The Ice Challenge 2020-2021: la bozza del nuovo calendario gare

Dopo la grandiosa stagione 2020, il Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio The Ice Challenge guarda avanti con decisione, cercando di lasciarsi alle spalle il momento critico che il mondo del motorsport sta attraversando. Con grande determinazione, lo staff di BMG Motor Events, anima della popolare serie su ghiaccio tricolore, ha stilato la prima bozza del calendario 2020-2021 che si candida per essere una delle edizioni più spettacolari di sempre.

“Abbiamo avuto la fortuna di poter disputare la stagione completa di The Ice Challenge prima che il mondo si fermasse, – hanno commentato gli organizzatori, – e in questi mesi di lockdown non abbiamo mai smesso di pensare al futuro del campionato cercando di lasciarci quanto prima alle spalle questo momento difficile. Avevamo annunciato che entro l’estate avremmo preparato il calendario di massima della prossima stagione ed eccoci qui. Abbiamo cercato di seguire le indicazioni che ci sono pervenute dai team e dai piloti partecipanti e possiamo guardare ai prossimi mesi invernali con fiducia e con tanta voglia di un nuovo grande spettacolo”.

La stagione The Ice Challenge 2020-2021, come suggerisce anche la titolazione, partirà già nell’anno in corso, con un programma di 7 gare distribuite su 6 weekend. “Si tratta di una scelta che ha due motivazioni principali – hanno proseguito in BMG Motor Events. – Abbiamo dovuto chiudere l’edizione 2020 anzitempo per mancanza di neve, e quindi vorremmo riprendere la nuova stagione nel 2020 per terminare idealmente quanto non abbiamo potuto fare lo scorso inverno. Oltre a questo aspetto per certi versi romantico e dovuto nei confronti di team e piloti che ci supportano con grande passione, c’è anche il fattore neve: iniziare a dicembre dovrebbe permetterci di poter sfruttare al meglio il periodo invernale e scongiurare quindi l’eventualità di una riduzione del calendario per mancato innevamento”.

La nuova stagione inizierà a metà dicembre da Cervinia, uno dei tracciati scenograficamente più spettacolari. L’impianto ospiterà The Ice Challenge come primo evento e questo dovrebbe garantire una pista appena tracciata, più lineare e un appuntamento con meno imperfezioni rispetto alla passata stagione, esordio di un nuovo ciclo. L’idea è quella di consentire i test in pista al sabato per tornare in sintonia con il ghiaccio prima della vera gara alla domenica.

Si proseguirà oltralpe il 20 dicembre per la prima uscita fuori confine a Serre Chevalier, proprio laddove la stagione scorsa si è purtroppo conclusa anzitempo. La prima data 2021 sarà quella di Livigno, confermato il 9 e 10 gennaio con una succosa novità: due gare, una al sabato e una alla domenica, per rendere ancora più appetibile il round livignasco. Il 17 gennaio il circus di The Ice Challenge farà quindi tappa a Pragelato, la pista storica ed immancabile, dove si sono consumate alcune delle più belle battaglie degli ultimi anni.

L’ultima parte della stagione vedrà nuovamente il ritorno a Pragelato il 31 gennaio per poi chiudere il 14 febbraio 2021 a Serre Chevalier, ultimo atto di un calendario particolarmente completo ed interessante.

“Il calendario potrebbe subire delle variazioni – hanno concluso in BMG Motor Events, “e stiamo lavorando anche per riuscire a concretizzare altre idee che abbiamo sul piatto, come la possibilità di organizzare dei test pre stagionali e a stagione in corso, un aspetto che sappiamo essere molto importante per una specialità che vive in pochi weekend all’anno e dove per vincere è richiesta una grande competitività di uomini e mezzi fin dal primo giro in pista. Siamo inoltre in contatto con altre location e con piste completamente nuove per The Ice Challenge, per cercare di avere più opzioni nel caso il meteo non fosse così in sintonia con il campionato”.

The Ice Challenge 2020-2021

  • 12-13 dicembre 2020 – Cervinia
  • 20 dicembre 2020 – Serre Chevalier (FRA)
  • 9-10 gennaio 2021 – Livigno
  • 17 gennaio 2021 – Pragelato
  • 31 gennaio 2021 – Pragelato
  • 14 febbraio 2021 – Serre Chevalier (FRA)

Il CIRX 2020 accende i motori a Maggiora per un giorno di test

Il CIRX 2020 accende i motori a Maggiora per un giorno di test. Esattamente, si è tornati finalmente in pista, con le dovute cautele e a porte chiuse. Un importante segnale di ritorno verso la normalità: domenica 24 maggio si è svolta, rigorosamente a porte chiuse, una giornata di test a Maggiora Offorad Arena, che ha visto impegnati alcuni dei piloti che gareggeranno nel Campionato Italiano Rallycross.

“Dopo oltre due mesi di incertezza e paura – spiega Riccardo Fasola, presidente di Sport Club Maggiora, promoter del Tricolore RX – il Test Day è stato un simbolo, da una parte, della voglia di tornare a occuparci dello sport che amiamo, dall’altra della capacità di Sport Club Maggiora di adattarsi alla nuova situazione; sono infatti state adottate tutte le precauzioni per svolgere i test in sicurezza, ed è stato stilato un regolamento per l’accesso al nostro impianto che è stato scrupolosamente seguito da tutti i partecipanti ai test”.

Quanto sia grande la voglia di tornare a correre, sia pure solo per dei test, lo testimonia il fatto che i posti disponibili sono stati occupati in breve tempo.

“La risposta dei piloti – continua Fasola – ci rassicura sul fatto che la loro passione non si sia assopita con il lockdown, anzi! Con l’organizzazione, appena è stato possibile, di questo Test Day, abbiamo voluto dare un segnale forte: appena le disposizioni governative lo consentiranno, Sport Club Maggiora sarà pronta anche per organizzare una gara vera e propria, ovviamente nel rispetto di imprescindibili criteri di sicurezza ed economicità dell’evento”.

Intanto un primo risultato è già stato raggiunto: visto il buon esito della giornata di ieri, il Test Day, sarà ripetuto anche il 7 e il 21 giugno, sempre a porte chiuse: “Ieri – spiega Fasola – la giornata si è svolta regolarmente, grazie alla collaborazione e alla disponibilità di tutti. Abbiamo quindi deciso di ripetere il test day in altre due occasioni a giugno. Tra l’altro – ricorda Fasola – proprio nel weekend del 6/7 giugno avrebbe dovuto svolgersi il Round 4 del Tricolore: non si gareggerà, ma almeno saremo in pista: attualmente è già un grande risultato!”.