Erik Campagna chiude al meglio la stagione

Si è conclusa nel migliore dei modi la stagione 2019 di Erik Campagna, lo specialista di Slalom e Formula Challenge portacolori del VM Motor Team. Il giovane pilota piemontese è stato autore di una gara perfetta al Challenge del Lupo, gara valida per il Campionato Italiano Formula Challenge, che si è tenuta lo scorso weekend sul Motodromo di Castelletto di Branduzzo.

Campagna ha mostrato tutto il suo talento, chiudendo al terzo posto assoluto ed aggiudicandosi sia la classifica Under 23 che la Classe E2SS alla quale appartiene la sua Formula Arcobaleno.

Tangibile la soddisfazione di Erik Campagna dopo la gara: “Non potevamo chiudere la stagione in maniera migliore, sono davvero soddisfatto per questa gara. Tutto è andato perfettamente, è stata una gara molto combattuta e per pochi centesimi ho sfiorato la seconda posizione assoluta. Decisamente un finale di stagione fantastico. Ora inizierò già a preparare la prossima stagione, magari con qualche novità”.

Sta dunque per chiudersi una stagione 2019 davvero ricca di soddisfazioni per la scuderia di Moreno Voltan, che dovrebbe far registrare ancora qualche partecipazione delle restanti competizioni rallystiche piemontesi.
Poi sarà la volta di pensare al 2020, che vedrà nuovamente gli uomini del Team impegnati sia in veste di organizzatori che sulle prove speciali in prima persona.

I nuovi campioni tricolore del rallycross: Galli, Gallo e Valazza

Il sesto ed ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rallycross Aci Sport, disputato sul tracciato novarese dello stesso promoter Sport Club Maggiora ha decretato la chiusura della stagione 2019, eleggendo i relativi campioni delle varie categorie.

Supercar

Gigi Galli è rimasto letteralmente senza avversari, dopo che gli altri piloti sono stati fermati da vari problemi. Il campione di Livigno ha comunque regalato grande spettacolo inanellando giri veloci su giri veloci. La sua straordinaria cavalcata si è conclusa con una prestazione monstre sul giro in finale: ha fatto infatti fermare i cronometri su uno straordinario 42”330, nuovo record assoluto del tracciato del Pragiarolo in conformazione Reverse. Nella classifica finale del campionato dietro a Galli si sono piazzati Franco Mollo e Nicola Agrelli.

Super1600

Bella la battaglia in famiglia che hanno offerto Marco e Matteo Valazza, alla fine l’ha spuntata Marco, che ha vinto gara e Campionato, proprio davanti a Matteo. Per Marco Valazza è il secondo titolo dopo quello del 2017: terza piazza nel campionato per l’austriaco Lukas Dirnberger.

Supertouring

Vittoria con capottamento per Jo Van de Ven: il pilota olandese ha vinto il titolo tricolore nella STC -2000 nonostante uno spettacolare ribaltamento dopo un contatto con Alberto Palestrini; Karl Schadenhofer ha vinto, rispettando i pronostici, il titolo nella STC + 2000.

Kartcross

Il weekend perfetto di Marcello Gallo: il pilota di Gozzano ha vinto gara – davanti al campione uscente Gabriele Zoppetti e a Michele Bormolini – e campionato, davanti a Simone Firenze e a Maicol Giacomotti. Anche per Marcello Gallo si tratta di un bis: fu infatti campione italiano già nel 2016.

Il Campionato Italiano RX verso la fine: i primi verdetti

La pioggia battente ha dettato legge oggi nella giornata conclusiva del Round 5 del Campionato Italiano Rallycross ACI Sport, costringendo gli organizzatori a chiudere la gara al termine della Q4 a causa dell’impraticabilità della pista: la gara ha comunque piena validità per l’assegnazione dei punti del campionato e anzi ha emesso un primo, importante, verdetto.

Supercar

Gigi Galli e la sua Kia Rio si sono laureati Campioni Italiani al termine di una giornata comunque complicata anche per il pilota di Livigno, che ha affermato di non essersi mai trovato a correre in condizioni simili. Seconda posizione per Franco Mollo (Ford Fiesta) mentre il pilota ungherese Gabay Zion (Mitsubishi Colt), ha colto la terza piazza.

Super 1600

Un weekend da dominatore per Tomàš Kreičík (Skoda Citigo), il diciottenne pilota ceco che ha vinto tutte le Q; seconda posizione per l’ancora più giovane Jiri Susta (Skoda Fabia), mentre la terza piazza è andata a Lukas Dirnberger (Skoda Fabia). Quarta posizione per Matteo Valazza, che si avvicina così ulteriormente allo zio Marco, ancora leader di classifica.

Supertouring

Primo posto nella STC +2000 per Karl Schadenhofer (VW Golf). Nella STC -2000 vittoria per l’austriaco Karl Wagner (Renault Megane), mentre nella STC -1600 a primeggiare è stato il connazionale Richard Förster (VW Polo).

Kartcross

Spettacolare duello tra Simone Firenze (Planet Kart Cross K3) e Marcello Gallo (Kep 2 Suzuki), vinto dal primo per il miglior giro veloce. Terzo si conferma uno straordinario Riccardo Canzian (Speedcar Xtrem) molto performante in ogni Q nonostante fosse al debutto. La lotta per il titolo a questo punto vede Marcello Gallo e Simone Firenze come i due più probabili duellanti.

A Maggiora la European Autocross Night Parade

Si parte subito con la novità della European Autocross Night Parade, la sfilata dei partecipanti nelle vie del centro di Maggiora, durante una serata evento con i campioni di EuroAX e tutte le auto. Il programma di European Autocross Night Parade prevede dalle ore 19 inizio parata (Via Fornaci, Via Magistrini, Via Manzoni, Via Vittorio Emanuele – Piazza De Gasperi); alle 20.30 conferenza stampa con i leader di categoria del Campionato Europeo Autocross in Piazza De Gasperi; alle 21.30 seguirà la parata di ritorno.

Davvero imponenti i numeri: saranno infatti in gara 41 Super Buggy, 35 Buggy 1600, 13 Touring Autocross e 18 Junior Buggy, con piloti provenienti da Italia, Germania, Lettonia, Olanda, Repubblica Ceca, Francia, Svizzera, Lussemburgo, Austria, Spagna, Moldavia, Belgio, Slovenia.

Sono addirittura 74 i Kartcross che gareggeranno nella prova a loro riservata, non valida per l’Europeo ma comunque molto sentita; per la prima volta saranno in gara a Maggiora anche 3 piloti greci. Tra l’altro, tornando all’Europeo la recente prova di Saint Igny de Vers (FRA) ha ulteriormente rimescolato le carte quindi, per tre delle quattro categorie, la vittoria nel campionato si deciderà con sfide tirate fino all’ultima curva.

Più che altre volte Bernd Stubbe (Alfa Racing) non ha avuto rivali nelle SuperBuggy: quella di Maggiora quindi sarà per lui una passerella trionfale. Sono infatti a distanza incolmabile il ceco Radek Jordák (Alfa Racing) e il lettone Ervins Grencis (Alfa Racing). tra i Buggy1600, Petr Nikodem (CZE, CM Buggy), campione in carica, è al comando ma dopo la prova francese ha solo 5 punti di vantaggio – 212 contro 207 – sul francese Vincent Mercier (Fast & Speed).

Sembra ormai tagliato fuori dalla vittoria finale invece il ceco Milan Vaněk (Alfa Racing, 169 pt), mentre nella Touring Autocross il russo Matvey Furazhkin (Skoda Fabia II), non ha potuto correre in Francia ed è rimasto a quota 242 e non ha potuto contrastare il recupero del ceco Otakar Vyborny (Mitsubishi Mirage), ora a soli 5 punti.

Più staccato, a quota 176, il campione in carica Vaclav Fejfar (Skoda Fabia III). la Classe della Junior Buggy vede Jakub Novotny (CZE, Alfa Racing) è riuscito a superare l’olandese Bart Van Der Putten (Fast & Speed), ma il vantaggio è di un solo punto 261 contro 260; quindi in pratica la prova di Maggiora sarà una sorta di spareggio. Spettatrice interessata sarà la sorella di Bart, Chantal Van Der Putten (Fast & Speed), con 187 punti. Tutta italiana la sfida per la Kartcross, che vedrà al via, oltre a tutti i piloti impegnati del Campionato Italiano Rallycross, il meglio continentale della categoria.

Il lettone Reinis Nitišs, campione europeo in carica di Rallycross, nelle Supercar, ed ex campione europeo nelle Super 1600, nonché protagonista nel mondiale, sarà al via di questa categoria con un Planet Kart Cross K3. Saranno inoltre al via ben 6 Kartcross allestiti dal grande Thierry Neuville (Livelife TN5) e affidati a Marcello Gallo, al greco Goergios Zymaridis, Federico Pini, e ai belgi Kobe Pauwels, giovanissimo figlio di Koen, già protagonista nel mondial Rallycross, Jan Keller e Karl Heinz Dahm e il francese Steven Lecoint.

Tornerà a Maggiora anche il vincitore del 2017, lo spagnolo Ivan Piña Chinchilla (Semog Bravo Sport); altro pilota iberico da tenere d’occhio è Francisco Javier Lucena Ortega (Semog Bravo Sport), protagonista del campionato spagnolo; il pluricampione francese Vincent Priat sarà alla guida di un Planet Kartcross K3, mentre il leader della Mascom Cup (Campionato Ceco), Petr Dolezal, correrà con un Predator XC

Trofeo Borgo Agnello chiude il Campionato Europeo Autocross

Il 32° Trofeo Borgo Agnello chiuderà dal 20 al 22 settembre il Campionato Europeo Autocross con circa 200 vetture in pista; sono 106 gli iscritti alle gare di Campionato in programma alla Maggiora Offroad Arena di Pragiarolo, divisi nelle 4 categorie: Super Buggy (41 al via), Buggy 1600 (35), Touring Autocross (13) e Junior Buggy (17). Sono invece 76 i Kartcross in elenco per la prova non valida per l’Europeo.

Tra gli iscritti in Super Buggy “l’imperatore” Bernd Stubbe (Alfa Racing) che ha dominato il Campionato e, a due prove dal termine – manca la gara a Saint Igny de Vers (FRA) questo weekend – si è già laureato Campione Europeo per la decima volta, la nona consecutiva. Aperta la battaglia per il secondo posto, con il francese Thomas Anacleto (che non sarà presente a Pragiarolo), il ceco Radek Jordák (Alfa Racing) e il lettone Ervins Grencis (Alfa Racing) divisi da pochi punti. Sei gli italiani iscritti: Cristian Grasselli (Gras 04), Dino Semenzato (Rom Sport), Emanuele Consoli (JVDC), Paolo Chiggiato (PC 03), Alex Gallotta (Fast & Speed), Angelo Spagnol (Proto).

Nella Buggy1600 il campione 2018 Petr Nikodem (CZE, CM Buggy), è al comando con 192 punti, lo seguono il francese Vincent Mercier (Fast & Speed, 172 pt) e il connazionale Milan Vanek (Alfa Racing, 162 pt). Al via anche il vincitore 2018, il tedesco Stephen Laubach (PAS). Per l’Italia schierati Claudio Pigato (PAP04), Stefano Visentini (Visentini), Samuele Andeliero (Peters Autosport), Davide Serra (Brik.01), Daniele Caronelli (Fast & Speed), Michele Giliberti (Spitznagel).

Nel Touring Autocross il russo Matvey Furazhkin (Skoda Fabia II), già vincitore a Maggiora nel 2018 e reduce dal debutto nel Mondiale Rallycross, è al comando della classifica con 242 punti, seguito dai piloti della Repubblica Ceca Otakar Vyborny (Mitsubishi Mirage) con 202 pt. e dal campione in carica Vaclav Fejfar (Skoda Fabia III) con 145 pt. Al via i tricolori Daniele Tommassini (Mitsubishi Colt), Natale Casalboni (Mitsubishi) e Giancarlo Amatori (Mitsubishi Mirage).

La Junior Buggy presenta una classifica incerta, l’olandese Bart Van Der Putten (Fast & Speed) è al comando con 228 punti, ma il campione in carica Jakub Novotny (CZE, Alfa Racing) è a una sola lunghezza. A quota 161 la sorella di Bart, Chantal (Fast & Speed). A completare la famiglia Van Der Putten in gara anche il padre Harrie, tra le SuperBuggy.

In programma l’European Autocross Night Parade, una sfilata dei partecipanti nelle vie del centro di Maggiora, durante una serata evento con i campioni di EuroAX e altre attrazioni.

Il programma agonistico

SABATO 21 settembre

h. 15:30: 1° Heat (KartCross) – h. 16:00: 1° Heat (FIA-AX) – h. 17:30: 2° Heat (KartCross)

DOMENICA 22 settembre

h. 08:30: 2° Heat (FIA-AX) – h. 10:15: 3° Heat (KartCross) – h. 11:00: 3° Heat (FIA-AX) – h. 13:15: Sessione autografi – h. 14:30: Semi-Finali e Finali (FIA-AX) (KartCross)

CIRX, anche in Austria si inchinano a Gigi Galli con la Kia Rio RX

Una domenica tra sole, vento e pioggia ha chiuso il weekend di gare al Wachauring di Melk; gli spettatori dell’impianto della Bassa Austria hanno potuto assistere oltre alle evoluzioni dei piloti locali anche i duelli e le sfide dei piloti impegnati nel Round 4 del Campionato Italiano Rallycross ACI Sport.

E’ alto lo spettacolo offerto dai protagonisti della categoria regina. E’ infatti Gigi Galli che con la sua Kia Rio RX s’aggiudica la gara della Supercar, vincendo dopo una gara spettacolare: 5’25”743, sui 6 giri previsti, il tempo del pilota di Livigno che ha battuto il grande Alois Holler (AUT, Ford Fiesta 4×4 ST, protagonista di qualche sbandata durante la finale, di 12”727; terza posizione per l’austriaco Tristan Ekker su VW Polo), in 5’50”485.

La Super1600 va in Repubblica Ceca. Zdenek Kucera al volante della Skoda Fabia III ha infatti vinto con il tempo di 5’56”055, dopo una bellissima ed entusiasmante lotta con l’autsriaco Erwin Frieszl su Peugeot 208, che realizza il tempo totale di 5’58”343. Il terzo posto, conquistato in pista dal quattordicenne pilota ceco Jiri Susta al voltante della Skoda Fabia MK III, è stato assegnato a tavolino a Matteo Valazza autore di una prova pregevole con la Citroen Saxo.

Da dimenticare invece il weekend del leader del campionato, Marco Valazza, la Ford Fiesta del quale è stata tormentata da problemi tecnici. Nella SuperTouringCars 2000 vittoria per il ceco Jakub Michal, che con la Peugeot 306 ha tagliato per primo il traguardo in 5’33”684. Il ceco Jan Ratajsky si è invece aggiudicato la vittoria nella STC +2000 con il tempo di 5’32”177, nonostante abbia corso con una Seat Ibiza 1600 presa in affitto perché la sua vettura abituale ha il motore rotto. Con queste vittorie Michal e Ratajsky entrano prepotentemente in gara per il titolo italiano delle rispettive categorie.

Nel Kartcross si registra la spettacolare vittoria di Maicol Giacomotti che con il Kartcross Suzuki K8 si è rifatto delle sfortune di Adria con una straordinaria prestazione: partito in pole position, il pilota verbanese è riuscito entrare al comando nella prima curva e poi si è involato: 5’17”099 il tempo di Giacomotti che ha battuto Simone Firenze (Planet Kart Cross K3, 5’18”493), arrivato con la macchina in panne, e un ottimo Michele Bormolini (Planet Kart Cross K3, 5’20”174).

Il Campionato Italiano Rallycross sbarca in Austria

Non si sono ancora spenti gli echi dello spettacolare Round 3 in notturna di Adria che il Campionato Italiano Rallycross ACI Sport si appresta a vivere un altro momento importante: il quarto appuntamento stagionale previsto nel prossimo fine settimana del 31 agosto 1 settembre a Melk, cittadina austriaca di 5.300 abitanti situata a circa 90 km da Vienna e famosa per la sua abbazia, nel prestigioso impianto del Wachauring.

La conformazione rallycross del tracciato austriaco si sviluppa per 1360 metri di lunghezza, più 140 metri di “Joker Lap”, ed è caratterizzato da quasi 500 metri di sterrato. Le gare del Wachauring saranno valide anche per il campionato austriaco e della Repubblica Ceca; oltre alle categorie sempre presenti nel Campionato Italiano – Supercar, Super1600 e Kartcross – saranno al via anche le categorie Supertouring Cars 1600, 2000- e 2000+, Mascom Cup (Campionato Ceco Kartcross), Campionato National 1600 Austria, Campionato National 1600 Repubblica Ceca e Campionato Auto Storiche della Repubblica Ceca.

Tutti i piloti, quindi anche quelli non italiani, al via nelle categorie Supercar, Super1600, Kartcross e Supertouring, prenderanno punti per il Tricolore RX, essendo un campionato Open: quindi, nelle categorie Supertouring c’è la possibilità che il titolo di Campione Italiano vada oltralpe. Il programma dell’evento prevede sabato 31 agosto alle 14 la Q1; domenica 1 settembre alle 8 sarà dato il via alla Q2, mentre la Q3 si terrà alle 10; alle 13.30 partiranno le semifinali e a seguire le finali di tutte le categorie.

Al comando della classifica provvisoria della categoria Supercar è Gigi Galli con 84 punti; a bordo della Kia Rio Rx il pilota di Livigno s’è aggiudicato tutte le sfide precedenti, accumulando un buon vantaggio su Franco Mollo che con la Ford Fiesta R5 è secondo con 58 punti; sul terzo gradino del podio c’è Nicola Agrelli che al volante della Mitsubishi Lancer ha segnato 49 punti.

Nella Super1600 è Marco Valazza che conduce la classifica generale con 78 punti, conseguiti a bordo della Ford Fiesta ma Matteo Valazza si è avvicinato dopo la buona prova di Adria con la Citroen Saxo ed ora è a 54 punti; terza posizione per Marco Battelli con la sua Citroen C2, a quota 47 punti.

Infuria la battaglia tra i Kartcross dove Marcello Gallo ha lanciato il suo Kep 2 Suzuki al vertice della classifica ed un chiaro segnale agli avversari conducendo con 124 punti; secondo è Maicol Giacomotti che di punti ne segna 96,5, con il suo Kartcross Suzuki K8 che dopo la sfortunata finale di Adria sarà sicuramente voglioso di rivincita; in terza posizione, a quota 88 punti, sornione, il “Diablo” Simone Firenze è pronto con il Planet Kartcross K3 ad approfittare di ogni passo falso di chi lo precede.

CIRX: notte bollente sul circuito Adria International Raceway

Il round 3 del Campionato Italiano Rallycross era stato preannunciato come un momento storico del Campionato Italiano Rallycross ACI Sport e così è stato: in una giornata molto calda, quasi inimmaginabile dopo il fortunale che ieri ha flagellato il circuito di Adria International Raceway, i piloti hanno offerto uno spettacolo fantastico, tra l’altro per la prima volta in notturna, sul percorso di 1,120 km (+ 150 m con il Joker Lap) ricavato appositamente nell’avveniristico impianto veneto.

Kartcross

Marcello Gallo (Kep 2 Suzuki) mattatore in finale: dopo aver rischiato il capottamento all’avvio il leader del campionato è riuscito a riprendere la testa della corsa con due sorpassi mozzafiato al tornantino sterrato ai danni di Gabriel Di Pietro (Planet Kart Cross K3), poi classificatosi secondo, e Nicolò Grieco (GMN Kart Cross), giunto terzo. Menzione d’obbligo per Maicol Giacomotti (Kart Cross Suzuki K8) che dopo aver conquistato 3 delle 4 Q in programma è stato costretto al ritiro dopo un contatto in finale.

Side By Side (SXS)

Cavalcata triofale di Amerigo Ventura che è stato il più forte in tutte le Q e anche nella finale; seconda posizione per Alessandro Tinaburri, mentre la terza piazza è andata a Gianluca Bosio. Tutti i piloti corrono su Yamaha (YXZ 1000R).

Super1600

Esordio con il botto per il bresciano di Salò Mauro Grezzini (Peugeot 208R2): al debutto nel Campionato ha vinto la categoria Super1600 battendo nettamente in finale Matteo Valazza (Citroen Saxo); al terzo posto Marco Valazza, costretto a rinunciare alla battaglia finale a causa di un guasto alla sua Ford Fiesta.

Supercar

Incredibile Gigi Galli: dopo un contatto con il giovanissimo Dan Scočdopole (VW Polo) con un guizzo da campione è riuscito a mantenere il controllo della sua Kia Rio e a involarsi verso la vittoria; seconda posizione per il nemmeno sedicenne pilota della Repubblica Ceca, di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro. Terzo l’esperto Franco Mollo (Ford Fiesta R5).

I prossimi appuntamenti

Il prossimo appuntamento del Tricolore RX sarà in Austria, altra prima, storica, volta, nel weekend del 31/8 – 1/9 nell’impianto del Wachauring.

CIRX: Vagaggini, Valazza, Gallo e Galli i migliori

Ancora tanto caldo a Maggiora Offroad Arena per la giornata di chiusura del Round 2 del Campionato Italiano Rallycross: spettacolo comunque assicurato dai piloti che si sono affrontati a viso aperto sia durante le Q sia durante le finali. Nel Kartcross, è stata una giornata perfetta: è stata quella di Marcello Gallo (Kep 2 Suzuki) che dopo aver vinto tutte le Q di giornata si è aggiudicato anche la finale con il tempo di 4’42”294 sui 6 giri previsti. Seconda posizione per un ottimo Michele Bormolini (Planet Kart Cross K3) in 4’47”956, mentre terzo si è posizionato il vincitore del Round 1, El Diablo Simone Firenze (Planet Kart Cross K3), in 4’50”614.

Vagaggini nella Side By Side

Colpo di scena finale nella categoria al debutto nel Campionato Italiano Rallycross e che vedeva tutti i piloti gareggiare su Yamaha YXZ 1000R: dopo aver dominato nelle Qualificazioni e in Finale, Amerigo Ventura è stato penalizzato per aver effettuato due volte il joker lap ed è così stato classificato in terza posizione. La vittoria è andata quindi a Mauro Vagaggini in 5’29”875, davanti ad Alessandro Tinaburri (5’32”021).

Vallazza tra le Super 1600

Ancora lui, Marco Valazza; il pilota della Ford Fiesta ex Dennis Remans ha vinto anche il Round 2, con il tempo di 5’10”980, dimostrando ancora una volta tutta la voglia di riconquistare il campionato e la sua Ford Fiesta protagonisti: secondo un Marco Battelli (Citroën C2, 517”555) che gara dopo gara dimostra di trovarsi sempre di più a suo agio nel rallycross. Terzo il giovane Daniele Delfino, che all’esordio assoluto centra un gran bel terzo posto con il tempo di 5’25”685.

Gigi Galli tra le Supercar

Nonostante qualche piccolo problema, in particolare al freno a mano, Gigi Galli (Kia Rio) si è sicuramente divertito a Maggiora Reverse, lo dimostra anche il nuovo record assoluto sul giro: 44”037. Galli ha vinto la finale in 4’55”957, precedendo un molto positivo Nicola Agrelli (Mitsubishi Lancer), secondo in 5’06”875. Purtroppo nel corso della giornata si sono persi molti dei protagonisti di questa categoria: Natale Casalboni (Mitsubishi Colt) è stato classificato in 3^ posizione. Da segnalare che Luca Cortellazzi, ottimo il suo debutto, è stato protagonista in Q3 di uno spettacolare incidente: per fortuna nessuna conseguenza per il giovane pilota, ma il suo Round si è fermato lì.

Rallycross: emozioni tricolori a Maggiora

Come da tradizione il pubblico entusiasta e appassionato di Maggiora Offroad Arena ha potuto godere dello spettacolo offerto dai piloti del Campionato Italiano Rallycross e del Campionato Svizzero di Autocross in una Pasquetta caratterizzata da una giornata gradevole sotto ogni profilo.

Kartcross. Grande agonismo come sempre in questa categoria, in cui ogni Q sembra una finale; alla fine l’ha spuntata “El Diablo”, Simone Firenze (Planet Kartcross K3) in 4’43.956, alla media di 77.285 Km/h, sui sei giri previsti; seconda posizione per un ottimo Marcello Gallo in 4’44.407, mentre terzo, in grande rimonta dopo un weekend piuttosto complicato, si è piazzato Nicolò Grieco (GMN Kartcross).

Super1600. Un weekend decisamente positivo per Marco Valazza che con la sua Ford Fiesta si è aggiudicato 3 Q su quattro per poi andare a vincere la finale in 5’11.274; avrebbe meritato un bel piazzamento anche Silvano Ruga (Renault Clio) ma un contatto proprio con Valazza lo ha costretto al ritiro. Sul podio sono quindi andati Marco Battelli (Citroën C2) in 5’18.896, e Pasquale Delfino, (Citroën Saxo) al rientro dopo un anno di pausa, in 5’32.999,

Supercar. Sempre davanti, tranne che nella Q4 dove è stato penalizzato per non aver effettuato il Joker Lap, Gigi Galli (Kia Rio) ha trionfato in finale in 4’42.058; non è stato però un weekend facile per il grande rallista, che ha comunque affermato di essersi divertito molto, a causa di alcuni problemi di gioventù della sua vettura. Ottimo secondo Nicola Agrelli (4’54.369), all’esordio con la Volkswagen Scirocco, mentre terzo si è classificato Franco Mollo (Ford Fiesta R5), nonostante uno stop durante la finale.