,

Bis di Bottoni-Peruzzi al 19° Benacvs Rally

fedrico bottoni e sofia peruzzi bancvs rally foto immagini time foto

Il pilota veronese, navigato dalla navigatrice e compagna Sofia Peruzzi metteva così il secondo sigillo consecutivo al Benacvs Rally dopo la vittoria del 2022. Proprio la vittoria sull’ultima prova speciale permetteva a Rudy Andriolo e Manuel Menegon di aggiudicarsi il Memorial Andrea Bonsaver oltre alla seconda piazza assoluta.

Una due giorni finalmente baciata dal bel tempo ha fatto da ideale cornice al 19° Benacvs Rally ed al 2° Rally Benaco Storico, corse nelle giornata di ieri e oggi, con un percorso di gara che ha avuto come epicentro il Comune di Caprino Veronese ma coinvolgendo anche i Comuni di Ferrara di Monte Baldo, San Zeno di Montagna, Dolcè e Sant’Anna d’Alfaedo. Nella manifestazione organizzata dalla Daytona Race in collaborazione con il Valpolicella Rally Club sono state in totale 75 le vetture che hanno preso il via, dando vita alla due giorni dedicata ai rally, suddivise in 45 vetture moderne e 30 tra le storiche.

Fin dalla prova d’avvio, l’unica corsa nella serata di venerdì, sono apparsi subito chiari i valori in campo, con un filo conduttore che ha poi caratterizzato entrambe le gare. Nel Benacvs Rally i favoriti della vigilia Federico Bottoni e Sofia Peruzzi, vincitori dell’ultima edizione disputata nel 2022, sono partiti subito all’attacco per non lasciare adito a dubbi sulle loro intenzioni della vigilia, vincendo la speciale d’apertura seguiti da Michele Degani con Alessandro Mattioda e Rudy Andriolo con Manuele Menegon, tutti su Skoda Fabia EVO. Anche nel Benacus Storico gli ultimi vincitori, Beniamino Marsura e Massimiliano Menin, hanno subito messo le ruote della loro Porsche 911 davanti a tutti.

Dopo il riordino notturno ai concorrenti restavano cinque prove da disputare, con la prima speciale svolta per la maggior parte in trasferimento a causa di un’uscita di strada di Giovanni Costenaro e Christian Ronzani su Skoda Fabia EVO.

Nel frattempo Bottoni continuava la sua marcia verso la seconda vittoria consecutiva nella gara di casa, mentre alle sue spalle la lotta era molto serrata ed avvincente, con il bresciano Luca Pedersoli con Luca Beltrame che non lasciavano respiro al leader fino al quinto tratto cronometrato, quando un’uscita di strada fermava la loro marcia mentre erano a solo tre secondi dagli avversari.

A raccogliere il testimone ci pensavano Rudy Andriolo e Manuel Menegon, che in avvio di giornata sono stati costretti anche ad un cambio non previsto del pneumatico anteriore sinistro a causa di una foratura subito prima di entrare in prova, perdendo poi secondi preziosi a causa delle temperature diverse tra i due pneumatici anteriori. Il trevigiano è stato poi autore di una gara sempre di vertice, suggellando la piazza d’onore finale vincendo l’ultimo tratto cronometrato, l’unico lasciato agli avversari da un Bottoni in grande smalto.

Il pilota veronese, navigato dalla navigatrice e compagna Sofia Peruzzi metteva così il secondo sigillo consecutivo al Benacvs Rally dopo la vittoria del 2022: “Sono felicissimo di questo risultato – affermava Bottoni al traguardo mentre festeggiava la sesta vittoria assoluta in carriera – vincere sulle strade di casa è sempre bello, queste prove poi oltretutto mi piacciono molto, sono veramente divertenti. La vettura non ha avuto nessun problema e si è comportata perfettamente. Complimenti agli avversari, perché non è stata una passeggiata ed ho dovuto tirare fino all’ultima prova, che ha vinto Andriolo, a riprova di una gara tirata fino all’ultimo.”

Proprio la vittoria sull’ultima prova speciale permetteva a Rudy Andriolo e Manuel Menegon di aggiudicarsi il Memorial Andrea Bonsaver oltre alla seconda piazza assoluta: “Siamo contenti – esordiva il pilota trevigiano – è stata una bella gara, purtroppo stamattina siamo partiti un po’ a rilento a causa del problema che abbiamo avuto al pneumatico. Con la squadra abbiamo lavorato molto bene, sono sempre contento di tornare a correre al Benacvs, ha prove che mi piacciono molto e ci siamo divertiti, questa per noi era una gara test per la nostra prossima partecipazione al Trofeo Italiano Rally.”

A completare il trittico di Skoda Fabia EVO che hanno monopolizzato il podio ci ha pensato Michele Degani con alle note Alessandro Mattioda, che ha suggellato nel migliore dei modi il suo rientro nei rally dopo un anno e mezzo di lontananza, dimostrando fin dalle prime prove di non aver perso lo smalto, replicando la terza piazza conquistata al Benacvs nel 2018: “Sono contento di essere sul podio nella gara di casa – spiegava il pilota al traguardo – anche se sicuramente avrei potuto staccare tempi migliori se per tutta la corsa non avessi patito problemi di sottosterzo e di un elevato rollio che mi hanno impedito di spingere fino a fondo, la gara comunque è sempre bella e sono contento di essere tornato a correre qui al Benacvs.”

Quarto posto assoluto per il veterano della gara Roberto Righetti, alla sua sedicesima partecipazione al Benacvs Rally affiancato da Diego Rossi e alla seconda gara sulla nuova Skoda Fabia RS, l’ultima arma della casa ceca: “Proseguiamo l’apprendistato con questa vettura, che ha reazioni completamente diverse rispetto alla EVO, e perciò in alcuni tratti non avevo la confidenza necessaria per sfruttarne tutto il potenziale, comunque sono felice del risultato.”

Ottimi quinti assoluti i tedeschi Gerhard Christopher e Jacqueline Kaiser alla loro prima esperienza al Benacvs Rally sempre con una vettura della casa ceca, che hanno suggellato al meglio il loro amore per il Lago di Garda ed i rally in questa gara, dove hanno messo in mostra un’ottima prova nonostante la mancanza di esperienza su queste strade.

Primo tra le due ruote motrici e nono assoluto Mattia Targon con alle note Anna Dusi, con il vincitore assoluto del 2021 che ha saputo sfruttare al meglio il potenziale della sempreverde Renault Clio Super 1600. Alle loro spalle, decimi assoluti ma soprattutto vincitori del Gruppo A con un’icona come la Renault Clio Maxi di Classe A7 il pilota di casa Damiano Schena – per la prima volta in gara con questa vettura e suo ottimo interprete – con alle note Mattia Zambelli, con la vettura francese che dimostra ancora una volta tutto il suo potenziale con un risultato da top ten a dimostrazione di un potenziale mai domo nonostante il passare degli anni.

Vittoria nella classe R4 e dodicesima posizione assoluta con la Peugeot 208 GT per Stefano Strabello e Sara Montavoci, con il pilota scaligero al via nella gara di casa in ottica di allenamento alla sua partecipazione al Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. Vittoria infine di Gruppo N per la Peugeot 106 N2 portata ottimamente in gara da Matteo Allegrini e Mattias Sconci, con il pilota scaligero che festeggiava al meglio i suo rientro nei rally dopo due anni di lontananza.