Non perderti nessuna notizia sulle corse di regolarità per auto storiche. Entra e scopri le news sulla tua tipologia di competizione preferita.

Il Franciacorta Historic 2020 si sposta a fine agosto

Come fortemente sperato da tutti l’emergenza Covid-19 sembra essersi affievolita e, seppure con le dovute precauzioni, il settore dell’automobilismo storico è ripartito con le prime gare nelle varie discipline. A questo proposito è fresca la notizia dell’accordo concluso con ACI Sport per lo svolgimento del Franciacorta Historic 2020 a fine agosto, sabato 29 per la precisione.

Grazie alla collaborazione e alla disponibilità degli organizzatori del “Trofeo Noci Motor Classic” (che hanno concesso la loro data a causa del rinvio al 2021) e di quelli del “Trofeo Colline Moreniche” – quest’ultimo in programma il giorno successivo e valevole per il Trofeo Nazionale Regolarità – i concorrenti avranno la possibilità di disputare, seppure a breve distanza di tempo, due manifestazioni nello stesso week end a tutto beneficio della disciplina e della piena e regolare ripresa dell’attività sportiva.

Tornando al Franciacorta Historic 2020, la gara si disputerà in un’unica giornata di gara con partenza e arrivo all’Agriturismo Solive di Corte Franca (Bs) secondo le nuove disposizioni previste dal protocollo generale ACI Sport disponibile sul sito acisport.it. Il programma prevede una prima fase di registrazione dei concorrenti e di verifiche sportive dalle ore 7.30 alle ore 10.30 e, a seguire, la consegna del road book a fasce orarie (come da regolamento) e del lunch box predisposto con cura dall’Agriturismo Solive.

Alle 12.00 la partenza della prima vettura con gli equipaggi che saranno impegnati in un percorso di 145 chilometri attraverso la Franciacorta e il Lago d’Iseo – confermato il suggestivo transito sul lungolago di Paratico – con la disputa di 45 prove cronometrate in linea (non ripetute) e di 3 controlli orari. Dalle 16.30 il rientro delle vetture all’Agriturismo Solive con la consegna di piacevoli omaggi “rinfrescanti” a tutti i concorrenti e infine alle 19.30 le premiazioni (nel rispetto del distanziamento minimo previsto dal protocollo).

Colli Isolani 2020: vittoria per Fabbri e Cipriani

Riprendono le sfide con cronometri e pressostati: gli specialisti del centesimo non si fanno trovare impreparati e rispondono in gran numero alla dodicesima edizione della Regolarità dei Colli Isolani 2020, gara di regolarità turistica che si è svolta domenica scorsa ad Isola Vicentina, sotto l’attenta direzione dallo staff del Rally Club Team.

Oltre ad una dozzina di vetture partecipanti all’Autoraduno dei Castellari, sono state sessanta le storiche e venti le moderne, con un parterre di pretendenti che rendeva il pronostico sui vincitori, non facile da azzeccare.

Al termine dell’apprezzato percorso del Colli Isolani 2020, ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro sono stati Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani, in gara con una Volvo Amazon 121. Il duo del Progetto M.I.T.E. parte in sordina, viaggiando nelle retrovie nella prima parte di gara, ma nella seconda frazione cambia passo ed inizia un’avvincente rimonta che lo porta, a due prove dal termine, in perfetta parità con Gianluca e Filippo Zago i quali, su Volkswagen Golf Gti, avevano mantenuto il comando per gran parte della gara.

Saranno proprio i due pressostati finali a stravolgere la classifica con Fabbri che si porta al primo posto e l’accoppiata della Golf che scivola in terza posizione, dopo due passaggi non in linea con i precedenti; tra di loro, chiude in seconda posizione assoluta la Porsche 911 dei regolari Luigino Gennaro e Steve Clark.

Scorrendo la classifica, si deve ricorrere alla discriminante per stabilire la quarta e quinta posizione, vista la parità: ad aver la meglio sono Mauro Balloni e Paolo Burgalassi su Fiat Ritmo 130 Tc, ai danni di Filippo Viola e Daniel Gerunda in gara con la nuova Alfa Romeo 33.

Vittoria per la Padova Autostoriche tra le scuderie, e menzione per Andrea Giacoppo, in gara con la figlia Anna su Mercedes 230, che ha realizzato la seconda prestazione assoluta sul campo, ma essendo classificato come Top Driver, non rientra in classifica come previsto dal regolamento della regolarità turistica.

Nella gara riservata alle vetture moderne post 1990, sono i piemontesi Roberto Viganò e Pieraldo Giacobino su Fiat 124 Spider ad aggiudicarsi meritatamente la vittoria dopo aver preso il comando nelle prime battute e saldamente mantenuto sino al traguardo. A completare il podio assoluto la Fiat 500Abarth di Ivano Ceci e Barbara Botti ed in terza posizione la Peugeot 205 Gti di Fabio Barison e Adriano Paggiarin. Andrea Nonnato e Thomas Mozzato sono quarti con la Subaru Impreza WRX e la top ten viene chiusa da Diego Verza e Boris Santin su Volkswagen Polo.

Al termine della manifestazione, durante le premiazioni sono stati numerosi gli apprezzamenti dei partecipanti, felici soprattutto di aver potuto riprendere l’attività regolaristica e soddisfazione l’ha espressa anche Renzo De Tomasi, il quale oltre ai ringraziamenti agli equipaggi e allo staff organizzativo, ha colto ed evidenziato il piacere di ritrovarsi nuovamente – e con le dovute precauzioni – a passare una giornata all’insegna dello sport e della passione.