Janis Baumanis lascia la Ford e per l’Audi S1

Janis Baumanis guiderà un’Audi S1 ​​nel Mondiale Rallycross 2020, passando al KYB Team JC. Il lettone farà squadra con il campione in carica della Supercar europea Robin Larsson. “Sono entusiasta di una nuova stagione con un team completamente nuovo”, ha detto Janis Baumanis.

“Lo scorso anno JC Raceteknik e Robin hanno dimostrato di avere un buon ritmo nell’Euro RX, quindi quest’anno penso che saremo ancora più forti con due vetture nel World RX. Non vedo l’ora di iniziare e testare le ultime specifiche EKS Audi con gli ultimi ammortizzatori di KYB”.

“Robin conosce la macchina meglio di me, ma spero di poter essere il più vicino possibile al suo ritmo”. Baumanis, campione europeo S1600 nel 2015, corre nel World RX a tempo pieno dal 2016, prima con il MJP Racing Team Austria, e poi con STARD per le ultime tre stagioni.

“Le mie precedenti stagioni nel Mondiale RX sono state piuttosto difficili”, ha detto. “Dopo quattro anni alla guida di una Ford, sono entusiasta di cambiare e credo che quello dell’Audi sarà un grande passo, piuttosto impegnativo per me. Durante le prime gare ci sarà ovviamente maggiore attenzione. Certo, il sogno è vincere”. La stagione doveva inizierà il 16-17 maggio a Spa-Francorchamps, in Belgio. Ma probabilmente non inizierà in quella data.

Rinviato il debutto del Campionato Italiano Rallycross

Una decisione sofferta ma inevitabile: Sport Club Maggiora, promoter del Campionato Italiano Rallycross, ha deciso, a causa dell’emergenza Covid-19, di rinviare a data da destinarsi il primo round della serie tricolore, che era in programma a Pasqua e Pasquetta (12-13 aprile) a Maggiora Offroad Arena.

“Si tratta di un momento triste per noi – afferma il Presidente di Sport Club Maggiora, Riccardo Fasola – per la prima volta in quasi 50 anni non si sentirà il rombo dei motori a Pasquetta nell’autodromo Pragiarolo. È una decisione dolorosa, ma assolutamente inevitabile: anche se, come speriamo tutti, il 3 aprile dovesse cessare definitivamente lo stato di emergenza, non ci sono comunque le basi organizzative e logistiche per proporre un evento così complesso la settimana successiva”.

L’obiettivo di Sport Club Maggiora è comunque quello di mantenere tutti e sette i round previsti prima che scoppiasse questa emergenza sanitaria: “Come è sempre stato nel nostro spirito – conferma Fasola – noi guardiamo avanti: cercheremo in tutti i modi di far disputare tutte le prove del Campionato e ci stiamo muovendo in questa direzione; appena la situazione si sarà meglio delineata proporremo un nuovo calendario del Campionato”.