorama rallistico nazionale si prepara a fronteggiare le sfide e ad abbracciare le opportunità che il futuro riserva, confidando nella persistente passione che unisce gli appassionati di questo sport in ogni sua sfumatura.

Girone 1

  • 1/2 marzo: Rally Vallate Aretine
  • 19/20 aprile: Rally Costa Smeralda Storico
  • 31 maggio/1 giugno: Rally Valsugana Storico

Girone 2

  • 21/22 giugno: Rally Lana Storico
  • 26/28 settembre: Rallye Elba Storico (diviso in “Gara 1” e “Gara 2”)
  • 29/30 novembre: Rally del Brunello

In merito ai risultati validi da considerare per il Girone 1, saranno presi in considerazione i tre rally sopracitati, senza possibilità di scarto.