Paolo Andreucci, CIRT 2021

Bilancio 2021 Aci Sport: +60% per il CIRT e +30% per il CIR

Presso la sala congressi del Museo Ferrari a Maranello si è svolta la riunione annuale tra ACI Sport e gli Organizzatori dei Campionati Italiani Rally 2021. Presenti anche i rappresentati delle principali case costruttrici di automobili e penumatici impegnate nel settore rally. Un incontro tornato in presenza, dopo la parentesi 2020 in “teleconferenza”, che ha offerto un’occasione di confronto utile alla programmazione della stagione sportiva 2022. A rappresentare la Federazione erano presenti il Presidente della Commissione Rally ACI Sport Daniele Settimo, il Direttore di ACI Sport Marco Rogano, il Responsabile alla Sicurezza e componente della Commissione Rally ACI Sport Luciano Tedeschini, nonché a fare gli onori di casa il Presidente ACI Sport e Presidente dell’Automobile Club Modena Vincenzo Credi.

“Fa piacere tornare in presenza dopo questo periodo complicato – ha aperto la riunione il Presidente Settimo – nel quale lo sforzo di tutti ha permesso al settore rally di proseguire. Siamo stati un esempio per molte realtà estere, questo conferma la bontà del nostro operato. Le strategie in questo periodo di difficoltà hanno ripagato gli sforzi di tutti, abbiamo rispettato le regole e siamo riusciti a portare avanti le attività sportive nel nostro settore con numeri e risultati sorprendenti. Ora viene l’altra fase complessa, durante la quale proveremo a reintrodurre gradualmente le normative e i criteri pre-covid. Ci saranno dei cambiamenti e siamo qui anche per capire le esigenze di ogni componente del nostro sport”.

Quindi il Direttore Rogano ha evidenziato il ruolo chiave della comunicazione nel presente e nel futuro del settore rally: “il 2021 è stato decisivo per noi soprattutto per la nascita di ACI Sport TV, ma dobbiamo vederlo come un punto di partenza. Naturalmente ci sarà modo e maniera di crescere, ma vogliamo dare pari dignità ad ogni campionato nei diversi settori del motorsport italiano. Il canale ufficiale della Federazione va considerato da tutti, in particolare dagli organizzatori, come un’opportunità”.

A completare la relazione riguardo alla stagione, ora in fase di chiusura, il commento di Tedeschini: “durante la stagione corrente abbiamo ottenuto risultati impressionanti riguardo alle partecipazioni medie di ogni serie tricolore. Il CIR Sparco 2021 in particolare, con una gara ancora da registrare, ha ottenuto un aumento delle partecipazioni del 30% rispetto all’anno precedente. In totale 1035 partecipanti su 7 gare, da dividere in 669 per il Campionato e 366 per la CRZ. Cifre interessanti anche per il CIWRC, che ha ottenuto un aumento dell’8% di equipaggi medi a gara. Crescita esponenziale infine della partecipazione al CIRT, che ha incrementato del 60% i risultati rispetto al 2020”.

Sono state esaminati i progetti di modifica per i Campionati Italiani Rally 2022. I prossimi appuntamenti federali prevedono quindi una riunione della Commissione Rally ACI Sport ad inizio settimana seguita dalla Giunta Sportiva ACI, in riunione per martedì 9 novembre.

In edicola e in digitale: RS e oltre di novembre 2021

Copertina RS e oltre novembre 2021