Non perderti nessuna notizia sulle corse di slalom in salita. Entra e scopri le news sulla tua tipologia di competizione preferita.

Anteprima: slalom Mignanego-Giovi in rampa di lancio

C’è tempo sino a martedì prossimo, 13 ottobre, per iscriversi allo slalom Mignanego-Giovi, in programma il 17 e 18 ottobre prossimi con l’organizzazione della Scuderia Valpolcevera e la collaborazione del Comune e della Pro Loco di Busalla e del Comune di Mignanego.

Giunta alla trentottesima edizione e valida per l’assegnazione del 3° trofeo “Bruno Polini”, la più longeva gara nazionale tra i “birilli” sarà articolata su due giornate, la prima delle quali, sabato 17, prevede, dalle ore 16 alle 19, in Piazza Colombo, a Busalla, le operazioni di accredito e controllo dei documenti.

Domenica, dopo un supplemento di operazioni preliminari al Passo dei Giovi dalle ore 7 alle 8, la gara entrerà nel vivo alle ore 10 con la salita di ricognizione a cui faranno seguito – rispettivamente alle ore ore 11:45, 13:45 e 15:45 – le tre manche su cui è articolata la sfida. La premiazione finale è prevista alle 17:30 al Passo dei Giovi.

Il tratto di strada interessato resterà chiuso al traffico dalle ore 8:30 alle 17:30. Poichè, nel rispetto delle norme anti-Covid, sul percorso non sarà ammesso il pubblico, gli organizzatori utilizzeranno le loro piattaforme social (Facebook e Youtube) per far vivere in diretta tutte le fasi della gara ai numerosissimi appassionati. L’organizazzione dello slalom si è avvalsa dell’importante supporto di GruppoGE, Tarox, OMP, Viscol, SpazioGenova e Grondona.

Lo scorso anno, successo finale di Pasquale Bentivoglio (Tatuus Kawasaki) su Andrea Grammatico (Radical SR4). Sito web: www.scuderiavalpolcevera.com – Facebook: Scuderia Valpolcevera.

A Gianluca Ticci e alla Sport Favale 07 lo slalom Chiavari-Leivi

Nel ricordo di Danilo Mosca, pilota e portacolori del sodalizio organizzatore scomparso di recente, si è disputata – nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e senza pubblico sul percorso – la 9^ edizione dello slalom “Chiavari – Leivi” – Memorial “Graziano Borra”, proposto   dalla scuderia Sport Favale 07 in collaborazione con la locale scuderia Auto Moto Retrò Leivi. La gara ha visto lo squillante e netto successo di Gianluca Ticci, al volante della sua veloce Fiat X1/9 2000 dotata di testata Ferrari.

Alfiere e dirigente della scuderia organizzatrice della gara, alla sua prima vittoria assoluta in carriera, Gianluca Ticci si è imposto in tutte e tre le manche – ottimo il suo scratch messo a segno nella terza – ed alla fine ha preceduto due piloti piemontesi, Luca Veldorale, in lizza con una ammirata A112, ed il veterano Gianpasquale Demicheli (Fiat X1/9). In quarta e quinta posizione sono giunti, rispettivamente, la monoposto GNM – Suzuki di Luca Rabino e Giuseppe Caruso (Radical SR4). Solo sesto l’atteso genovese Andrea Drago (Erberth R3), anche lui della Sport Favale 07, che però ha corso con una vettura analoga a quella che utilizza abitualmente nel CIVM (Campionato italiano velocità montagna), dietro al quale si sono piazzati, nell’ordine, Luciano Torchio (Fiat Uno turbo), il compagno di scuderia Giovanni Paone (Elia Avrio ST9), Pasquale Patete (Fiat X1/9) e Luca Raspini (Peugeot 205 Rallye). 

Nei vari raggruppamenti, oltre che per i già citati Ticci (E2SH), Rabino (VTS), Caruso (E2SC), Torchio (E1) e Raspini (S), successi anche per Pietro Bancalari (Renault Clio Rs) e il genovese Alessandro Multari (Citroën Saxo kit), primi rispettivamente nell’N e nell’A, e per il giovane Mattia Canepa (Citroën C2 Vts), vincitore tra le Racing Start. Trentanove i piloti al via, trentatre quelli classificati; una sola manche, la prima, per Alessia Ferrari (Renault Clio Williams), unica lady in lizza, alle prese con noie di alimentazione.

Dallo Slalom Vulture Melfese riparte la sfida tricolore

Domenica 2 agosto si corre il 7° Slalom Vulture Melfese, prima prova del Campionato Italiano Slalom 2020. Altre validità quelle per la Coppa Italia 3^ e 4^ zona, per il 17° Challenge Interregionale CPB (Campania Puglia Basilicata) e per il Memorial “Gerardo Mossucca”. La manifestazione, organizzata dalla scuderia Basilicata Motorsport, in collaborazione con l’Asd Melfi Corse e l’Automobile Club Potenza, gode del patrocinio dei Comuni di Melfi e Rapolla.

La gara, che apre la stagione titolata dopo l’emergenza da Corona Virus, si svolgerà nella stretta osservanza delle norme sanitarie vigenti. I piloti iscritti sono 82. Tra loro il campione 2019 Fabio Emanuele. Il portacolori della scuderia Campobasso Corse, per la prima volta in questa gara, con la sua Osella PA9/86 motorizzata. Alfa Romeo difenderà il titolo. Contro di lui Luigi Vinaccia, quattro volte campione italiano su Osella PA9/90 Honda, e Salvatore Venanzio, su Radical SR4, aggiornata nel motore e nel cambio. Punta al podio il giovane Michele Puglisi; l’under 23 correrà con una Radical Sr4.

Tra gli altri protagonisti Giuseppe Bocchetta, su Fiat 127 Proto E2 SH 1400, ed Enza Allotta, campionessa italiana 2017 e 2018, con la sua Fiat 126 SS. Domenica 2 agosto alle 9.30 la ricognizione ufficiale del percorso di 3000 metri che parte dall’abitato di Rapolla per giungere a quello di Melfi. La classifica sarà determinata da tre manche cronometrate. Premiazione alle 17 nel Bar Hollywood in via Stazione a Melfi.

Anche gli alfieri della scuderia RO Racing cercheranno di partire col piede giusto, già dal primo appuntamento della massima serie nazionale. Dunque, la Basilicata ospiterà la prima uscita del Campionato italiano slalom dell’era Covid- 19. I piloti si sfideranno lungo la strada provinciale che da Rapolla (PZ) conduce a Melfi, un percorso molto tecnico, della lunghezza di circa tre chilometri che verrà percorso per tre volte oltre al giro di ricognizione.

Oggi le operazioni di punzonatura, la gara inizierà domani alle 9:30. Saranno tre i portacolori della scuderia RO racing al via della manifestazione lucana: Enza Allotta, Felice Rosa e Giuseppe Poppa. I tre saranno della partita rispettivamente con una Fiat 126 di classe S1, preparata da Alba Motorsport, una Peugeot 106 Gruppo A della Paolillo Racing e una Peugeot 106 di classe E1, seguita dalla Eldino Racing.

Grande assente, tra gli alfieri della scuderia, sarà invece Benedetto Guarino che ha dovuto disertare la prima uscita di campionato perché in attesa di ultimare la sua vettura.
“Dopo quasi un anno e dopo un’attenta valutazione ho deciso, per questa breve stagione, di rimettere in moto la mia compagna di avventure e ritornare a correre tra i birilli – ha detto Enza Allotta – in particolare in Basilicata, terra che mi ha regalato l’emozione di vincere il mio primo titolo italiano, non vedo l’ora di salire in macchina e correre”.

“Vediamo come va la gara, è da oltre un anno che non faccio Slalom, ho corso due settimane fa in pista e la vettura ha avuto noie all’elettronica – ha riferito Felice Rosa – voglio vedere se con gli ultimi aggiornamenti la situazione è migliorata”.
“È la prima gara che disputo con questa macchina allestita “ex novo”, quindi sarà tutta in incognita – sono state le parole di Giuseppe Poppa – cercherò comunque di dare il massimo, anche perché è la gara di casa. In base al risultato che verrà fuori potrei scegliere di proseguire con il Campionato”.

Entusiasmo anche da parte dei vertici della scuderia che sono pronti a sostenere i propri piloti anche in questo campionato.
“Iniziamo questa stagione nell’italiano slalom con tanta voglia di fare bene – ha detto il direttore sportivo della scuderia Rosario Montalbano – voglio ringraziare i partner commerciali che stanno sostenendo i programmi dei nostri portacolori. Il campionato seppur ridotto è molto impegnativo e noi vedremo di recitare la nostra parte”.