,

Andrea Piccardo debutta nel CIRT

piccardo migone gara3 1.jpg

Debutto nel Tricolore Terra per il pilota classe 1995. Grazie a questo, Piccardo avrà modo di cimentarsi nel Trofeo sponsorizzato dal gommista indiano, trofeo che si annuncia altamente combattuto.

Il Campionato Italiano Rally Terra (CIRT) è  ormai alle porte, tra i tanti protagonisti al via troviamo anche Andrea Piccardo. Il giovane pilota, nato nel 1995, si appresta a lanciarsi nella sfida delle strade del CIRT per la prima volta nella sua carriera, guidando una Peugeot 208 R2 equipaggiata con pneumatici MRF.

Grazie a questo, Piccardo avrà modo di cimentarsi nel Trofeo sponsorizzato dal gommista indiano, trofeo che si annuncia altamente combattuto. Piccardo debutta nel 2018, al Ronde Gomitolo della Lana, nel corso degli anni, il pilota ligure ha affrontando varie competizioni, tra cui il Campionato Italiano Rally Junior del 2021 al volante di una Ford Fiesta Rally4. Nello stesso anno, ha fatto il suo debutto su una rally2 alla Cronoscalata di Tandaló, in Sardegna.

In vista del suo debutto nel CIRT, Piccardo ha espresso grande entusiasmo e determinazione, commentando: “Dopo una lunga pausa dal campionato italiano, tornare direttamente sulla terra è un grande piacere. Non esiste fondo migliore per crescere ed aumentare la propria competitività, e quest’anno io e André Perrin avremo l’occasione di farlo supportati nuovamente dal super team toscano PRT e dalla scuderia Ro Racing che ci accompagneranno lungo tutta la stagione. Parteciperemo anche all’ MRF Rally Trophy Italia felicissimi di provare le nuove coperture, visti i numerosi successi ottenuti dal costruttore indiano con Andreucci e tanti altri piloti velocissimi. Il livello del campionato è molto alto quindi vogliamo fare esperienza, cercando di capire come gestire ogni gara. A giorni inizieremo a levarci qualche dubbio con la prima di Foligno che si preannuncia una gara molto tecnica e complicata

Per affrontare questa nuova sfida, Piccardo potrà contare sull’esperienza e la competenza del suo navigatore, André Perrin, valdostano di 29 anni con un solido background nel Campionato Italiano Rally e nel CIR Junior. La coppia si prepara dunque a dare il massimo per ottenere risultati positivi e affermarsi nel panorama automobilistico nazionale.